Libero

Quid_Zen

  • Uomo
  • 50
  • Cittadino del Mondo
Pesci

Mi trovi anche qui

ultimo accesso: più di un mese fa

Profilo BACHECA 5

Quid_Zen più di un mese fa

Cara Bacheca,

Ieri, ho incontrato una persona con la quale avevo fatto assieme le scuole dell'obbligo.

Mi ha detto che stenta a credere che io sia la stessa persona di allora.

-Eri una persona alla Eddie Murphye e ora mi sembri David Carradine nella serie “Kung Fu”-

E' decisamente un patito della TV.📺

Chiaramente non intendeva che vivo in un monastero con spade e lance su ogni parete, ma semplicemente che prima parlavo molto (e a vanvera) dicendo frasi divertenti per piacere agli altri;

sentirmi accettato.

Ora? Non me ne potrebbe importare di meno di piacere a qualcuno.

Forse perché ho capito (o mi illudo d'averlo fatto) due lezioni importanti dalla vita;

 

  1. E' inutile perdere tempo a cercare di accontentare le altre persone. Tanto non ci riesci e rendi infelice anche te stesso. Se non ti accettano come sei, è arrivato il momento di cambiare amici”.

  2. Le parole sono potenti. Da una parte divertono, aiutano, sostengono, confortano. Dall'altra feriscono e uccidono (psicologicamente e fisicamente). Come canta Giorgia Todrani in “Oro nero” “E le parole sono armi e sanno fare male. Devi saperle usare”.

 

Per questo non parlo più di getto ma rifletto su ciò che devo dire.

Il che non vuol dire che non mi arrabbio più, ma che rifletto prima di usare una parola come se fosse un proiettile.

In alcuni casi, ferisco le persone di proposito. Ma solo se tengo veramente a loro.

Non sempre si possono aiutare le persone con gentilezza e amore. A volte serve un “trattamento d'urto”.

Quest'ultima cosa non la scrivo per cattiveria ma perché, praticando da qualche anno una meditazione che consiste nell'osservare noi stessi e gli altri, ho capite che quando qualcuno pensa ed agisce in modo incoerente (automatico), a volte il modo migliore per “risvegliarlo” è quello di dargli una bella scarpata nel sedere e trattarlo esattamente come tratta gli altri (per poi chiedergli come si è sentito).

 

Si decisamente da quel periodo delle scuole elementari e medie (che adesso tra primarie di seconda e secondarie di prima non ci capisco un H😅) sono molto cambiato. E molti dei cambiamenti avvenuti in me li ho scelti deliberatamente (e un po ostinatamente).

 

“Ogni giorno, quello che scegli, quello che pensi e quello che fai è ciò che diventi.”

(Eraclito)

Un sorriso

Ti piace?
9
Quid_Zen più di un mese fa

Cara Bacheca,

Oggi un amico disoccupato mi ha detto che deve andare ad un colloquio di lavoro per “operatore turistico” qui a Novara.

Qui? Novara? Bah

Mi sono visto “mentalmente” dover parlare ad altri della mia città e ho immaginato cosa ne sarebbe uscito.

Novara, Piemonte, Italia, Europa, Terra;

all'entrata della via Lattea svoltate a sinistra alla seconda nana bianca a procedete per 640 anni luce, poi chiedete alla prima astronave nei paraggi.

Novara (in linea d'aria) a circa 42 km da Milano e ad 84 da Torino.

Novara NOV-ARA vuol dire “città nuovo” ed è a 22 Km da Vercelli VER-CELLI“terra dei celti”.

E' una città briosa e piena di vita fatta di teatri vuoti, cinema abbandonati e persone annoiate che vanno a dormire al tramonto come le galline (se in TV non c'è proprio nulla d'interessante).

Gli sport estivi che la fanno da padrone sono quelli acquatici.

Vedeste come fila Luna Rossa sul nostro mare a quadretti (detto risaie) mentre l'equipaggio cazza la randa.

Certo d'estate, essendo nella pianura padana, abbiamo qualche piccolissimo problema di zanzare.

Avete presente il film di Hitchcock “gli uccelli”?

Ecco, noi lo giriamo ogni giornata estiva con le zanzare.

Qualcuno sostiene che sono diventate talmente grosse che non riescono neppure più ad atterrarci addosso;

per questo all'aeroporto di Malpensa anno fatto la terza pista di volo dedicata a loro.

Dicevamo del clima?

Beh si, d'estate e poco afoso se siete persone geneticamente modificate con un bel paio di branchie.

In compenso il tasso d'umidità in autunno favorisce quella leggerissima foschia (che noi chiamiamo nebbia) abbastanza fitta da non permetterti di vedere il cofano della tua auto.

