Libero

Zep79

  • Uomo
  • 42
  • Bari
Sagittario

Mi trovi anche qui

ultimo accesso: più di un mese fa

Ultime visite

Visite al Profilo 9.285

Bacheca

Questa Bacheca è ancora vuota. Invita Zep79 a scrivere un Post!

Mi descrivo

Ciao uso questo spazio per...

Su di me

Situazione sentimentale

-

Lingue conosciute

Inglese, Francese

I miei pregi

Bello Bello, Ma bello bello bello, bello in modo assurdo.

I miei difetti

Egocentrico e Testardo.

Amo & Odio

Tre cose che amo

  1. Le Donne
  2. Le Moto
  3. I computer

Tre cose che odio

  1. La mancanza di libertà
  2. I prepotenti
  3. La mancanza di igiene

I miei interessi

Vacanze Ok!

  • Spiagge incontaminate

Vacanze Ko!

  • Villaggio turistico
  • Passioni

    • Viaggi
    • Motori

    Musica

    • Soul

    Cucina

    • Piatti italiani
    • Fusion

    Libri

    • Gialli
    • Horror

    Sport

    • Arti marziali
    • Running

    Film

    • Horror
    • Thriller

    Libro preferito

    Il Codice Da Vinci

    Meta dei sogni

    Sud-Est asiatico, Isole dell'Oceano Indiano

    Film preferito

    Zoolander

    Che ho fatto oggi!?

    Ho cercato di arricchire un pò il mio profilo spero di esserci riuscito e che, quello che ho aggiunto, non risulti volgare o offensivo per nessuno, ma non credo ci sia questo rischio. Comunque continuerò sempre a rendere più ricco questo spazio così con le immagini, la musica, i filmati e le parole chiunque vorrà conoscermi potrà avere sempre più indizi sul mio conto. Ciao e mi raccomando se passate a trovarmi lasciate un segno del vostro passaggio magari con un messaggio. Un Béso

    tracker

    Cocktail amico mio.



    (Tratto da una pagina del Diario di un Ex Barman).
    Per me i Cocktails sono un piacere irresistibile, mi piace berli, prepararli e magari far assaggiare le mie ricette agli amici.
    Ogni tanto mi ritrovo a prepare elisir d'amore per la donna che voglio stregare. Con un cocktail il momento diventa romantico, più allegro, ci si scioglie un pò, ci si racconta qualcosa e poi magari quando la bevanda è terminata, l'atmosfera è già calda. A questo punto, magari consigliati dagli spiriti dell'alcool, che qualche volta ci consigliano bene e qualche altra volta no, si finisce a letto in vorticose piroette di corpi, gambe, lingue e lenzuola.
    Quando il giorno dopo ci ritroviamo a ringraziare gli etilici spiriti, capiamo ancor di più quanto un buon cocktail, bevuto ogni tanto con moderazione, può piacevolmente svegliarci dal torpore della timidezza o "dell'impacciataggine"; ma se l'alcool, malauguratamente questa volta non è stato un buon grillo parlante ma tutt'al più è stato come il gatto de il "gatto e la volpe", si dimostra pur sempre un buon amico assumendosi tutte le responsabilità dell'accaduto dandoti così la scusa di salutare con non molto tatto ma con sicuro effetto la, comunque piacevole, compagna di una notte.

    Fine

    Io e Tarantino:"Passione in comune!".

    Pornografia? 1^Parte

    Eravamo usciti quella sera, faceva caldo e in casa non si riusciva proprio a stare. Facevamo il solito giro per locali, quando decidemmo di fermaci.

    Prendemmo due bicchieri di vino al banco e poi avevamo intenzione di rimanere lì, occupare un tavolo vuoto e fare i soliti discorsi sulle donne, il futuro e la nostra amicizia.
    Ad un certo punto, mentre i bicchieri vuoti sul tavolo erano diventati tanti da non riuscire a portarne il conto (o forse ero io talmente brillo da non riuscire a contarli) si avvicinò al nostro tavolo una ragazza, non parlava italiano.

    Era una ragazza di 35 anni Inglese, di Londra se non ricordo male. Aveva bisogno di un passaggio in albergo, ma fece presto a cambiare idea quando la invitammo al tavolo con noi. Parlava la sua lingua e ricordo Giulio non capiva una parola, io invece riuscivo a spiccicare qualche frase di senso compiuto grazie anche al fatto che avevo appena finito la scuola superiore ed ero fresco di studi.

