Libero

DOMYPLACIDO68

  • Uomo
  • 51
  • sono a spasso per il Mondo
Vergine

Mi trovi anche qui

ultimo accesso: più di un mese fa

Ultime visite

Visite al Profilo 18.069

Bacheca

Questa Bacheca è ancora vuota. Invita DOMYPLACIDO68 a scrivere un Post!

Mi descrivo

Abbiamo fame di tenerezza, in un mondo dove tutto abbonda siamo poveri di questo sentimento che è come una carezza per il nostro cuore, abbiamo bisogno di questi piccoli gesti che ci fanno stare bene, la tenerezza è un amore disinteressato e generoso, che non chiede nient’altro che essere compreso e apprezzato.

Su di me

Situazione sentimentale

-

Lingue conosciute

Russo, Inglese, Spagnolo

I miei pregi

TANTI

I miei difetti

TANTI

Amo & Odio

Tre cose che amo

  1. Masha e Orso
  2. Venezuela, Caracas
  3. Russia, Mosca

Tre cose che odio

  1. telefonare durante la guida di autovetture
  2. i fumatori
  3. chi ha creato 7 profili con una sola @mail!!!

I miei interessi

Vacanze Ok!

  • Vacanze studio

Vacanze Ko!

  • Crociera
  • Passioni

    • Suonare
    • Musica
    • Viaggi

    Musica

    • Latino-americana
    • Lirica

    Libri

    • Narrativa

    Sport

    • Calcio e calcetto

    Film

    • Classici
    • Azione

    Libro preferito

    L'idiota Fedor Dostoevskij

    Meta dei sogni

    Sud America, Russia

    Film preferito

    SAYONARA 1957 Marlon Brando-Miiko Taka

    PROFILO IN VACANZA

    CHIUSO PER FERIE DAL 30 LUGLIO AL 20 AGOSTO 2017 L'UFFICIO RIAPRE LUNEDI 21 AGOSTO 2017 BUONE VACANZE A TUTTI VOI! GRAZIE PER LA VOSTRA VISITA

    MESSAGGIO PRIMA PARTE

    Lo splendore dell’amicizia non è la mano tesa nè il sorriso gentile nè la gioia della compagnia: è l’ispirazione spirituale quando scopriamo che qualcuno crede in noi ed è disposto a fidarsi di noi Gentilissimi Utenti di Libero, Qualcuno osa dire ancora che siamo tutti uguali? Siamo tutti utili ed indispensabili! Non siamo tutti uguali, ma diversi! Vi ringrazio davvero di cuore per avermi prestato attenzione. Non è piaggeria, ma in questi ultimi giorni credo di aver visto e ammirato il tuo profilo almeno 50 volte. Non temete! Le tue risposte sono state date magnificamente: il Silenzio che accetta il merito, come la cosa più naturale del mondo è la forma più alta d'applauso. Il rumore non può imporsi sul rumore. Il silenzio, Sì! La mia situazione è probabilmente comune a tutti i giovani che vivono in province italiane depresse. A 18 anni ho preso un diploma che non ha nulla a che fare con me. Poi il Conservatorio di Musica con tutti i titoli che mi ritrovo e poi la laurea. Il liceo classico che avevo iniziato a frequentare era lontano e pur uscendo di casa alle 7 non sono mai riuscito ad arrivare in orario. La professoressa di greco, quando l’ho salutata dopo 2 mesi di lezioni, piangeva per il mio ritiro. La prof. Angela, chissà qual era il suo cognome. Non lo ricordo!