Una leggenda metropolitana narra di un pullman di tedeschi che si è perso in un nostro banco di nebbia fitta nell'ottobre del 92 e, da allora, non se ne ha più traccia.

Nelle guide michelin, siamo al secondo posto in una certa classifica che emh.. non ricordo🤐 (dopo la famosa valle della morte in America).

Venite a trovarci.

Ora che rileggo ciò che ho appena scritto, prima di dare invio, dubito fortemente che una qualsivoglia agenzia turistica di Novara faccia anche a me una proposta lavorativa.

Un sorriso  )O(

Ti piace?
10
Quid_Zen più di un mese fa

Cara bacheca,

Ieri mi dicevi che il mio profilo aveva 49 anni, mentre oggi, ne ha 50.

Il profilo è invecchiato di un anno eppure io (come cantavano i Pooh) “sono solo un giorno più vecchio di ieri”.

Non ho organizzato un party da 2.000 invitati, ne comprato una potente vettura da 5.000 cavalli 80 asini e 3 galline.

NO, non darò la solita colpa al “covid19” per tutto ciò che non ho fatto.

Ogni anno posso anche lavorare a Natale o Pasqua ma, nel giorno del mio compleanno, mi isolo.

Si esatto, sarò un po starno, ma è sempre stata una mia personalissima tradizione quella di prendermi un giorno di ferie e restare solo con me stesso.

Mi faccio una passeggiata nella natura, poi torno a casa e mi faccio una cisterna di Tè verde che sorseggio durante l'intera giornata.

Un po di meditazione e faccio un bilancio di tutto ciò che mi è accaduto dal compleanno precedente.

E' il mio sistema personale per archiviare un pezzo della mia vita e ricaricare le batterie per affrontare la strada verso il prossimo compleanno.

Il processo termina quando (verso le 22) accendo il cellulare spento la sera precedente e trovo una quantità mostruosa di messaggi che si congratulano con me per il compleanno (manco avessi vinto il primo premio del superenalotto).

Ora credo che andrò a fare un po a botte con Morfeo.

Serena notte )O(

Ti piace?
9
Quid_Zen più di un mese fa

Cara Bacheca,

oggi è Sabato! (o almeno credo, visto che tendo a perdermi sempre un Venerdì).

Come tutti i Sabati, da cinquemila anni ad oggi, dopo la colazione eseguo un sacro rito;

vado a prendere il bidone vuoto dell'umido situato fuori dal cancello.

Qui faccio una scoperta degna di Howard Canter (colui che scoprì la tomba del faraone Tutankhamon).

Per la quarta volta nell'arco temporale di due mesi, tutti i bidoni dell'umido della via sono stati svuotati ad eccezione di uno O_o

Gli anatemi che ho tirato agli addetti della raccolta dell'umido, farebbero impallidire perfino le maledizioni di morte scritte sul sarcofago del sopra citato faraone.

Essendo Sabato (come negli altri tre Sabati) sono perfettamente conscio che:

  1. gli uffici del ritiro ecologico sono chiusi fino a Lunedì

  2. i sacchetti ecologici che tanto ama Greta Thumber sono talmente biodegradabili che difficilmente arriveranno a domani.

 

Anche se mi chiedo perché pagare una montagna di soldi all'anno per un servizio a singhiozzo.... penso che ho una casa, la salute (non tanto scontata con tutte le persone che ho visto recentemente morire), qualche soldo in banca (pochi, ma si tira avanti) e tanta voglia di serenità.

 

Allora, faccio un bel sorriso da ebete e porto l'umido in garage mentre un pensiero mi passa per quell'unico neurone che mi è rimasto:

“Questo è stato l'ennesimo evento imprevisto. Eppure, a pensarci bene, tutte le cose belle che sono entrate nella mia vita, erano imprevisti”.

 

Non sono gli avvenimenti ad essere importanti, ma la nostra reazione ad essi.

Un sorriso )O(

Ti piace?
9
Quid_Zen più di un mese fa

Posso scrivere ciò che voglio?

Ok, vi prendo in parola.

Cara bacheca, oggi sono andato dal barbiere a farmi tosare.

Visto che il 22 è il mio compleanno (e tutti gli altri giorni sono il mio non compleanno) sto cercando di assomigliare meno a cugino Itt della famiglia Addams. 

Il 22 Febbraio 1971 (nella mia città) era l'ultimo giorno di Carnevale.

C'era una grossa nevicata e, a detta di mia mabre, medici molto incazzati perché alle 23.30 avevano dovuta lasciare una bella festa per eseguire un difficile parto con cesario.

Che dire:

Sono nato rompipalle e continuo a far scherzi.

Un sorriso a Voi che passate di qui quo qua

)O(

Ti piace?
5
, , , , , , , , , , , , ,