Libero

Sevall

  • Uomo
  • 51
  • Novara
Capricorno

Mi trovi anche qui

ultimo accesso: 06 settembre

Ultime visite

Visite al Profilo 6

Bacheca

Questa Bacheca è ancora vuota. Invita Sevall a scrivere un Post!

Mi descrivo

Un bastardo..................quando serve! Dolcezza e determinazione nella giusta miscella. To be known..........

Su di me

Situazione sentimentale

-

Lingue conosciute

Inglese, Spagnolo, Francese

I miei pregi

Ditemelo voi........

I miei difetti

Tanti.............

Amo & Odio

Tre cose che amo

  1. Donne vere
  2. Birra scura in compagnia
  3. CURVA NORD

Tre cose che odio

  1. Ipocriti
  2. Pettegolezzi
  3. Ruffiani

I miei interessi

Vacanze Ok!

  • Prendo l'auto e parto

Vacanze Ko!

  • Tour organizzato
  • Passioni

    • Lettura
    • Musica

    Musica

    • Rock
    • Hip hop

    Cucina

    • Piatti italiani
    • Tex & mex

    Libri

    • Gialli
    • Narrativa

    Sport

    • Arti marziali
    • Calcio e calcetto
    • Nuoto

    Film

    • Azione
    • Thriller

    Libro preferito

    Il vecchio e il mare

    Meta dei sogni

    Atolli del Pacifico, Irlanda e Scozia

    Film preferito

    300 guerrieri

    L'AQUILA ROMANA

     

    TRILUSSA

    L'ingiustizzie der monno
     
    Quanno che senti di' "cleptomania"
    è segno ch'è un signore ch'ha rubbato:
    er ladro ricco è sempre un ammalato
    e er furto che commette è una pazzia.
     
    Ma se domani è un povero affamato
    che rubba una pagnotta e scappa via
    pe' lui nun c'è nessuna malatia
    che j'impedisca d'esse condannato!
     
    Così va er monno! L'antra settimana
    che Yeta se n'agnede cór sartore1
    tutta la gente disse: - È una puttana. -
     
    Ma la duchessa, che scappò in America
    cór cammeriere de l'ambasciatore,
    - Povera donna! - dissero - È un'isterica!...
     
    1) Fuggì col sarto.

    IL GOVERNO ITALIANO......

    Buonanotte all'Italia!!!

    CHE BRUTTA FINE!

    Er ministro novo

     
    Guardelo quant'è bello! Dar saluto
    pare che sia una vittima e che dica:
    - Io veramente nun ciambivo mica;
    è stato proprio el Re che l'ha voluto! -
     
    Che faccia tosta, Dio lo benedica!
    Mó dà la corpa ar Re, ma s'è saputo
    quanto ha intrigato, quanto ha combattuto...
    Je n'è costata poca de fatica!
     
    Mó va gonfio, impettito, a panza avanti:
    nun pare più, dar modo che cammina,
    ch'ha dovuto inchinasse a tanti e tanti...
     
    Inchini e inchini: ha fatto sempre un'arte!
    Che novità sarà pe' quela schina1
    de sentisse piegà dall'antra parte!

    TRILUSSA 1925

    NER CORE MIO

    SPLENDIDO TRILUSSA

    La Lucciola
     
    La Luna piena minchionò la Lucciola:
    - Sarà l'effetto de l'economia,
    ma quel lume che porti è debboluccio...
    - Sì, - disse quella - ma la luce è mia!
    , , , , , , , , , , , , ,