    MESSAGGIO SECONDA PARTE

    Ho capito presto, insomma, che io avrei dovuto marciare a velocità doppia, restando sempre un passo indietro. Prendo il diploma di perito chimico industriale, dunque, ma nel frattempo il corpo inizia a dirmi che c’è qualcosa che non va. Iniziano, nel 2004, quattro anni in cui, il panico, è stato il mio più caro amico. L’unico, perché gli amici di sempre si erano trasferiti quasi tutti a Pisa per studiare. Io non potevo. Una famiglia normale, qualche passo azzardato da parte di mio padre, e la normalità è diventata sfiorare l’indigenza. Col dolore negli occhi, mia madre mi fece capire che se volevo proseguire gli studi dovevo lavorare. Non c’è problema, è bello lavorare, a me piace. Ho fatto di tutto: piano bar, il cantante nelle pizzerie, operatore nei call center, volantinaggio, ripetizioni ai bambini, ho lavorato a Pasqua, a Pasquetta, il 24 dicembre. Non c’è problema, non c’era problema. Lavorare e avere l’università a 100 km significa fare il pendolare, perché io i soldi per stare a Roma e a Pavia non li ho mai avuti. Trenitalia mi chiede 110 euro al mese, poi almeno un panino dovrò mangiarlo. I miei lauti stipendi s’aggiravano sui 200 euro al mese: ma dove vado? Avevo iniziato a studiare il russo, ma le lezioni richiedevano la presenza fissa 4 volte a settimana. Impossibile. Lascio e prendo spagnolo. La mia lingua madre, per non dimenticarla. Il prof. di letteratura russa si dispiace tanto quanto la professoressa del liceo. Ma lui mi diede un 27 perché non avevo frequentato, e i 30 erano per quelli che erano stati a lezione. Ero uno dei pochi ad aver finito I Fratelli Karamazov, nonostante l’avessi già letto a 17 anni per conto mio. Altra sconfitta, amavo studiare russo, sembrerà una sciocchezza ma mi piangeva il cuore. Fatico ma studio, fatico ma lavoro, i problemi economici in casa aumentano, Equitalia bussa, i soldi li vuole tutti lei ed ecco che per qualche anno non posso pagare l’Università di Pavia.

    MESSAGGIO TERZA PARTE

    Altro tempo che passa. Nel frattempo, il mio matrimonio? Separazione. Lavoro, lavoro, faccio quello che posso, mi si piegano le gambe ma non mollo. Nel 2010 arriva il divorzio, perché Lei vuole sposare un suo amante. Nel 2013 arriva anche l’annullamento della Sacra Rota, meritato. E la politica, e la musica, e la Russia. Non basta. “La cultura” sarebbe una grande cosa, ma come? Niente conta. Non so perché se a farlo solo io, tutto questo non conta. E tanti, tanti, mi fanno molti complimenti, ma come scrivi bene, ma che bravo sei, ma come sei brillante, e io penso solo che o mi prendono per il c…, o mi vogliono tanto bene. Vedete, cari Utenti di Libero, voi che mi leggete, ho capito tanto tempo fa che la gente come me i momenti di debolezza non può permetterseli, perché io non ho il c… (perdonatemi!) coperto. Ho capito tempo fa che il mondo sarà sempre diviso tra le donne e il resto del mondo, e temo anche che le donne siano la maggioranza. Vivo il malessere che ho passato, e che ancora sento, come qualcosa di cui vergognarmi profondamente, come se avessi rubato qualcosa, tanto che lo chiamo “malessere” perché “depressione” è troppo e io la depressione non me la posso permettere. Non mi lascio andare all’autocommiserazione, non pensate questo di me, vi prego, questa è autocritica e presa di coscienza: io non posso cadere perché vivo certe volte fuori dall’Italia, ho adesso una laurea, ho avuto sempre i soldi per fare non tutto quello che voglio. Non so se il lavoro che mi sono scelto, io so farlo, perché non mi sono mai potuto confrontare con qualcuno.

    MESSAGGIO ULTIMA PARTE

    Ho raccontato una mia storia, come me lì fuori ce ne sono milioni, con la stessa infanzia disastrata, con la salute che ti volta le spalle, con l’età adulta che è arrivata troppo presto solo per quanto riguarda il peggio. Non so perché ho scelto di disturbare tutti voi. Forse mi sembra più umano, e vi dico che per me è già tanto se arriverete a leggere fin qui. Io vorrei solo non essere tagliato fuori dal mondo, vorrei fallire perché sono incapace, non perché ho avuto meno chance di altri. E sono certo che tutti meritino quanto e più di me, questa possibilità, ma oggi sono i miei primi giorni da intelligente, sono afflitto, stanco, sfinito. Non conta niente quello che ho da dare, quello che so fare, l’esperienza accumulata, la voglia di imparare, la serietà, la precisione. Lo spirito di sacrificio. Niente. Sono un vecchio laureato (1991). Sto perdendo quello che sono, la mia ironia, il mio sarcasmo, il saper ridere delle difficoltà, la voglia di superarle travolgendole. Di questo messaggio patetica avrò modo di pentirmi tra 5 minuti, tanto più che non ho il coraggio di rileggere. Tu, per favore, se potete, scusatemi tanto, tanto e tantissimo ... se il mio bacino di utenza sconvolge il vostro recipiente di zona! Salutatemi cordialmente la vostra famiglia tenetela ben stretta, curatela e amatela con tutto il vostro amore. Con gratitudine, DomyPlacido68

