Libero

storyteller84

  • Uomo
  • 36
  • Altra
Vergine

Mi trovi anche qui

ultimo accesso: più di un mese fa

Amici0

storyteller84 non ha ancora amici. Chiedi l'amicizia prima di tutti!

Ultime visite

Visite al Profilo 6

Bacheca

Questa Bacheca è ancora vuota. Invita storyteller84 a scrivere un Post!

Mi descrivo

Ciao

Su di me

Situazione sentimentale

sposato/a

Lingue conosciute

Inglese, Spagnolo

I miei pregi

-

I miei difetti

-

Amo & Odio

Tre cose che amo

  1. scrivere
  2. viaggi, avventure e montagna
  3. sport, cinema e musica

Tre cose che odio

  1. la noia
  2. nessuna
  3. nessuna

I miei interessi

Vacanze Ok!

  • Avventura

Passioni

  • Trekking
  • Viaggi

Musica

  • Rock

Sport

  • Basket
  • Tennis
  • Trekking

Meta dei sogni

Irlanda e Scozia, Spagna e Portogallo


Oltre l'est, il sole. Oltre l'ovest, il mare. E nel mezzo, tra l'est e l'ovest, la sete del viaggiatore, che non mi dà pace...
                                                         Gerald Gould


Floribert da un pezzo non poetava più.
Quando, allorchè il vento di ponente passava soffiando sul fiume e sul giallo Ried, egli stava ad osservare i monti azzurri e l'andare delle nuvole, e quando, la sera, sentiva oscillare nel buio gli alti alberi del vetusto parco, pensava a lunghi poemi che però non avevano parole, e mai avrebbero potuto essere messi su carta.
Queste sue composizioni, Floribert non poteva nè dirle nè cantarle, appunto perchè erano senza parole, ma a volte, soprattutto la sera, le sognava e le sentiva, ed in tali sogni del poeta albergavano una bellezza ed una grazia che invano si cercherebbero nelle cose concrete...
                                                                                    H. Hesse

Pensieri


Dolci sono i pensieri che inseguono la mente di un poeta,
Come nuvole iridescienti traversate da una stella
Che occhieggia luminosa indicando la meta;
Lo trascinano, lo stregano; con più dolcezza
Dell'incenso che sale lungo la catena tesa
Di un turibolo ardente, con più dolcezza
Del piccolo turbine giallo alzato dall'ape nella brezza
Quando punge il petto pollinoso delle primule.
Le loro delicate ali disegnano un racconto:
Fragili dita che giocano con fila pendule
Di una ragnatela effimera; in un tramonto
Di ambra infuocata, vele di garza incendiata.
Nati dai morbidi sospiri del vento, i mormorii
Che la primavera per tutta la sera ascolta.

                                               T.L. Beddoes

Nella mia arte scontrosa o mestiere


Nella mia arte scontrosa o mestiere
Praticata nel silenzio notturno
Quando soltanto la luna infuria
E gli amanti giacciono nel letto
Con tutti i loro affanni tra le braccia,
Io mi affatico a una luce che canta
Non per pane o per ambizione
Nè per pavoneggiarmi e vendere fascino
Sui palcoscenici d'avorio,
Ma per il comune salario
Del loro più intimo cuore.

Non per il superbo che s'apparta
Dalla luna che infuria io scrivo
Su questi labili spruzzi di pagine
Nè per i morti che torreggiano
Con i loro usignoli e i loro salmi,
Ma per gli amanti, che abbracciano
Tutte le angosce dei secoli,
Che non pagano lodi nè salario
E non si curano del mio mestiere o arte.

                                            Dylan Thomas
, , , , , , , , , , , , ,