Libero

BastetDea

  • Donna
  • 44
  • Varese
Vergine

Mi trovi anche qui

ultimo accesso: 08 ottobre

Ultime visite

Visite al Profilo 21.319

Bacheca

Questa Bacheca è ancora vuota. Invita BastetDea a scrivere un Post!

Mi descrivo

Sono una persona seria, mi piace avere la battuta pronta e sono auto ironica, gentile, introversa con chi non sa mettermi a mio agio, per il resto mi piace parlare di un po di tutto, tranne che di calcio o nulla su cui si può diventare fanatici in generale. E per la cronaca non cerco amanti. In questo profilo io Spiego chi è Bastet, non chi sono io. Non accetto inviti a cena Il fatto che il mio profilo sia suggestivo, non vuole dire che cerco avventure.

Su di me

Situazione sentimentale

sposato/a

Lingue conosciute

-

I miei pregi

Cosi tanti che elencarli darebbe l\'impressione di decantarsi da sola. Ogni uno saprà quali sa apprezzare o meno conoscendomi. Consapevole di non essere l\'unica donna sul pianeta. Ma pienamente consapevole del mio valore personale.

I miei difetti

I miei pregi che diventano difetti se si rivelano in distonia con il momento contingente.

Amo & Odio

Tre cose che amo

  1. Pignattare , dormire, cucinare e mangiare
  2. gli uomini che sanno cucinare, la Natura, animali
  3. la musica, ballare istintivamente, il paranormale

Tre cose che odio

  1. i bugiardi, i manipolatori
  2. gli arroganti, i vanesi
  3. i prepotenti, i violentatori di ogni genere

I miei interessi

Vacanze Ko!

  • Città d'arte
  • Passioni

    • Musica
    • Fotografia

    Musica

    • Folk
    • Disco

    Cucina

    • Piatti italiani

    Libri

    • Saggi
    • Psicologia

    Sport

    • Nuoto

    Film

    • Fantasy
    • Fantascienza

    Meta dei sogni

    Irlanda e Scozia, Caraibi

    Sessualità femminile

    Erotismo femminile - Parte 2

    Io sono pagana.

    Le rocce, il vento, i ruscelli, gli animali sono miei fratelli. In loro si completa la mia vita. In loro è presente la scintilla divina che guida il mio spirito. Riconosco gli alberi come mio rifugio, come mia fortezza. Ogni volta che piango sono loro ad asciugare le mie lacrime con il lieve tocco del cuore. I loro tronchi sono il mio appoggio quando sono stanca, la loro linfa è il simbolo del continuo fluire del rinnovamento, su me e la mia pelle. Sono la mia capanna dell’anima, dove mi rifugio ogni volta che la pioggia cade troppo forte e il vento porta via le foglie dal sentiero.

    io sono pagana 2

    Io sono pagana. Riconosco un Dio e una Dea, in loro la mia vita, per loro la mia vita. Non conosco i loro nomi perché sono abituata a chiamarli con tutti i nomi del mondo. Loro sempre rispondono anche se la mia voce è solo un sussurro, un sospiro. Loro le mie labbra, loro il mio cuore. Mi insegnano infinito amore e abbandono per la fiammata che sento dentro ogni giorno, l’esistenza. Mi donano la paura ed il dubbio, perché io possa chiedere a me stessa e trovare le risposte. Mi donano il dolore e la sofferenza perché io possa crescere nel faticoso cammino della vita, imparando ogni lezione che a me sarà posta. Mi donano la fantasia e l’eclettismo perché io possa amare me stessa giorno dopo giorno, cambiando forma, mutando umore, essendo donna.