    L'amicizia

    Benvenuti nel mio profilo! Добро пожаловать в мой профиль! Welcome to my profile! Bienvenido a mi perfil! L'amicizia vera è aiutare senza chiedere nulla in cambio ... Sono una persona che non mi costa tanta fatica pronunciare: "ho sbagliato, ti chiedo scusa" Forse perché siamo convinti che la ragione è sempre dalla nostra parte. Dico spesso “Grazie” … Gratitudine ed Amore! Al di là delle parole, al di là dei fatti, le parole volano al vento! Spero che ogni uomo, lungo il suo cammino, possa incontrare la pace nel cuore. Che l'amore possa regnare in ogni famiglia, che ogni pianto si tramuti in pianto di gioia. Che ogni bimbo povero possa trovare un sorriso, che ogni sofferenza si tramuti in gioia. Che ogni paese in guerra possa deporre le armi, che ognuno diventi fratello senza odio e rancore. Il cuore gentile comprende un bisogno ancora prima che sia espresso, e lo esaudisce in modo sommesso, senza clamori, così che sembri un caso. Con tutto il cuore che possa portarVi tanta serenità, alla ricerca di sé, pieno di sogni, speranze e tanti perché ... risposte o domande poco importa, purché diano un senso.

    DESCRIZIONE PERSONALE

    Scrivevo in questa Community di Libero quaranta/cinquanta messaggi al giorno, rispondevano tre o quattro Utenti. Adesso non scrivo più quaranta/cinquanta messaggi ma due/tre messaggi alla settimana. In questa Community è un Buio Totale, una Selva Amazzonica, un Inferno di Dante, una catapecchia Gardaland senza Montagne Russe! Mi criticheranno sempre, parleranno male di me sarà difficile che incontri qualcuno al quale tu possa andare bene come sei. Il motivo è puramente psicologico e la colpa non è loro, è di noi tutti che siamo convinti che un numero maggiore di messaggi corrisponda ad un utente più serio ed esperto. Capita spesso, quasi sempre, (e non negatelo) che quando si vede un utente con cento messaggi o poco più non lo si prenda sul serio, viene considerato come un newbie che deve fare ancora troppa strada prima di arrivare al livello di uno che ha superato le decine di migliaia. Ovviamente questo non è vero ma il nostro inconscio lavora così, è come quando nella vita reale ti ritrovi davanti uno pieno di soldi e uno senza un euro o un rublo, quello ricco fa tutto un altro effetto, merita più rispetto anche se magari conoscendoli poi è facile convincersi del contrario. La vita è come un'opera di teatro che non ha prove iniziali. Canta, ridi, balla, ama e vivi intensamente ogni momento della tua vita prima che cali il sipario e l'opera finisca senza applausi. Delusione da Utenti? Come si entra nella vita di una persona di Libero? per quanto ci si provi in punta di piedi, si darà noia? forse che sì, forse che no. Allora meglio astenersi educatamente. Non sei il suo tipo.

