Libero

PadreSteve64

  • Uomo
  • 57
  • Ancona
Cancro

Mi trovi anche qui

ultimo accesso: più di un mese fa

Amici 1

Bacheca

Questa Bacheca è ancora vuota. Invita PadreSteve64 a scrivere un Post!

Mi descrivo

Difficile descriversi, si rischia di essere banali o presuntuosi, falsi o eccessivamente cattivi con se stessi. Mi sono sempre descritto con autoironia, ma ora voglio cambiare, non voglio descrivermi, voglio essere scoperto e scoprire un pò alla volta.

Su di me

Situazione sentimentale

separato/a

Lingue conosciute

Inglese

I miei pregi

essere me stesso

I miei difetti

essere me stesso

Amo & Odio

Tre cose che amo

  1. il mio sport
  2. stare in compagnia
  3. sincerità

Tre cose che odio

  1. la volgarità e chi bestemmia
  2. la falsità
  3. gli eccessi

I miei interessi

Vacanze Ok!

  • Prendo l'auto e parto

Vacanze Ko!

  • Enogastronomia
  • Passioni

    • Musica
    • Viaggi

    Musica

    • Blues
    • Disco

    Cucina

    • Piatti italiani

    Libri

    • Saggi
    • Classici

    Film

    • Azione
    • Fantascienza

    Libro preferito

    siddharta

    Meta dei sogni

    capitali europee, Isole tropicali in generale

    Film preferito

    the matrix

    piccole verità

    Se tracci col gesso una riga sul pavimento,
    è altrettanto difficile camminarci sopra che avanzare sulla più sottile delle funi.
    Eppure chiunque ci riesce tranquillamente perché non è pericoloso.
    Se fai finta che la fune non è altro che un disegno
    fatto col gesso e l'aria intorno è il pavimento, riesci a procedere sicuro su tutte le funi.
    Ciò che conta è tutto dentro di noi; fuori nessuno può aiutarci.
    Non essere in guerra con te stesso: così... tutto diventa
    possibile, non solo camminare su una fune, ma anche volare.

    H.H.

    La vecchia storia della Rana e dello Scorpione

    Uno scorpione doveva attraversare un fiume, ma non sapendo nuotare, chiese aiuto ad una rana che si trovava lì accanto. Così, con voce dolce e suadente, le disse: "Per favore, fammi salire sulla tua schiena e portami sull'altra sponda." La rana gli rispose "Fossi matta! Così appena siamo in acqua mi pungi e mi uccidi!" "E per quale motivo dovrei farlo?" incalzò lo scorpione "Se ti pungessi, tu moriresti ed io, non sapendo nuotare, annegherei!" La rana stette un attimo a pensare, e convintasi della sensatezza dell'obiezione dello scorpione, lo caricò sul dorso e insieme entrarono in acqua.
    A metà tragitto la rana sentì un dolore intenso provenire dalla schiena, e capì di essere stata punta dallo scorpione. Mentre entrambi stavano per morire la rana chiese all'insano ospite il perché del folle gesto. "Perché sono uno scorpione..." rispose lui "E' la mia natura"

    Link Preferiti

    , , , , , , , , , , , , ,