Libero

margotfleur

  • Donna
  • 1
  • vatelapesca
Capricorno

Mi trovi anche qui

ultimo accesso: 01 gennaio

Profilo BACHECA 172

margotfleur 01 gennaio

Primo proposito,

rinnovabile 365 giorni all’anno:

commettere errori di felicità.

 

Ti piace?
margotfleur 01 gennaio

 

ma si un miracolo spetta a tutti...

Ti piace?
margotfleur più di un mese fa

nessuno si permetta di offendere e tanto meno picchiare chi 

la pensa diversamente, nessun obbligo nello sperimentale.

non credere nel siero non è essere novax

Per Bassetti gli insegnanti non vaccinati negativi al tampone (quindi sani) non dovrebbero insegnare in presenza,

quelli vaccinati e positivi (quindi contagiosi) sì.

Detto da uno che fa l’infettivologo è veramente una

garanzia sul suo operato.

Ti piace?
margotfleur più di un mese fa

 

 

Da bambini giocavamo a nascondino,

ti giravi, contavi e le persone sparivano.

Da grandi anche, ma non si gioca più...soffri

Ti piace?
margotfleur più di un mese fa

era ed è il medioevo.....

 

-Tutti i cittadini devono pregare cinque volte al giorno.

Se durante l’ora della preghiera verrete sorpresi in altre attività, sarete bastonati.

-Tutti gli uomini devono portare la barba. La lunghezza prescritta è di almeno un palmo sotto il mento. Se non vi conformerete a questa disposizione, sarete bastonati.

-Tutti i ragazzi devono portare il turbante.

Gli scolari delle scuole elementari porteranno il turbante nero, quelli delle scuole superiori bianco.

-Tutti gli studenti devono indossare abiti islamici. Le camicie devono essere abbottonate sino al collo.

È proibito cantare.

È proibito danzare.

È proibito giocare a carte, giocare a scacchi, giocare d’azzardo e far volare gli aquiloni.

È proibito scrivere libri, guardare film e dipingere. Se tenete in casa dei parrocchetti, sarete bastonati e i vostri uccelli verranno uccisi.

Se rubate, vi sarà tagliata la mano al polso.

Se tornate a rubare vi sarà tagliato il piede.

Se non siete musulmani, non dovete praticare la vostra religione in luoghi dove potete essere visti da musulmani.

Se disubbidite, sarete bastonati e imprigionati.

Se verrete sorpresi a convertire un musulmano alla vostra fede, sarete giustiziati.

Donne, attenzione: dovete stare dentro casa a qualsiasi ora del giorno. Non è decoroso per una donna vagare oziosamente per le strade. Se uscite, dovete essere accompagnate da un mahram, un parente di sesso maschile. La donna che verrà sorpresa da sola per la strada sarà bastonata e rispedita a casa.

Non dovete mostrare il volto in nessuna circostanza.

Quando uscite, dovete indossare il burqa. Altrimenti verrete duramente percosse. Sono proibiti i cosmetici. Sono proibiti i gioielli. Non dovete indossare abiti attraenti.

Non dovete parlare se non per rispondere.

Non dovete guardare negli occhi gli uomini.

Non dovete ridere in pubblico.

In caso contrario verrete bastonate.

I colori del giorno lentamente si sciolsero nel grigio e le cime delle montagne lontane divennero sagome confuse di giganti accovacciati.”

Mille splendidi soli   Khaled Hosseini

Ti piace?
margotfleur più di un mese fa

chi non è stato educato bene.. si comporta senza valutare la portata

di gesti e parole.

 

Ti piace?
margotfleur più di un mese fa

 

   

– Ti sei fatta crescere i capelli.

– Così pare.

– Ce li avevi corti quando stavi con me.

– Lo so.

– Stai bene, comunque.

– Grazie.

– Sei proprio bella.

– Non dovresti dirmelo. Sono la tua ex.

– Posso dirtelo. Ti ho amato.

Sul suo viso comparve una smorfia:

– Mo, affatto.

Ti ho amato perché… in realtà non lo so perché.

– Come sarebbe a dire che non sai perché?

– Che tu eri… non lo so.

Ci fu un attimo di silenzio, poi lei finalmente sorrise:

– Io ti amavo.

Tu non l’hai mai capito ma io ti amavo.