    L'INDIFFERENZA PRIMA PARTE

    Che brutta cosa fingere, fingere di non conoscere, dimostrare indifferenza o disinteresse verso qualcuno. “A volte l’indifferenza e la freddezza fanno più male che l’avversione dichiarata”. Domenica 12 marzo 2017, su questa Community di Libero, ho scritto 30 gentili e rispettosi messaggi a Utenti posti tra i miei preferiti. Non riesco a scrivere ad una Utente con un occhio solo, "non mi fido", vorrei “Porgere l’altra guancia”: “vuol dire essere persone umanamente e spiritualmente superiori, non vuol certo dire essere codardi”. Non importa essere sposata/o. Conosco le mie potenzialità e il rispetto. 29 Utenti, nell’arco della stessa giornata, in orari diversi, visto e letto il mio messaggio, hanno solamente dato il loro appoggio morale, visitando il mio profilo e le mie foto, senza aver scritto una riga o un messaggio di risposta. Ha risposto solo una ragazza della provincia di Lecce. Il resto è ... Tabù!!! Io ci provo a lamentarmi di meno, eh, e qualche volta ci riesco. Devo dire però che faccio progressi. Il fatto che mi sopportate ancora è un buon segno. Meno male che nei miei 30 messaggi, sono corso a guardarli e a leggerli, grazie al cielo non sono lamentosi!!! L’indifferenza è uno stato affettivo neutro. Normalmente, si definisce “persona indifferente” colei che non sente e non soffre. È un sentimento che emargina la persona in questione; tuttavia, quando riceviamo un brutto colpo a causa dell’indifferenza di qualcuno, le sue grinfie ci provocano delle ferite dolorose. Reputare qualcuno indifferente, significa attribuirgli una serie di aggettivi, che normalmente non descrivono quasi mai una persona virtuosa. L’indifferenza è associata all’insensibilità, al distacco e alla freddezza, caratteristiche che in teoria vanno in senso opposto rispetto alla condizione sociale degli essere umani che permetta loro di relazionarsi.

    L'INDIFFERENZA SECONDA PARTE

    Essere indifferente implica che nulla c’importi, che di fronte a una persona o a una situazione non sentiamo niente, che non siamo interessati a niente. Anche se siamo sicuri che questa sia la definizione corretta, dovremmo chiederci se è davvero possibile riuscire ad isolare in questo modo le nostre emozioni. Realmente, quando mostriamo indifferenza verso qualcosa o qualcuno, ciò che facciamo è avvicinarci o allontanarci da quella persona o circostanza. L’indifferenza fa male. La vita è piena di momenti e situazioni in cui optare per essere indifferenti non è la scelta migliore. Possiamo essere più o meno interessati, ma non possiamo smettere di sentire. Si tratta di una risorsa che ci fa scegliere se percepire gli stimoli oppure se allontanarli da noi; pertanto l’indifferenza assoluta è impossibile. Si dice saggiamente che “l’indifferenza è la risposta più dura, anche quando non ci si aspetta molto”. È dimostrato che, quando ostentiamo la nostra indifferenza verso un’altra persona, questo atteggiamento è uno dei più aggressivi e dolorosi che si possano assumere. Mostrare indifferenza verso qualcuno implica che stiamo ritirando tutti i nostri sentimenti e che l’altro, per noi, non esiste nemmeno. Ma non sempre l’indifferenza è negativa, è anche un meccanismo di difesa al quale ci afferriamo per non soffrire costanti delusioni di fronte alle vicissitudini della vita. Mantenerci in disparte e non aspettarsi nulla da niente e nessuno sono dei tentativi di auto-proteggerci. Se non fossimo capaci di diventare neutrali e dovessimo dare una risposta negativa o affermativa ogni volta che riceviamo uno stimolo, finiremmo esausti

    L'INDIFFERENZA TERZA PARTE

    Forse, dico forse, la Community di Libero, dovrebbe cambiare qualche regola e uso di questo sito? Certamente, qui dentro, non siamo su Facebook!!! “Occhio per occhio e dente per dente”. Ma io vi dico di non opporvi all’Utente indifferente e virtuale da 1 a 7 profili con una sola casella di posta@mail di Libero; anzi, se uno ti dà uno schiaffo sulla guancia destra tu pórgigli anche l’altra. Grazie per la lettura.

