Libero

Maternitaebaby

  • Donna
  • 36
  • Pavia
Gemelli

Mi trovi anche qui

ultimo accesso: più di un mese fa

Ultime visite

Visite al Profilo 6

Bacheca

Questa Bacheca è ancora vuota. Invita Maternitaebaby a scrivere un Post!

Mi descrivo

Sono fidanzata quindi evitate di contattarmi perchè non avrete risposta...solo mamme aspiranti mamme e a future mamme rispondo ovvero solo amiche

Su di me

Situazione sentimentale

fidanzato/a

Lingue conosciute

-

I miei pregi

-

I miei difetti

-

Amo & Odio

Tre cose che amo

  1. il mio amore
  2. mia nipote
  3. nessuna

Tre cose che odio

  1. i pedofili
  2. chi fa del male agli animali
  3. nessuna

Chiamerai il tuo angelo, mamma!

Un bambino che stava per nascere a questo mondo domandò a Dio: "Mi dicono che sto per essere inviato sulla terra... Come potròvivere là se sono così piccolo e indifeso?"E Dio rispose: "Tra le moltitudine degli angeli, io ne ho scelto unospeciale per te. Sta aspettandoti e si prenderà cura di te"."Ma dimmi, qui in cielo io non faccio null'altro che cantare e sorridere e ciò è sufficiente per essere felice là?"."Il tuo angelo canterà e sorriderà per te... Ogni giorno, ogni istante, sentirai l'amore del tuo angelo e sarai felice"."Come potrò capire quando mi parleranno, se io nemmeno conosco la lingua che le persone parlano?""Con tanta pazienza e amore il tuo angelo ti insegnerà a parlare"."Che cosa potrò fare quando avrò desiderio di parlarti?""Il tuo angelo ti insegnerà a mettere le mani giunte e a pregare"."Ho sentito dire che sulla terra ci sono degli uomini cattivi. Chi mi proteggerà?""Il tuo angelo ti difenderà anche con il rischio della propria vita"."Ma io sarò sempre triste perché non potrò più vederti?""Il tuo angelo sempre ti parlerà di Me, t'insegnerà il modo di venire a me, e io sarò sempre dentro di te".In quel momento il Cielo si fece molto silenzioso e le voci della terra si potevano sentire. Il bambino, avvicinandosi, chiese sottovoce: "Oh, Dio, io sono prontoper partire, ma dimmi per favore, il nome del mio angelo" E Dio rispose: "♥♥♥Chiamerai il tuo angelo, mamma!♥♥♥"

Mamme dei prematuri

Vi siete mai chiesti come vengano scelte le mamme dei prematuri? Io immagino Dio che dal cielo guarda verso la terra. Mentre osserva chiede ai suoi angeli di prendere delle note su un librone gigante. " A lei mandiamo un maschietto, e come santo patrono San Matteo.A lei una bimba, santo patrono direi Santa Clelia.A lei gemelli, come santo patrono mandale San Gerardo, quello e'abituato alle parolacce!" Dopo un po' da un altro nome all'angelo e aggiunge " A lei mandiamo un prematuro." L'angelo e' curioso, " Perche' proprio a lei Signore? E' cosi' felice" Dio replica, "Proprio per quello, secondo te potrei mandare un prematuro ad una mamma che non sa ridere? Sarebbe crudele." "Ma avra' abbastanza pazienza?" chiede l'angelo. "Non voglio che abbia troppa pazienza, non vorrei naufragasse in un mare di autopieta' e disperazione. Dopo che lo shock e la rabbia passeranno sapra' affrontare il tutto. L'ho osservata oggi, ha quel senso di se' e di indipendenza cosi' raro e necessario in una madre. Vedi, il bimbo che le mandero' ha un mondo a se e lei dovra' portarlo fuori da quel mondo, e non e' una cosa facile." "Ma Signore, non e' neanche credente!" Dio sorride, "Non importa, mi prendero' cura del problema;questa donna e' perfetta, ha la giusta dose di egoismo" L'angelo e' stupito, "Egoismo? Da quando in qua l'egoismo e'diventato una virtu'?" Dio annuisce. "Se occasionalmente non riuscira' a staccarsi dal suo bimbo, non potra' mai farcela. Si, donero' a questa donna un prematuro. Lei non lo sa' ma sara' invidiata, non dara' mai niente per scontato, non considerera' mai un passo come una cosa normale. E quando il suo bimbo la chiamera' mamma per la prima volta, sapra' di aver osservato un miracolo. Le permettero' di vedere le cose chiare come le vedo io, l'ignoranza, la crudelta', il pregiudizio, ma lei sara' superiore a tutto cio'. Non sara' mai sola, io saro' al suo fianco sempre" " E per quanto riguarda il santo patrono?" chiede l'angelo ancora con la penna in mano. Dio sorride, "Sara' sufficiente uno specchio
, , , , , , , , , , , , ,