Libero

adriucciaa

  • Donna
  • 32
  • riposto
Sagittario

Mi trovi anche qui

ultimo accesso: più di un mese fa

Ultime visite

Visite al Profilo 2.435

Bacheca

Questa Bacheca è ancora vuota. Invita adriucciaa a scrivere un Post!

Mi descrivo

Amo la vita è tutto ciò che racchiude in un nome tanto breve ma con un significato talmente intenso da non poter essere euguagliato dall'eternità dell'universo... Amo la vita e chiunque accolga le piccole sorprese che quotidianamente ci riserva.... La vita è una goccia d'acqua,un soffio di vento,un profumo,un fiocco di neve.. La vita è un brivido che ti scalda il cuore e accompagna ogni tuo sogno,ogni tuo gesto...

Su di me

Situazione sentimentale

single

Lingue conosciute

Inglese, Spagnolo, Arabo

I miei pregi

troppo nascosti...sono eccezzzzzzziunale veramente!

I miei difetti

se li sapeste...forse non vi trovereste qui!

Amo & Odio

Tre cose che amo

  1. il mare...sempre vicino a me,dalla nascita..
  2. muovermi,non so stare ferma..la mia pucca..
  3. i miei amici,il mio amore,i miei micini..

Tre cose che odio

  1. i medici di giarre
  2. i politici odierni
  3. le materie scientifiche..gli esami di stato!

I miei interessi

Passioni

  • Fotografia
  • Sport
  • Viaggi

Musica

  • Jazz

Cucina

  • Piatti italiani

Libri

  • Narrativa

Sport

  • Pallavolo
  • Bike
  • Nuoto

Film

  • Storico
  • Documentario

Libro preferito

Tutti i libri di Paulo Coelho,le novelle di Pirandello,Il faro di Kiss River e molti altri...sono troppi per scriverli tutti!

Meta dei sogni

Medio Oriente, India

Nonna dicono di te che tu non ci sia più,che sei morta...Boh..Io non gli credo.. Come puoi non esserci più.Tu che mi chiedevi di prenderti le fette biscottate,tu che mi pregavi di guardare insieme le foto della tua vita.Tu...che mi chiamavi per qualunque cosa perchè in casa il pomeriggio eravamo solo io e te. Scusa se non vengo a trovarti ma non ne vedo motivo. Tu x me6qui e tra un pò passerai in cucina per farti il latte e so che stamani mentre ero a scuola hai detto a Elio che sembra un peluche.Tu ora sei di là che guardi la tv..Tu che mi dicevi"l'importante è che vi vogliate bene e che ti rispetti..."Ora so che ti alzerai per controllare se sono in casa perchè so che hai paura di rimanere sola ed io infatti non esco..Scusa nonna ma non riesco a creder che tu non ci sia più,che quei medici ai quali hai detto"fate con calma,io non ho fretta" ti abbiano uccisa senza motivo.Eppure quando sento la mamma che parla di te con altri e la sua voce inizia a tremare nasce qualcosa dentro me.Il cuore comincia a battere forte e dalle sue pulsazioni nasce una rabbia che non so come sfogare.Allora entro nella tua stanza ma il letto è vuoto,la tv è spenta e la tua tazza è in cucina senza il latte dentro.Poi ho un flash...Ti ricordo stanca e affaticata mentre chiedi a me e mamma di farti morire,che vuoi morire perchè non cela fai più...Ricordo qnt fosse sereno il tuo viso perchè avevi smesso di soffrire e non so qnt volte ti ho toccata,abbracciata e baciata quando restavamo sole...tra un pò sarà Natale e non sentirò più il tuo piccolo babbo natale che suona quella canzoncina che piaceva solo a te...e non ti sentirò più chiedermi di dirti che giorno è.Scusa se ti lascio li sola ma non riesco a venire,perchè quando mamma parla di te capisco che non ho capito cosa sia successo..Io aspetto ancora che tu torni a casa e invece non sentirò più la tua voce che orgogliosa mi ripete che son nata un giorno prima di te..

Ma il vento riprese a soffiare:era il vento di Levante,

il vento che veniva dall'Africa.

Non portava l'odore del deserto,nè la minaccia dell'invasione dei Mori.

Portava,invece,un profumo che egli conosceva bene

e il suono di un bacio:

che gli si avvicinò pian piano,pian piano

fino a posarsi sulle labbra.

Il ragazzo sorrise.

Era la prima volta che la giovane

gli dava un bacio.

"Fatima,sto arrivando",disse lui.

paulo coelho

"Ascolta

il tuo cuore.

Esso conosce tutte

le cose."

paulo coelho

"Se non

penserò

all'amore,

non sarò

niente."

paulo coelho

Lo Zahir è un pensiero

che all'inizio

ti  sfiora appena

e poi finisce per essere

la sola cosa

a cui riesci a pensare.

Il mio Zahir ha un nome

e il suo nome è...

, , , , , , , , , , , , ,