    io sono pagana 3

    Celebro il mutare delle stagioni. Attraverso l’anno tenendo per mano la Madre nei suoi percorsi di luce, di ghiaccio, di sangue e di rugiada. Onoro il rinnovamento della vita, l’inizio della crescita, la rinascita dei germogli, l’amore e la passione, il primo biondo raccolto, la fruttificazione, l’ultimo raccolto d’arancio, la fine e il passaggio. Le stagioni si posano sulla mia pelle come organza, imprimendo i loro forti odori nelle mie narici, i loro sapori sulla mia lingua, i loro colori nei miei occhi. Mille e ancora mille tesori a me svelati. Io sono pagana. Venero la luna. Il lei rivedo me stessa, lei è madre, sorella ed amante. Lei è consigliera, tormento e soffio di antico. Lei segue i miei cicli, lei influenza le mie maree, lei è padrona della mia femminilità. Sono una sua sacerdotessa, indosso il suo manto bianco e incostante, coloro le mie gote di vino rubicondo, quando il suo volto diviene rotondo. Sono una bambina che si culla nel suo spicchio quando torna giovane in me e si rivolge ad ovest. Sono l’anziana che in lei si riposa quando inizia a svanire verso est. Sono la notte più scura che l’accoglie nera e superba quando smette di illuminare il cielo e le sue figlie. Io sono pagana. Ho imparato ad amare. Ho insegnato a me stessa l’armonia, ricercandola come meta proibita. Ho imparato che tutto quello che dono, si trasforma nella mia vita in ricevuto. Ho imparato che il male che faccio, si trasforma in dolore che dovrò scontare. Ho imparato a sbagliare e rialzarmi. Ho imparato che ogni goccia del mio sangue grida un inno alla vita, perché io sono, perché io amo. Perché io sono una strega.

    Bastet la sublime

    Chi è Bastet

    Bastet è indicata figlia di Ra, oltre che come uno dei suoi “occhi”, ossia che veniva inviata per annientare i nemici dell’Egitto e dei suoi dei.
    È una dea dal duplice aspetto, pacifico e terribile: nella sua forma di gatta o di donna gatto è la dea benevola, protettrice dell’umanità, dea della gioia e delle partorienti; nel suo aspetto feroce è nota per le sue collere, rappresentata con testa leonina, ed identificata con Sekhmet, la Possente, dea della guerra (oltre che della medicina). Come tutti i felini è attraente e pericolosa assieme, dolce e crudele: è il simbolo della femminilità, la protettrice del focolare e della maternità, ma è anche pronta a lottare quotidianamente col serpente Apophis, colui che contrasta la corsa della barca solare e delle forze benigne della creazione. In una delle tombe della valle delle regine è raffigurata portando dei coltelli per proteggere il figlio del re, e si dice che abbia partorito ed allattato il faraone, del quale sarebbe la dea protettrice.

    sekhmet la guerriera

    Narra una legenda su Bastet

    Una leggenda dice che Ra, offeso dall’umanità, inviò Hathor per punirla e sterminarla; la dea, una volta assunta la forma di Sekhmet, iniziò la strage; in seguito Ra, mosso a più miti consigli anche dagli altri dei, cercò di richiamare la dea furiosa: a questo scopo fece preparare della birra mischiata con ocra rossa per avere una liquido simile al sangue, e lo fece versare sul terreno. Sekhmet lo vide e lo bevve, ed ubriaca si addormentò, calmandosi. Passata la collera la dea assunse la forma di Bastet; un’altra variante del mito afferma che Bastet si bagnò nel Nilo e che in seguito tornò a Bubastis: sembra i devoti egiziani ripercorressero questo viaggio in onore della dea e come venerazione per i gatti.

    I riti in onore di Bastet erano incentrati sull’idea della purificazione e la profumazione, con riferimento alla purificazione femminile durante il ciclo mestruale.
    Dopo la fine della lunga era faraonica furono scoperte moltissime statue di Bastet, adorne di ori, con le code che accompagnano il corpo girate verso destra, doni, profumi e tesori.