    COMMENTO PERSONALE

    Sul volto di ogni persona c'è una storia che in pochi saranno in grado di leggere. Troppi finti sorrisi hanno coperto le sue lacrime. Troppi: "Sto bene" hanno reso muto il suo dolore. Tante emozioni sono scorse sulla sua pelle, sprofondando dentro ai pori di essa fino a modificarle l'anima. Sul volto di ogni persona c'è una storia che difficilmente verrà raccontata per intero ad un'altra persona, forse perché a volte evitiamo di raccontarla nuovamente anche a noi stessi. Spesso le persone nascono e crescono fiduciose e comprensive verso le persone che incrociano nel loro cammino, ma poi quando assaggiano il dolore che causa l'aprire gli occhi di fronte alla verità; ecco che quella fiducia e comprensione nel prossimo comincia a svanire. Essa diviene sempre più debole e più preziosa da concedere. In ogni persona ci sono due mani, alcune hanno lavorato, amato, abbracciato e aiutato ... Altre hanno applaudito fallimenti, picchiato e passato il tempo puntando le dita contro altre persone, magari uccidendole. In ogni persona c'è un "Cuore", ma non tutti i cuori sono degni di essere chiamati tali. Il cuore è il più grande contenitore d'amore, di umiltà e di umanità e non tutti purtroppo conoscono questi valori. Esse incontreranno tanti tipi di persone: Alcune le ameranno in modo incondizionato e saranno ricambiate nello stesso modo. Altre le ameranno in altrettanto modo incondizionato per ricevere da esse solo delusione ... Una delusione che lascerà loro profonde ferite. Saranno proprio queste ultime a modificarle per sempre dentro.

    IN RUSSIA...

    In Russia si dice che amici, oro e vino vecchio sono buoni per tutto! Amicizia, Sentimento e Amore sono come la tosse, non si nascondono e non si fanno conoscere. Un amico sarà sempre felice per te se tu sarai felice. L'invidia esiste soltanto nel cuore di quelle creature che non sanno accettare la tua felicità. Quando l'amico vi confida il suo pensiero, non temete di dire NO, né trattenete il vostro SI. Il tempo non ti fa perdere gli amici, ti fa solo capire chi sono quelli veri! L’amicizia è uno dei sentimenti più belli da vivere perchè dà ricchezza, emozioni, complicità...perché è assolutamente gratuita.

    Questionario sulla Guida Sicura

    Rispondere alle seguenti domande in modo sereno ... se dovessero essere > di 4 le tue risposte [SI] siete dei GUIDATORI A RISCHIO: (perché sulla strada vi regolate in base alle vostre esigenze personali più che a quanto prescritto della strada e/o dalla Segnaletica Stradale: 1) A volte nel traffico mi innervosisco? 2) Mi capita spesso di dover evitare guidatori imbranati? 3) Se sono in ritardo aumento la velocità della mia auto? 4) In auto sono spesso al telefono? 5) Quando posso guido con una mano sola? 6) A volte inveisco contro guidatori disattenti o indecisi? 7) La mia velocità varia in funzione alle mie esigenze? 8) Quando vado piano sono più rilassato? 9) Penso spesso al lavoro e in auto prendo appunti? 10) I pericoli sulla strada vengono sempre dagli altri?

    QUANTA VERITA' ESISTA

    Dannazione ragazzi, non innamoratevi di una ragazza solo perché ha un bel corpo o una terza piazzata bene. Non innamorarti solo perché ha delle belle forme, quelle con il tempo andranno a farsi fottere. Piuttosto, innamorati del profumo della sua pelle, dell'emozioni che ti regala con un sorriso. Innamorati dei suoi abbracci e delle sue carezze. Innamorati delle sue imperfezioni, rendile uniche e inimitabili. Cogli la sua vera essenza, ubriacati di lei. Non badare alle forme, scava nel suo animo e arriva fino al centro del suo cuore. Innamorati di questo, perché è l'unica cosa che troverai per sempre.

    NON MI INTERESSA

    Non mi interessa cosa fai per vivere, voglio sapere per cosa sospiri e se rischi il tutto per trovare i sogni del tuo cuore. Non mi interessa quanti anni hai, voglio sapere se ancora vuoi rischiare di sembrare stupido per l'amore, per i sogni, per l'avventura di essere vivo. Non voglio sapere che pianeti minacciano la tua luna, voglio sapere se hai toccato il centro del tuo dolore, se sei rimasto aperto dopo i tradimenti della vita o se ti sei rinchiuso per paura del dolore futuro. Voglio sapere se puoi sederti con il dolore, il mio o il tuo.

