Libero

flyingonthesea

  • Uomo
  • 48
  • Torino
Cancro

Mi trovi anche qui

ultimo accesso: più di un mese fa

Amici

flyingonthesea non ha ancora amici. Chiedi l'amicizia prima di tutti!

Bacheca

Questa Bacheca è ancora vuota. Invita flyingonthesea a scrivere un Post!

Mi descrivo

Sempre camminerò su queste spiagge tra sabbia e schiuma. L’alta marea cancellerà le mie impronte e il vento dissolverà la schiuma, ma mare e spiaggia rimarranno sempre. (Kahlil Gibran)

Su di me

Situazione sentimentale

single

Lingue conosciute

Inglese

I miei pregi

...

I miei difetti

zitello...

Amo & Odio

Tre cose che amo

  1. mari e oceani
  2. viaggiare
  3. arte e armi

Tre cose che odio

  1. viltà e ipocrisia
  2. maleducazione
  3. fumo

I miei interessi

Vacanze Ok!

  • Spiagge incontaminate

Vacanze Ko!

  • Enogastronomia
  • Passioni

    • Viaggi
    • Arte
    • Sport

    Musica

    • Soul
    • Rock

    Cucina

    • Piatti italiani
    • Fusion

    Libri

    • Saggi

    Sport

    • Tennis
    • Sci
    • Beach volley

    Film

    • Azione
    • Thriller

    Libro preferito

    Di tutto un po\'...

    Meta dei sogni

    Isole tropicali in generale, Australia e Nuova Zelanda

    Film preferito

    Al di là dei sogni

    Gabbiani...

    Garcia Lorca

    La luce, questo fuoco che divora.
    Questo paesaggio grigio che m'attornia.
    Questa pena per una sola idea.
    Quest'angoscia di cielo, terra e d'ora.
    Questo pianto di sangue che decora
    lira senza timbro, torcia senza presa
    Questo peso del mare che mi frusta.
    Questo scorpione che attende entro di me.
    Ghirlanda d'amore, letto di ferito
    sono e di insonne, sogno la presenza
    tua nel fondo in rovina del mio petto;
    e se ricerco una vetta di prudenza
    il tuo cuore mi dà una valle densa
    di cicuta e passione d'aspra scienza.

    Alba Rossa

     

    Louise Labé

    Da che m’avvelenò crudele Amore
    la prima volta il petto col suo fuoco,
    sempre io arsi al suo furor divino
    che non un giorno abbandonò il mio cuore.

    Qual sia fatica,e molte me ne diede,
    qual sia minaccia  e prossima rovina,
    o idea di morte che di tutto è fine,
    di nulla il cuore acceso si sorprese.

    Più l’Amore ci assale duramente
    e più ci fa raccogliere le forze
    e sempre freschi alle sue lotte rende:

    ma non perché ci vuole favorire,
    lui che disprezza uomini e Divini,
    ma per parer più forte contro i forti.

    Pablo Neruda (per me)

    Lentamente muore chi diventa schiavo dell'abitudine, ripetendo ogni
      giorno gli stessi percorsi,
      chi non cambia la marcia,
      chi non rischia e cambia colore dei vestiti,
      chi non parla a chi non conosce.
      Muore lentamente chi evita una passione,
      chi preferisce il nero su bianco
      e i puntini sulle "i" piuttosto che un insieme di emozioni,
      proprio quelle che fanno brillare gli occhi, quelle che
      fanno di uno sbadiglio un sorriso, quelle che fanno battere il cuore
    davanti all'errore e ai sentimenti.
      Lentamente muore chi non capovolge il tavolo,
      chi e' infelice sul lavoro,
      chi non rischia la certezza per l'incertezza per inseguire un sogno,
       chi non si permette almeno una volta nella vita di fuggire ai
    consigli sensati.
      Lentamente muore chi non viaggia,
      chi non legge,
      chi non ascolta musica, chi non trova grazia in se stesso.
      Muore lentamente chi distrugge l'amor proprio, chi non si lascia
      aiutare; chi passa i giorni a lamentarsi della propria sfortuna o
      della pioggia incessante.
      Lentamente muore chi abbandona un progetto prima di iniziarlo,
      chi non fa domande sugli argomenti che non conosce, chi non
      risponde quando gli chiedono qualcosa che conosce.
      Evitiamo la morte a piccole dosi, ricordando sempre che essere
      vivo richiede uno sforzo di gran lunga maggiore del semplice fatto
      di respirare.
      Soltanto l'ardente pazienza porterà al raggiungimento di una
      splendida felicità.

    Alda Merini

    ...riottoso ad ogni tipo di amore

    sei entrata tu a invadere il mio silenzio

    e non so dove tu abbia visto le mie carni

    per desiderarle tanto.

    E non so perché tu abbia avuto il mio corpo

    per poi andartene

    con il grido dell'ultima morte.

    Se mi avessi strappato il cuore

    o tolto l'unico arto che mi fa male

    o scollato le mie giunture

    non avrei sofferto tanto

    come quando tu un giorno insperato

    mi hai tolto la pelle dell'anima.

    Nel cielo...

    Il Gabbiano 02 da MrGreco.

    Gabbiano Reale

    Gabbiano Comune

    Vincenzo Cardarelli

    Gabbiani

    Non so dove i gabbiani abbiano il  nido,
    ove trovino pace.
    Io son come loro,
    in perpetuo volo.
    La vita la sfioro
    Com'essi l'acqua ad acciuffare il cibo.
    E come forse anch'essi amo la quiete,
    la gran quiete marina ,
    ma il mio destino è vivere
    balenando in burrasca.

    In volo...

    Al tramonto...

    Gabbiani in blu...

    Gabbiani in rada

    , , , , , , , , , , , , ,