    Segno Vergine caratteristiche

    Vergine
    Caratteristiche generali

    Il pianeta dominante del segno della Vergine è Mercurio. I nati della Vergine sono precisi, pignoli, efficienti, severi e razionali. In genere danno molta importanza al denaro e, anche se preferiscono vivere senza farsi mancare nulla, odiano gli sprechi. Sono amanti della casa che arredano in modo sobrio e con gusto e dell'ordine quasi maniacale. Pur avendo spesso bisogno di complimenti in quanto fondamentalmente insicuri, sono molto apprezzati nel mondo del lavoro grazie alla loro lucida intelligenza. Le professioni che più si adattano al Vergine sono: disegnatore tecnico, insegnante, redattore, chimico, analista. I nativi di questo segno hanno un gran bisogno di amore e credono nell'amicizia anche se, a causa del loro carattere introverso e schivo, faticano a vivere esperienze amorose durature.

    Ascendente: Pesci

    Quale segno più pacifista di questo? Accetta ogni diversità senza giudicare e ama conoscere persone con culture e usi differenti. A volte tende alla malinconia, desiderando di vivere nel passato e di ritornare all'innocenza e alla felicità dell'infanzia.

    Segno d'Acqua dominato da Giove e Nettuno. I nativi dei Pesci sono sottili, pazienti, dolci, tolleranti. Sanno diventare però, a volte, permalosi. Ciò che li caratterizza, oltre ad un carattere complesso, è una grande fantasia ed una straordinaria capacità d'apprendimento. Sono indecisi e non hanno grandi capacità organizzative, preferiscono quindi lavorare e vivere guidati da qualcuno. Le professioni tipiche sono: il calciatore, l'infermiere, il medium, il meccanico ed il fotografo. Hanno un forte senso religioso e sono fatti per l'arte. Essendo molto riservati, non è facile conoscerli e capirli a fondo.Per loro l'amicizia e l'amore veri e duraturi sono valori di fondamentale importanza.

    Non è una persona seriosa, né troppo concreta: le piace viaggiare sulle ali della fantasia e dell'immaginazione. Mantieni ottimi i rapporti umani perché  fa sempre in quattro per aiutare chi è in difficoltà.

    Ransie la Strega

    Rapunzel - Aspettando una nuova vita

    SE TU NON CI FOSSI

    Bastet

    Bastet seduce e incanta, in lei vi sono il maschile solare e il femminile lunare, la forza luminosa a tutti palese e la potenza indipendente e misteriosa, segreta, femminina, lunare.
    Bastet era la Signora dell'amore, della gioia, del piacere, della danza e del canto e sotto la sua protezione erano posti gli animali a lei sacri, i gatti, ma anche chi incarnava questi aspetti di indipendenza e di fascino misterioso, di fragilità e di bellezza, quindi i bambini e le donne.
    Ella era venerata e invocata dalle donne per avere in dono la fertilità e per proteggere poi la gravidanza.

    Bastet incarna ciò che di più intimo e femminile è rinchiuso dentro di noi e attende, a volte, unicamente di emergere: la sensualità e la dolcezza, il fascino e la generosità, l’amore e la passione, il desiderio e il piacere, la vita che rifulge in tutta la sua pienezza.

    Preghiera a Bastet

    ” Salute a te signora di Bubastis Salute a te, Leonessa sacra, gatta divina Figlia della potenza di Ra Splendore del Cielo e signora della notte stellata Tu, il cui profumo gli dei amano Madre Divina del dio della luce, del fuoco e delle fiamme Tu che sei l’anima della grande Madre Iside Difendimi da tutte le forze negative visibili e invisibili affinché i tuoi nemici non abbiano a nuocermi.

    Come interessare

    segno Vergine

    La donna Vergine è elegante, bella, razionale e seria. Per conquistarla ci vogliono tempo e costanza, ma ne varrà sicuramente la pena! Adora le conversazioni intelligenti e gli amori seri e leali.
    Un consiglio: la prima sera accompagnatela ad un concerto di musica classica.

    ascendente Pesci

    La donna dei Pesci è femminile, romantica, dolce, fragile. Ha il dono di far sentire il suo uomo l'essere più importante del mondo. Va lodata, coccolata ed ascoltata, altrimenti soffre e si rattrista. L'uomo che preferisce deve essere solido e forte.
    Un consiglio: Parlate molto con lei!

    , , , , , , , , , , , , ,