Libero

M_J_C

  • Donna
  • 46
  • Estero
Capricorno

Mi trovi anche qui

ultimo accesso: più di un mese fa

Amici

M_J_C non ha ancora amici. Chiedi l'amicizia prima di tutti!

Ultime visite

Visite al Profilo 30

Bacheca

Questa Bacheca è ancora vuota. Invita M_J_C a scrivere un Post!

Mi descrivo

Scrittrice: Godo della cattiva reputazione che circonda la cattegoria.

Su di me

Situazione sentimentale

-

Lingue conosciute

-

I miei pregi

-

I miei difetti

-

Amo & Odio

Tre cose che amo

  1. nessuna
  2. nessuna
  3. nessuna

Tre cose che odio

  1. nessuna
  2. nessuna
  3. nessuna

curami con l’oppio dei tuoi occhi
il male dell’ora che inietta in me la morte
che si scalda i muscoli con i brividi sulla schiena
mentre cerco di afferrarti per la mia dose
un bacio
dammi qualcosa d’immortale per cui cambiare
oxycodone metadone eroina
disintossicami dal traffico nei tuoi sogni
che vorrei non abitare da estraneo
entra nella mia pressione sanguigna
espelli le cellule senza il tuo nome dal mio corpo
divorami dall’ugola dell’amore le parole
su cui fuma sto stupido cuore preso dai suoi battiti

dammi un tocco d’onnipotenza
scambia la mia pena con un momento di gioia
divorami
divorami tutto il dentro
poi vomitalo sul cielo così che piova
ogni più assurdo metallo
ogni più pesante pietra
qualunque cosa schiacci questi ossi
dove ti nascondo quando non ritorni
dove ti posseggo quando sei sola
dove smetto di essere un verme e divento un Dio
ma solo per poche ore

cerca nelle controindicazioni la sequenza
per il sovradosaggio d’amore
togliti dall’ombra della febbre che mi consuma
in alternativa lasciami un paracadute di sogni

Da “caste virtù nutrite con legno e tarli per dare leggenda – poesia sperimentale”

Ci sono posti o cose visibili soltanto ai sognatori.
 
(Ermione di Lorenor)

https://c4.staticflickr.com/8/7411/10425338356_89a8cc56de_h.jpg

 Strong ideals are not a gift of fortune but a way of faith.

  https://c2.staticflickr.com/4/3014/2918831682_741e708582_b.jpg



La notte è bella vista da sotto l’orizzonte appena curva il cielo,
quando lei indossa la scarpetta di cristallo per il ballo di mezzanotte,
appena lui si servirà della forza per baciarle le labbra lucide di frutti,
per prometterle il per sempre della vita.
Così di notte t’inventi un regno per un lontano castello,
scheletri in maschera per un gran ballo di corte,
calessi d’argento trainati da cavalli unicorni,
armonie struggenti che irrompano fulmine nell’anima.
La notte è per le Cenerentole pronte a fuggire dalle città,
per principi che hanno perduto il diritto di vela sugli oceani del credo,
per i vagabondi nascosti nell’immondo dove brillano i sogni
è per tutto quello che vuole il buon buio da cui vedere fiamma.

Da “caste virtù nutrite con legno e tarli per dare leggenda – poesia sperimentale”
 

 

Link Preferiti

, , , , , , , , , , , , ,