    FIDUCIA

    Diffido di chi si sente arrivato e si siede sugli allori a dettare le sue leggi, di chi possiede solo certezze e un sapere incrollabile sullo scibile umano che non ammette repliche, di chi inconsapevolmente mediocre celebra ogni giorno la sua arrogante ignoranza, di chi non prova tenerezza per gli esseri viventi indifesi di qualunque specie e genere, di chi piange solo sulle sue disgrazie ed è indifferente a quelle altrui, di chi riveste di significato un gesto violento o una frase aggressiva, di chi è forte coi deboli e debole coi forti. Regaliamo la nostra fiducia solo a chi la merita!!!

    “Ritengo che nulla sia difficile per chi ama”.

    Spesso adottiamo delle parole per descrivere le nostre emozioni senza pensare all’impatto che avranno su di noi o sugli altri. E’ di grandissima importanza espandere il tuo vocabolario emozionale cosicché le parole che selezioni producano l’effetto emotivo che desideri e meriti. Se le cose vanno bene che parole usi per descriverle? “OK” ? “Non male”? “Discreto”? Quali sono le parole positive ed emozionalmente edificanti che potresti aggiungere al tuo vocabolario? “Alla grande? Meravigliosamente? Strabene?”. Prova a pensare come sarebbe più divertente la tua vita se usassi più parole positive. “L’intensità emotiva può essere ridotta attraverso l’uso di espressioni trasmutanti ed addolcenti.” Quando le cose sembrano disperate la gente spesso pensa “questo durerà per sempre”. Ma nessun problema è permanente! Scegli di focalizzarti su una metafora che sei sicuro sia vera per esempio “la vita ha delle stagioni ed io sono nel periodo invernale”. Cosa segue all’inverno? La primavera! Il sole risplenderà, potrai piantare nuovi semi. Dopo viene l’estate e poi l’autunno quando raccoglierai la ricompensa...

    ALLA RICERCA DI ME STESSO? PRIMA PARTE

    Chi sono? Da dove vengo? Qual è il mio posto nel mondo? Le domande che affliggono gli esseri umani sono infinite e simili tra loro, legate da un filo invisibile ma indissolubile. Tutti ci affanniamo per cercare quello che gli altri hanno e che noi non avremo mai, ci logoriamo dall'interno per cercare di conquistare quella felicità tanto anelata e viviamo come nomadi alla continua ricerca di noi stessi. Ma cosa significa felicità? Cosa significa cercare un nostro posto nel mondo? Il nostro mondo è un luogo familiare, un luogo dove poter essere se stessi, dove potersi sentire a casa, amati e protetti. La felicità è una sensazione strana ma splendida a cui ancora nessuno è riuscito a dare veramente una spiegazione. Perché quando stai volando alto c'è sempre una misteriosa forza che ti tira giù nel più profondo degli abissi? Perché dopo il sole c'è sempre una tormenta pronta a scatenarsi in modo feroce? La vita è un mistero e ancor più misteriose sono tutte le situazioni che l'accompagnano. Cosa resta da fare se siamo un piccolo puntino nel firmamento di fronte all'immenso universo della vita? Vivere. Vivere il nostro oggi, il nostro presente, scoprire noi stessi, correggere i ...

    ALLA RICERCA DI ME STESSO? SECONDA PARTE

    ... nostri errori perché oggi possiamo essere chi desideriamo senza lasciarci tormentare dal dolore dal passato e dall'incertezza del futuro. Chi sono io? Sono un ragazzo sensibile o egoista e vendicativo? Sono il burattino o il burattinaio? Sono il lupo o l'agnello? Sono quello che aiuta gli altri o quella che cerca di affondarli? Sono uno, sono tutte o sono nessuno? Sono quel ragazzo che prova rancore verso il mondo? Sono quel ragazzo che cerca l'amore incondizionato? Tutti abbiamo bisogno di capire chi saremo e dove andremo ma in primis chi siamo e da dove veniamo. Ho sempre concordato sulla frase "dove c'è amore si trova la mia casa" e allora perché non mi sento a casa? Perché non mi sento amato? Quel che so è che sono una vittima, vittima della solitudine ma soprattutto di una società che anziché salvarti dal naufragio ti lascia sprofondare senza pietà alcuna. Dov'è quella mano tesa pronta a salvarmi? Forse sono solo io quello che può curare le mie ferite? Morire per rinascere, distruggere per ritornare a costruire. Morire cadendo dall'alto della propria decadenza, morire nel fondo della propria oppressione, morire mangiando nulla fino a diventare nulla o morire vittima di un'altra vittima. Morire, Rinascere e ritornare a vivere. Lottare contro quella parte malata di sé e distruggerla per evitare di danneggiare se stessi e gli altri. Poiché odiare gli altri significa odiare l'altro riflesso di noi stessi cosi come amare gli altri significa amare il meglio di noi.

