Libero

looper8

  • Uomo
  • 8
  • Not here
Pesci

Mi trovi anche qui

ultimo accesso: 3 ore fa

Amici0

looper8 non ha ancora amici. Chiedi l'amicizia prima di tutti!

Bacheca

Questa Bacheca è ancora vuota. Invita looper8 a scrivere un Post!

Mi descrivo

Quae est pretium

Su di me

Situazione sentimentale

-

Lingue conosciute

-

I miei pregi

-

I miei difetti

-

Amo & Odio

Tre cose che amo

  1. nessuna
  2. nessuna
  3. nessuna

Tre cose che odio

  1. nessuna
  2. nessuna
  3. nessuna

Tutti sanno che non è possibile vivere nel futuro ma pochi sanno che non è possibile vivere neppure nel presente, se non con 80 millisecondi di ritardo. Questo è il tempo impiegato dal nostro cervello per trasmettere ed elaborare ciascuna informazione che assorbe. Ogni volta che apriamo gli occhi e lasciamo che il mondo vi entri in realtà non stiamo vedendo quel che osserviamo con lo sguardo ma quello che il nostro cervello ci mostra con 80 ms di ritardo. Quando pensiamo di "vivere il momento" in realtà è già passato. Pertanto se ciò che stiamo vivendo in questo momento non è il presente, ma l'elaborazione del passato che talvolta viene addirittura ignorato dal cervello in modo da fornire un insieme di dati più equilibrato data l'enorme mole di informazioni (se ce le restituisse tutte vivremmo un inferno), come possiamo fidarci di ciò che ricordiamo ? Come possiamo fidarci di quello che abbiamo visto ? Talvolta le costruzioni retroattive che il cervello crea per noi sono addirittura sbagliate. 

 

Non stiamo pilotando questo corpo ma possiamo solo assistere allo spettacolo di tanti meccanismi accaduti prima che ne fossimo coscienti, legati alla cosiddetta "predizione neurale". Il nostro cervello predice ciò che accade in modo da darci la sensazione di vivere nel presente (questa previsione è anche ciò che causa illusioni ottiche). 

Immaginiamo di guidare la nostra auto. Quello che proviamo è "sto guidando la macchina" ma in realtà le nostre mani sterzano, si muovono, si adattano prima ancora che lo si possa realmente percepire. Quando raccogliamo una palla quelle stesse mani hanno fatto il lavoro ancor prima di conoscerlo in quanto la conoscenza è il risultato post-elaborazione del cervello e dunque con 80 ms di ritardo. Quando ascoltiamo qualcuno che parla, le sue parole sono terminate prima che la nosta percezione se ne sia accorta. 

E quando ci sembra di baciare qualcuno in realtà lo avevamo già fatto 80 ms prima...

looper8

 

, , , , , , , , , , , , ,