Libero

Io_Splendida_Follia

  • Donna
  • 33
  • ......
Vergine

Mi trovi anche qui

Amici

Io_Splendida_Follia non ha ancora amici. Chiedi l'amicizia prima di tutti!

Bacheca

Questa Bacheca è ancora vuota. Invita Io_Splendida_Follia a scrivere un Post!

Mi descrivo

Ho sempre avuto un debole per gli uomini enigmatici perché avvolgono in un alone di mistero il fatto di essere coglioni come tutti gli altri. Adesso comincio a ridere io....

Su di me

Situazione sentimentale

-

Lingue conosciute

-

I miei pregi

curiosa

I miei difetti

curiosa

Amo & Odio

Tre cose che amo

  1. nessuna
  2. nessuna
  3. nessuna

Tre cose che odio

  1. nessuna
  2. nessuna
  3. nessuna

 

 

 

 

 

Essere donna ti permette di accavallare tranquillamente le gambe, senza temere di schiacciare il "cervello" tra di esse.

 

 

 

 

 

 

 

Camminavo con mio padre, quando all’improvviso si arrestò ad una curva e dopo un breve silenzio mi domandò: oltre al canto dei passeri, senti qualcos’altro? ~ Aguzzai le orecchie e dopo alcuni secondi gli risposi: il rumore di un carretto. Giusto ~ mi disse. È un carretto vuoto. ~ Io gli domandai: come fai a sapere che si tratta di un carretto vuoto se non lo hai ancora visto? Mi rispose: è facile capire quando un carretto è vuoto, dal momento che quanto più è vuoto, tanto più fa rumore.. Divenni adulta e anche oggi quando vedo una persona che parla troppo, interrompe la conversazione degli altri, è invadente, si vanta delle doti che pensa di avere, è prepotente e pensa di poter fare a meno degli altri, ho l’impressione di ascoltare la voce di mio padre che dice: quanto più il carretto è vuoto, tanto più fa rumore....

Bruno Ferrero

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

"Beato Dante che stava in una selva oscura........ji sto miezz a na’ vrangat e sciem"

 

 

 

 

 

 

 

 

 

"Il primo livello di sapienza è saper tacere, il secondo è saper esprimere molte idee con poche parole, il terzo è saper parlare senza dire troppo e male... Si deve parlare solo quando si ha qualcosa da dire, che valga veramente la pena, o, perlomeno, che valga più del silenzio".

(Hernàn Huarache Mamani)

 

 

 

 

 

 

 

 

OMETTO DI METTERE L'AUTORE, NON SERVE, ANCHE PERCHE' PENSO SIA UNO DEI SUOI TANTI NIK DI RISERVA, PER ADESSO, NE QUI NE IN ALTRE SEDI.

messaggio lasciato in chat da un "signore" in risposta al mio precedente post...e non solo!

buongiorno a tutti, volevo fare una osservazione in carta semplice,riferita a splendida follia,che analizza e parla e scrive di tutto e di più su chi la contatta: la prima cosa è che nessuno a questo mondo ha le chiavi dello scibile umano per giudicare il prossimo generalizzando. La seconda è questa: mi chiedo come può pensare di poter giudicare gli altri se non consente a nessuno di entrare nel suo pvt. Ho scritto non per ripicca o per rabbia,ma solamente per cercare di far riflettere questa persona. ciao a tutti e ricordate che questa è una chat....non le date l'importanza che non ha ciaoooooo

 

-------------------------

 

Della serie, la prima gallina che canta ha fatto l’uovo! Il "signore" si lamenta perché io giudico…beh, in primis non ho fatto nomi, ma forse lui è tra gli esempi citati ed ha la coda di paglia?, cosa secondaria da non dimenticare che io ho scritto sulla mia scheda e non sarà certamente lui ad impedirmelo, ne ora ne mai. Ha cercato di farmi riflettere, lui? A me, e su cosa dovrei riflettere, che è una chat e quindi tutto è lecito? Se per lui è cosi per me non lo è, esiste un valore che nel reale, nel virtuale, sulla Terra o nell’altro mondo da cui non si può prescindere: IL RISPETTO.

 

Volevo aggiungere una vetrinetta a quello che avevo scritto, ma il “signore” ha sbaragliato tutti e merita di starci lui solo.

Voglio fare chiarezza una volta e per tutte.

Sono una moglie e sono una mamma, e in chat entro per distrarmi quando ho un momento, ma le distrazioni che intendo io son completamente diverse da quelle che intendono sti signori.

Io entro in chat e leggo in pubblica, a volte sorrido, a volte l’argomento mi crea un momento di riflessione, molte volte son tentata di dire la mia, ma poi desisto, forse sbagliando, chissà.

I miei pvt sono aperti, magari anche per una sana e piacevole conversazione, ma ahimè, è una chimera.