    CULTURA ODIERNA

    Diffondere la conoscenza, invece di tenersela stretta, migliora la propria reputazione. Gli str... si dividano in due categorie: quelli pessimi e squallidi e quelli di classe. Quelli pessimi e squallidi sono quelli che vivono da str..., si nutrono dei dolori altrui, la loro benzina si chiama "cattiveria" e il loro motore di ricerca cerca ininterrottamente persone più fragili, persone più deboli e a volte persone migliori di loro perché gli creano quello strano input chiamato "invidia". Gli str... di classe invece sono quelli che girano con un vero sorriso sul volto, un sorriso sarcastico. Sono quelli che non vivono di tutto ciò che sopra ho citato, ma di cose opposte ma se gli vai a scassare le p... sanno essere str... con una tale classe che allo str... pessimo e squallido gli fanno un c... che nemmeno immagina! Italiani, Europeisti o come vi volete chiamarvi!!! In Russia e nei Paesi vicini di casa o nell'Europa dell'Est, vi guardano con molta attenzione. Le unioni civili? sono d'accordo alla legge, ma a due condizioni o forse a tre ... 1) con un registro diverso "dal solito" nel Comune dove si svolge il "rito", affinché dopo si possano contare i "..." quei circa 13 milioni di persone in Italia che attendono il benestare della legge (siamo quasi alla fine) tuttora in discussione nelle vostre due sedi Parlamentari... Approveranno!!!; 2) sono contrario a dare, affittare e affidare figli a queste unioni civili; 3) non può esserci confusione tra la famiglia voluta da Dio e ogni altro tipo di unione: un uomo e una donna. Non fate ridere il Mondo! Grazie

    HASTA LUEGO-ПОКА!

    Qual è il pericolo del dialogo in Libero? Nessuno se riesci a prendere le cose nel modo giusto. Se non ci riesci ti conviene chiudere il profilo e lasciar perdere. Perchè? Perchè 9 volte su 10 un uomo cerca il dialogo con una donna e prima o dopo riesce anche a trovare quella che gli risponde. A quel punto nasce la conversazione virtuale che prosegue per un po' di tempo: tu scrivi e lei ti risponde, lei scrive e tu rispondi, tu scrivi e lei risponde, lei scrive e tu rispondi e così via finchè il dialogo non inizia a prendere una piega un po' più forte, quasi sentimentale giusto per dire. In quel momento però scatta l'incognita e la domanda: "Ma a chi sto scrivendo? Chi c'è dietro a quell'avatar, senza foto o con foto di Topolino?" Boh, non lo sai, anzi hai sempre fatto finta di niente o probabilmente non ti sei mai posto il problema, solo che ti ritrovi coinvolto con la mente e con il desiderio. Così decidi di andare avanti e chiedi una foto dopo tanto tempo. Lei ti chiede la stessa cosa perchè si sente ugualmente coinvolta nell'animo. Ecco, qui scatta il momento della verità. Due foto scambiate e il conseguente dramma. La guardi e ti viene da vomitare. Per lei la stessa cosa. Mamma mia che errore, ripeti 100 volte ad alta voce!! Lei fa la stessa cosa. Da quel momento nessuno dei due si scrive più, troppa la delusione, troppo forte il pugno nello stomaco. Che schifezza!!, dice lui. Che obbrobrio!!, ripete lei. Però per mesi si erano scritti e forse innamorati. Ecco il pericolo di Libero. Meglio evitare queste spiacevoli situazioni. Il dialogo virtuale è insensato perchè toglie l'immagine reale della persona per confonderla con quella ideale. Ma allora puoi sempre fare le famose 4 chiacchiere!! Ma va, e chi entra in Libero per fare le 4 chiacchiere!! Nessuno, o sono talmente pochi che si contano con le dita di una mano. Chiudere la messaggeria vuol dire proteggersi da tutto questo.