– Tu non me l’hai mai detto.

– Hai ragione.

Ti ho detto molte altre cose ma non quella.

– Mi hai detto che ero un coglione, che ti trattavo male, che ero immaturo…

Sbuffò: - Dio mio, lo sai che non lo pensavo davvero.

– E che pensavi davvero?

– Che eri fantastico. Avevi quel modo tutto tuo di vedere le cose e io amavo quel tuo modo di vedere le cose.

Eri adorabile quando mi sorridevi dall’altra parte della strada e quando mi accarezzavi la guancia appena mi vedevi giù di morale.

Eri dolcissimo quando mi permettevi di stare tra le tue braccia e sai io odiavo sentirmi piccola ma quando mi stringevi mi sentivo minuscola e stavo comunque benissimo nei tuoi abbracci ed eri straordinario quando stavi ad ascoltare le mie paturnie sconnesse come stai facendo ora…

Si fermò per un istante con le lacrime agli occhi, poi lo guardò e la voce le tremava mentre pronunciava quelle parole:

– E come ora mi sorridevi.

Solo che poi mi baciavi e mi dicevi che andava tutto bene.

Fu un attimo.

Un attimo in cui lui la baciò.

E le disse: Va tutto bene.

Lei fece un respiro profondo.

– Non avresti dovuto farlo. Sono la tua ex.

– Sai perché ti ho amato?

– No.

– Perché era impossibile non farlo.

Eri qualcosa che non riuscivo a capire e quando ci provavo mi perdevo.

E quando mi perdevo trovavo i tuoi occhi e loro mi guardavano sempre con un amore sconfinato, non importava quanto io fossi stronzo o quanto ti facessi incazzare o piangere, i tuoi occhi continuavano sempre ad amarmi.

Io ti amavo perché eri forte, piccola.

Tu pensavi sempre che fossi io a proteggere te e invece eri tu a proteggere me.

Io non ti ho mai protetto.

E tu non hai idea…

non hai idea di quante volte mi sono odiato.

Mi sono odiato tutte le volte in cui non ti difendevo e non ti dicevo di amarti.

Tu non mi dicevi di amarmi ma io sapevo che mi amavi. Io non ti dicevo di amarti ma ti amavo.

Tu lo sapevi?

Il sorriso della donna era triste:

No.

– Ma ti amavo.

Davvero.

– Se l’avessi saputo non mi sarei arresa con te.

– Quindi adesso saremmo ancora insieme?

– Io sono ancora con te.

– Ma stai con lui.

– E tu stai con lei.

– Ma sono con te.

Lei sospirò:

Non fa niente.

Siamo andati oltre il nostro amore.

– Non lo so.

Siamo ancora qui.

– Non siamo più quelli che eravamo.

– Hai ragione.

Hai i capelli più lunghi.

Finalmente lei rise.

E lui non riuscì a non dirglielo:

Il tuo sorriso è sempre lo stesso, però.

Il suo sguardo si fece serio in quello di lui:

Anche la tua capacità di farmi sorridere è sempre la stessa.

– Vuoi sapere la verità?

– Sì.

– Anche il mio amore per te è rimasto lo stesso.

– Vuoi sapere la verità?

– Sì.

– Li vedi i miei occhi?

Si guardarono.

– Li vedo.

– Non lo capisci?

– Che cosa?

– Hai detto che ti guardavano con un amore sconfinato.

– Sì.

– Neanche loro sono cambiati.

Ti stanno guardando ancora così.

(Walt Whitman)

Ti piace?
margotfleur più di un mese fa

Due pezzi di puzzle.

Fatti l’uno per l’altro.

Da qualche parte del cielo un vecchio signore,

in quell’istante, li aveva finalmente ritrovati.

 

Ti piace?
margotfleur più di un mese fa

Scegli sempre chi ovunque vada porti con se una parte di te .

 

Vorrei esserti

silenzio, parola, mancanza.

Vorrei esserti

bacio, abbraccio, carezza.

Vorrei esserti…

Il silenzio che ti bacia

non le labbra, ma il cuore.

La parola che ti abbraccia

non il corpo, ma la mente.

La mancanza che ti carezza

non la pelle, ma l'anima.

Semplicemente…

Vorrei esserti.

Ti piace?
, , , , , , , , , , , , ,