Sta gente mentre ti porge le prime tre domande, come ti chiami?, di dove sei? Come va?...ha già sbottonata la patta ed è pronta per la “pippa” quotidiana, la qual cosa si evince nelle domande successive, sei a casa? Sola? Come sei vestita? Come sei?

Mi viene spontaneo chiedere, scusi ma che cerca? E qui si apre un mondo, chi ti dice nulla cosi, chi risponde un pò di chiacchiere, chi invece cerca “evasione”…chi addirittura chiude e scappa, magari ripresentandosi con i/il nik di riserva per insultarti.

Al che , chiedo scusa, ma mi sento in dovere, verso me stessa, di bloccare quel nik, e non credo sia una colpa o un atto di arrogante presunzione.

 

...ecco la legge dei maschi (è un eufemismo!) in chatt....

 

 

 

e quindi via insulti e cambi di nik per sfogare la loro frustrazione....per non parlare poi di quelli che si presentano con nik femminili sperando in non so cosa, dei psicologi...o psichiatri, che per forza devono analizzarti. E per finire poi sti vecchi bavosi che si ostinano a riempirti di...ti faccio questo e quello....ma a chi? ma se non lo trovate nemmeno quando dovete espletare un bisogno fisiologico....e i gentiloni....tutti accomodanti, che prendono la questione alla larga, si interessano a te, alla tua vita.....e quando han finito le prime tre domande del manuale( di dove sei, sposata?, che fai di bello)....ecco il vero volto, ma come sei fisicamente, ti descrivi, hai telegram....certo certo....e poi ci sono quelli che se per sbaglio o per educazione rispondi al saluto, e al secondo contatto (domanda) impieghi più di tre secondi a rispondere iniziano con i ..ci sei...sparita....., e certo cavolo io ero li apposta, aspettavo proprio te....ma chi sei? ma che vuoi? ma chi ti ha chiamato?

Quelli che cambiano stato civile a seconda del tuo, single e pure loro single, sposata e pure loro sposati. Quelli che dopo un brevissimo scambio di informazioni, mie a loro, quando gli fai capire che non c'è "trippa per il gatto" ti lasciano cosi appesa con un laconico...."peccato", quasi a voler intendere..non sai che ti sei persa.

Quelli che ti riempiono di domande, e quando ribatti "ma che importanza ha?" la risposta ti lascia senza parole..." nessuna importanza"....azz....e allora che cavolo me lo chiedi a fare??? ma capisco l'importanza, son domande che devono riempire il tempo tra il "ciao" e il loro essere reali...

E poi ci sono gli imbecilli, entrano con l'insulto del momento e scappano, magari cambiano nik e ci riprovano...e riscappano, e questo è il loro gioco preferito, e non sono definibili nemmeno per età, perchè è gente nata stupida e morirà stupida e magari un giorno la scienza scoprirà un farmaco per il cancro, ma loro, loro resteranno sempre stupidi perchè non c'è e mai ci sarà nessuna cura contro la stupidità.

E siccome tutto questo può sembrare inverosimile ed esagerato, nei prossimi giorni, se ne avrò voglia,  posterò le conversazioni fedeli che dimostreranno quanto detto, una specie di vetrina....

 

Ma per favore, nemmeno vi rendete conto di quanto siete ridicoli!

Le scimmie son scese dagli alberi 2000 anni fa, ma voi li siete restati....( vero bruce willis..? )

 

 

 

 

 

 

 

Maschio medio in chat, e vi ho trattati bene!

da dove dgt?(cominciamo bene! non ha letto il mio profilo) sposata?(ostinato! continua a non leggerlo!)come ti chiami?(l'unica domanda intelligente che ti viene posta semmai si ricorda di farla!) che bel nome il tuo(magari ti chiami come la trisavola di tua nonna! BUGIARDO!)

Parlami di te(e tu pensi farà lo psicologo?)ma le domande che ti giungono subito dopo sono le seguenti: quanto sei alta? di che colore hai gli occhi, sei una bionda o castana?(ah ecco che lavoro fa! ufficio anagrafe!) hai skype e la cam? (ce l'ha anche mio nonno per chattare con la nonnina di turno!) mi mandi una tua foto?(ma quanti lavori fa questo?!) posso sentire la tua voce?(capito! otorinolaringoiatra!) che ne dici di bere un caffè insieme? e qui scatta il mio pensiero più positivo nei suoi confronti...ma ti pare che potrei rovinare il momento più bello della giornata, quello di un buon caffè, con te che oltre a non avere un volto, non hai nemmeno un CERVELLO?

 

 

 

 

"L'ignoranza è una patologia che colpisce molte persone.

I sintomi sono: la cattiveria, la presunzione, l'invidia

e la cattiva educazione. "

 

Antonio de Curtis in arte " Totò "

 

 

 

 

 

 

ecco gli uomini della chatt.....

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ad una certa età, non si cerca più la favola,

ma la follia!

 

 

 

 

 

 

Chissà quanta follia deve passare nelle menti di coloro che osano innamorarsi.

A. Ammendola

, , , , , , , , , , , , ,