    Ormai erano diverse ore che eravamo lì tutti e tre a cercare di capirci e nostante le difficoltà linguistiche sembrava proprio ci stessimo divertendo.
    Era giunta l'alba e a quel punto ci offrimmo di riaccompagnarla in albergo ma lei proprio non voleva andarsene e dopo poco, all'improvviso baciò Giulio sulla bocca con passione...

    Pornografia? 2^Parte

    ...Venne con noi a casa e non feci a tempo ad aprire la porta che Giulio e Valery (così si chiamava la ragazza) si fiondarono in camera da letto.
    Io dividevo la camera con Giulio, in quell'appartamento messo a disposizione dai nostri datori di lavoro, così quando i due occuparono la stanza, mi ritrovai a dormire sul divano.
    Non riuscivo però a prendere sonno, quei due facevano un tale casino che sicuramente da un momento all'altro sarebbe salita a reclamare la vicina del piano di sotto, così andai sul balcone a prendere un pò di sollievo dalla morsa del caldo offerta dalla fresca brezza del mattino. Erano dieci minuti che Valery e Giulio si dimenavano, e ad ogni loro gemito sentivo uno strano fremito provenire dal profondo del mio intimo.
    Anche la camera da letto affacciava sullo stesso balcone e ad un certo punto mi ritrovai a spiare, fra le fessure della persiana, l'immagine frenetica dei due corpi che si dimenavano. Ero eccitato!!!...

    Pornografia? 3^ Parte

    ...Mentre ero lì che guardavo lo spettacolo inatteso, mi appoggiai innavvertitamente alla persiana che si aprì mostrando inequivocabilmente la mia figura ai due amanti. Valery si girò di scatto, ma anzichè coprirsi e infuriarsi come mi aspettavo, mi fece segno di entrare e chiudere. Giulio aveva capito dall'alto dei suoi 30 anni e fece un ghigno consenziente impercettibile.
    Anche io avevo capito... ma non  mossi un dito, sia per paura del confronto, Giulio era risaputamente dotato a dismisura, sia perchè non avevo mai avuto un'esperienza simile e temevo che la timidezza giocasse contro la mia erezione.
    Lei al mio esitare non si perse d'animo e anzi si alzò e venne verso di me. In quel momento notai il suo corpo snello, sudato, con i seni piccoli ma sodi, con due capezzoli larghi e turgidi, e pensare che non mi aveva impressionato quando l'avevo vista raggiungere il nostro tavolo in quel bar, eppure adesso era magneticamente bella non riuscivo a staccarle gli occhi di dosso come se non avessi mai visto una donna nuda, o come se lei fosse la donna più bella del mondo.
    Mi raggiunse mi prese per gli slip poi si voltò e inizio a tirarmi con quelli verso il letto. Si sedette mi abbasso le mutande e inizio a baciarmelo arditamente. Giulio in poco tempo, mentre lei era intenta ad assaporarmi, la mise carponi e la penetrò...

    Pornografia? 4^Parte

    ...Non ricordò quante volte abbiamo raggiunto l'orgasmo quella sera, non ricordo nemmeno quante e quali posizioni abbiamo provato sfidando la forza di gravità, ma ricordo benissimo come mi sentivo: ero eccitato come non lo sono mai stato, ero eccitato a tal punto che il solo ricordo mi accende da capo ogni volta e mi accalora le guance.

    Quella mattina quando, tutti e tre, ci svegliammo sul letto facemmo colazione insieme, e ridevamo e scherzavamo come la sera prima, come se durante la notte non fosse successo niente. Eravamo felici e sorridenti, il viso rilassato. Dopo accompagnammo Valery in albergo e quando ci separammo ci salutammo con il classico "See you soon"...

    Non l'abbiamo più incontrata ma, nei nostri ricordi, non l'abbiamo mai riaccompagnata e rimane  bella e eccitante come quella notte.

                                                                                                                                fine

    Natura generosa

    Un pò di cose che mi rappresentano.

    Down in Mexico with Vanessa!!!

     

    GOTAN PROJECT!

     

    VIZI CAPITALI 1^PARTE

    1) Superbia

    Il superbo ostenta sicurezza e cultura e sminuisce i meriti altrui. La sua posizione psicologica è però più complessa: non sempre è realmente convinto di possedere tutte le qualità che lui stesso si attribuisce. Teme delusioni e insuccessi perché rivelerebbero la triste verità che egli stesso sospetta, quella di essere in realtà un mediocre, un normodotato, di rientrare nella media.

    2) Accidia

    Indolenza, indifferenza: l'accidioso indugia voluttuosamente nell'ozio e nell'errore. Sa quali siano i suoi impegni, ma pur di non assolverli, ne ridimensiona la portata, autoconvincendosi che si tratti di piccolezze e che rimandarle non comporti conseguenze gravi.