    SALUTI FINALI

    Ho visto il tuo profilo…sei un essere che non hai complessi, a quanto pare le novità non ti fanno paura, ti adatti alle nuove cose con fregature. Sai dare le risposte in ogni situazione senza mai ingannare nessuno. Le tue parole non sono sincere, esprimono di continuo poca verità, di te mai si preoccuperanno, amico mio o amica mia. Sei forte nei confronti degli altri, ma fragile forse dentro di te, chi lo sa? Hai un carattere difficile, la gente deve per abitudine, conoscerti meglio, cosi ne sapranno intendere, quello che tu con tanta voglia e desiderio riesci a mostrare verso di loro! Non ti senti male se gli altri ti giudicano, sei fatta cosi, riesci ad accertarti, sia nella famiglia, sia nella tua amicizia e in fine nel tuo mondo dell'amore. I tuoi capelli son belli, come il primo giorno della primavera, in cui iniziano a sbocciare i primi fiori. I tuoi occhi brillano come le stelle di notte, facendo notare il tuo sguardo infantile e ti fa pensare quanto sei dolce ed quanto ancora c'è dentro di te, la tua purezza è evidente e non manca mai e questa ti fa passare un mare di guai

    SALUTI FINALI parte II

    Perciò amica mia o amico mio, non devi lasciarla cosi, vai avanti con la tua scrittura, facci vedere la tua bravura, sei unica per te, ma particolare per gli altri, le tue idee sono come i raggi del sole in un giorno calda d'estate. Falli disperdere nell'ambiente, fai un passo davanti trasmetti le tue idee per questa gente e vedrai te ne saranno grati eternamente. Parlare di te amica mia o amico mio ci vuole un giorno d'estate e una notte d'inverno, sei cosi reale nella tua fantasia, sei cosi nel tuo essere femmina o maschio o presunto maschio o femmina, ami te stessa con tutta la forza che sorge dalla tua anima, lo rispetti senza condizioni ti trovi spesso accanto alla brava gente, ti piace parlare e ascoltare gli altri ti tuffi nel discorso quando trovi te stessa, i tuoi occhi chiari come la luce del giorno, il tuo corpo che si trova in forma, non ti manca niente sei pronta per arrivare l'impossibile, sembri une persona fragile, sincera e seria, i tuoi pensieri l'uno dopo l'altro ti circondano, sono tante domande che vogliono una risposta, ti senti stanca ti vuoi arrendere ma secondo me non è il caso, forza e coraggio ce la farai riuscirai a vedere i colori brillanti del'arcobaleno, i raggi del sole che splendono in ogni momento della tua vita, credici!

    SALUTI FINALI parte III

    Hai un asse nella tua mano usalo e vedrai che ti tirerà fuori da un mare di guai, lotta con te stessa chiama la forza che è dentro di te, la vita è tua e spetta a te dirigerla, sei una persona cosi semplice capace di fare tutte per te, il consiglio che ti voglio dare libera la mente senti la sicurezza che c'è in te, prova a volare qua sono i tuoi sogni che vogliono seguire solo te, accettati come sei non cambiare niente continua a vivere e lotta per quello che di diritto spetta solo te, la luce della luna ti farà compagnia usa la tua mente e perditi nella tua bella fantasia! Un Ciao con affetto e simpatia. Continua sempre così! affacciarmi in questa "giungla" di Community? Solo un'ora al giorno! L'orario? Non lo sappiamo! Forse la sera, dopo il pasto. L'ironia è l'unico metodo che ci può salvare da tutto. GRAZIE PER LA TUA SIMPATICA VISITA

    GENTILE OMAGGIO

    LA SINDROME DI DOWN

    La sindrome di Down non è una malattia!! Le persone con la sindrome di DOWN non cercano una medicina, vogliono SOLO essere trattate come gli altri. Il 93% dei contatti non copierà questo messaggio, spero che TU che stai leggendo ORA voglia far parte del restante 7% che metterà questo messaggio nella propria pagina........ G  R  A  Z  I  E !!  SE LO FARAI!!
    , , , , , , , , , , , , ,