Libero

Dubito_QuindiPenso

  • Donna
  • 113
  • eraclea
Sagittario

Mi trovi anche qui

ultimo accesso: più di un mese fa

Amici 1

Ultime visite

Visite al Profilo 3.035

Bacheca

Questa Bacheca è ancora vuota. Invita Dubito_QuindiPenso a scrivere un Post!

Mi descrivo

un po' di ironia è il sale della vita.......................... ma non tutti i piatti vanno salati ..

Su di me

Situazione sentimentale

-

Lingue conosciute

-

I miei pregi

un\'ottima memoria verso chi mi è amico

I miei difetti

una buona memoria per ricordare cosa mi ha fatto del male

Amo & Odio

Tre cose che amo

  1. nessuna
  2. nessuna
  3. nessuna

Tre cose che odio

  1. nessuna
  2. nessuna
  3. nessuna

I miei interessi

Vacanze Ok!

  • Avventura

Passioni

  • Musica
  • Viaggi

Cucina

  • Piatti italiani

Libro preferito

Dipende (è il titolo) x ora ovviamente

Meta dei sogni

Irlanda e Scozia, Scandinavia

ANIMA NUDA

Sono un'anima nuda in questi versi,
Anima nuda che angosciata e sola
Continua a lasciare i suoi petali dispersi.

Anima che può essere un papavero,
Che può essere un iris, una violetta,
Un macigno, una selva ed un'onda.

Anima che come il vento vaga inquieta
E ruggisce quando sta sui mari,
E dorme dolcemente in una crepa.

Anima che adora sui suoi altari,
Dèi che non discendono ad accecarla;
Anima che non conosce staccionate.

Anima che sarebbe facile dominare
Solo con un cuore che si spaccasse
Per irrigarla con il suo sangue caldo.

Anima che quando sta nella primavera
Dice all'inverno che ritarda: torna,
Cada la tua neve sulla prateria.

Anima che quando nevica si dissolve
In tristezze, chiedendo delle rose
Con le quali la primavera ci avvolge.

Anima che a momenti libera farfalle
A campo aperto, senza fissare distanza,
E dice loro libate sulle cose.

Anima che deve morire di una fragranza,
Di un sospiro, di un verso nel quale prega,
Senza perdere, a poterlo, la sua eleganza.

Anima che niente sa e tutto nega
E negando la cosa buona il bene propizia
Perché è negando che più si arrende,

Anima che normalmente ha come delizia
Palpare le anime, disprezzare l'orma,
E sentire nella mano una carezza.

Anima che è sempre diversa da lei,
Come i venti leggiadra, corre e gira;
Anima che sanguina e senza cessare delira
Per essere la nave in marcia della stella.


, , , , , , , , , , , , ,