    3) Lussuria

    La lussuria non è la semplice dedizione ai piaceri sensuali. Lussurioso è soprattutto chi si lascia rapire e cullare continuamente dalla fantasie sensuali. La lussuria diventa un vizio quando il costante volgersi del pensiero al desiderio impedisce il normale svolgimento delle incombenze quotidiane.

    .........................

    VIZI CAPITALI 2^PARTE

    ........................

    e ancora

    4) Ira

    L'ira non è l'occasionale esplosione di rabbia: diventa un vizio in presenza di un'estrema suscettibilità che fa sì che anche la più trascurabile delle inezie sia capace di scatenare una furia selvaggia.

    5) Gola

    Il peccato di gola non è la mera ingordigia o la smodata consumazione di cibo, ma il lusso alimentare, la predilezione per la cucina raffinata, la propensione a cibarsi esclusivamente di pietanze pregiate e costose.

    6) Invidia

    Per l'invidioso, la felicità altrui è fonte di personale frustrazione. Sminuisce i successi altrui e li attribuisce alla fortuna o al caso o sostiene che siano frutto di ingiustizia.

    7) Avarizia

    Estremo contenimento delle spese non perché lo imponga la necessità, ma per il gusto di risparmiare fine a se stesso. L'avaro si sente un virtuoso e si descrive con aggettivi delicati ed equilibrati: prudente, attento, oculato, parco.



    Secondo te io qual è il mio peccato capitale preferito?
    Non ci sei ancora arrivata? Bè allora te lo dico io:

            LUSSURIA

    Roxanne

    Questa è una delle mie canzoni preferite in qualsiasi modo venga cantata o intepretata per me rimane bellissima a dir poco.

    Roxane

     

    Sesso...o?!...



    L'atto è selvaggio lei è mia è rapita il mio membro entra in lei, la stringo, le mie gambe sono aggrovigliate alle sue. La sento ansimare. Sta urlando anche io sento il piacere che cresce ma non è il momento ancora. Le mordo un capezzolo, lei ansima, le piace. Allora continuo il movimento è ritmico, i due corpi sembrano andare al ritmo di una sorta di percussione tribale. Noi sembriamo atti ad un rito sacro e antico. Il sudore dei nostri corpi scende unito. Lei mi sta graffiando la schiena, ansimo, mi piace. Ora è il momento!
    Lei è ormai in punta di piedi il suo respiro caldo, umido entra nei miei sensi. Sento le, ormai gonfie, vene del mio membro aderire perfettamente alle pareti della sua vulva.

    - Ci sono -

    Il respiro è violento, i due corpi sussultano, i sui seni sudati scivolano sul mio petto - arriva sempre meno ossigeno al cervello - nella testa si formano puntini grigi e bianchi.

    Finalmente arriva il piacere più grande, insieme, nello stesso momento.

    Lei si lascia andare con la testa verso le scapole sorretta da me mentre i suoi seni si mostrano per l'ultima scena di questo caldo spettacolo, io la sorreggo e sento il mio pene inondato e ancora turgido dare gli ultimi sussulti...


    L'accarezzo... lei rimane nuda al mio fianco e infila la sua setosa chioma nell'incavo fra il mio petto e il mio braccio, è serena, sà che non andrò via, non adesso non questa notte.

    Io...
    "Buona Notte Amore"



    Ancora Gotan!

     

    I Piedi Delle Donne!!!


    Che ci posso fare, io impazzisco mi piacciono, li adoro, mi eccitano, mi intrigano, mi accendono, rapiscono la mia attenzione... di cosa sto parlando... ma dei piedi delle donne chiaro. E' ovvio non è l'unica parte del corpo di una donna che mi piace, ma ormai sta diventando una fissa. Forse perchè sono nascosti tutto l'inverno, forse perchè non è la prima cosa che una donna mette in mostra, o forse perchè sono strano io, ma ormai focalizzo maniacalmente sempre più spesso la mia attenzione sulle estremità femminili. Possono avere lo smalto, il french, l'unghia corta o l'unghia curata, smalto rosso, nero, melanzana, o rosa, fucsia o niente affatto l'importante è che sia in mostra e curato ma soprattutto è importante che una donna sappia di avere quest'arma in più e che una volta al letto sappia farci qualcosa... a voi accendere le fantasie e vedere in che modo usare e mettere in mostra i vostri PIEDI!

    , , , , , , , , , , , , ,