Libero

amomm

  • Uomo
  • 54
  • Quel ramo del lago .....
Scorpione

Mi trovi anche qui

ultimo accesso: 10 ore fa

Profilo BACHECA

amomm 12 ore fa

 

Ti piace?
amomm 22 ottobre

2020

Dovrei parlare di musica,

ma come si temeva anche se si sperava, siamo di nuovo in mezzo al suono delle sirene, i miei amici che lavorano negli ospedali sono di nuovo spariti e questo dice più di tutto, anche ad uno come me che non ascolta i media.

Basta cogliere i segnali intorno a noi, non c'è bisogno di sentire l'assordante caos di voci vuote.

Quindi voglio mettere una voce dissonante, che però ha la fortuna grazie al suo ruolo di poter sovrastare ogni tanto il caos di tante altre inutili voci.

Non importa essere credenti, atei o agnostici, una parola giusta è quello che è, una parola giusta.

Questa è stata detta qualche mese fa ma è tornata attuale!

 

 

Sotto, in fondo al mio profilo c'è una canzone scritta in periodo di isolamento da Alice Cooper che esprime gli stessi concetti in musica, due mondi che possono sembrare lontani, ma una buona parola è una buona parola!!

Forza e coraggio, se impariamo ad essere uniti usciremo più forti da tutto questo.

Siamo tutti sulla stessa barca!!

Ti piace?
3
amomm 17 ottobre

1982

 

Continua la produzione di alcuni tra gli album più belli della storia della musica italiana, ne cito alcuni:

La voce del padrone      Franco Battiato

Artide Antarrtide            Renato Zero

Performance                   PFM

Bella 'mbriana                 Pino Daniele

Sotto la pioggia              Antonello Venditti

Titanic                              Francesco de Gregori

Kamikaze rock'n roll

suicide                             Donatella Rettore

Holliwood Holliwood     Robero Vecchioni

Traslocando                    Loredana Bertè

Eva                                    Umberto Tozzi

Vado al massimo           Vasco Rossi

Azimut                              Alice

Latin Lover                       Gianna Nannini

Ma ne contempo si fanno avanti sempre più gli album leggeri, sono gli anni del trionfo di Baglioni, dell'affermazione dei vari Pupo, Gianni Togni, il Battisti dell'ultimo periodo, I Pooh anch'essi ultima versione, I Ricchi e Poveri, Abano e Romina, Riccardo Fogli, Viola Valentino.

Questo perchè si fa sempre più forte l'idea di un mondo leggero, positivo, edonistico, basti pensare che insieme ad Avrai di Baglioni in testa ai singoli più venduti in Italia ci sarà "Il Ballo del qua qua" di Romina Power.

E proprio sull'onda di questa atmosfera di sofisticato edonismo, inizia ad affermarsi da quest'anno un nuovo filone che caratterizzera la prima parte degli anni 80 Il "New Romantic" certo con padri nobili come il mio amato David Bowie, ma con risultati a volte più che stucchevoli!

Quindi si inizia e in Italia credo che questa canzone segni l'incipit di un libro che sta per essere scritto.

 

 

 

Ti piace?
5
amomm 10 ottobre

1981

 

Gli anni ottanta sono iniziati, il 1981 è l'inizio dell'era reganiana con l'elezione a presidente degli Stati Uniti di Ronald Reegan, un periodo d'oro per l'economia in cui sembrerà l'inizio di un nuovo corso fatto di prosperità e benessere, l'illusione degli anni 80 appunto ma che si rivelera solo una bolla che scoppierà appunto con la crisi del 1987.

E' anche l'anno della morte di Bobby Sands nelle carceri inglesi dopo uno sciopero della fame, ma anche l'anno della morte di Bob Marley profeta dell reggae, per un tumore al cervello, entrambi portatori in modi diversi dei diritti di persone oppresse da paesi starnieri e di un riscatto sociale.

E' l'anno dell'attentato al papa polacco Giovanni Paolo II sicuramente inviso all'establishment dei paesi dell'est, è l'anno del fatto di Vermicino e della spettacolarizzazione delle notizie che darà il via ad un nuovo stile di giornalismo basato esclusivamente sul sensazionalismo, il giormalismo di oggi.

E' l'anno degli omicidi del mostro di Firenze, ma è anche l'anno che definisce la caduta della Brigate Rosse e della loro strategia con il sequestro Dozier.

Un anno peino di avvenimenti quindi e un anno di cambiamento della cultura, dall'impegno degli anni 70 all'edonezmo degli anni 80.

E questo si riflette anche nella musica con l'uscita di album di grande impegno, da De Andrè a Renato Zero, da Pino Daniele a Francesco Guccini, Da Vecchioni a Fortis, ma è anche l'anno di Baglioni, dei "nuovi" Pooh, di Gianni Togni, di Ivan Cattaneo che portano pian piano la musica da una ricerca di impegno e qualità a qualche cosa di più leggero di più adatto a questi anni 80.

E poi l'anno della consacrazione di una figura controcorrente, una figura che anche in italia sull'esempio di quanto era già successo in altri paesi Basti pensare a Jim Morrison negli Stati Uniti alla fine degli anni 60, o ai Sex Pistol nel regno unito, porta una ventata di anticonformismo e provocazione in nome di quella sottocultura che fino ad allora era semplicemente tacciata come negativa e censurata sia dalla società ceh dai media.

Ma è purtroppo anche l'anno della Morte di Rino Gaetano in un incidente stradale in quella tragica mattina del 2 giugno 1981.

La canzone è dell'anno prima, ma penso che nessuno di voi si lamenterà!

 

 

Ti piace?
3
amomm 04 ottobre

1980

Sabato 2 Agosto 1980, ore 10,25, sala d'aspetto di 2°classe, un folla di vacanzieri pronta a partire per le agognate vacanze estive, per staccare, per concedersi una pausa da lavoro e problemi quotidiani, è in questo contesto che avviena quella che se non è l'ultima strage di stato, ne seguiranno comunque altre, è sicuramnete una delle più famose e che sicuramente chiude un ciclo!!

Non mi soffermerò sulle motivazioni per cui uno stato debba uccidere e terrorizzare i propri cittadini, quello che invece su cui foglio concentrarmi è il nuovo decennio che si apre.

Molte delle proteste sociali del decennio passato hanno ottenuto un sicuro miglioramento del benessere sociale, ma per contro anche il modo di pensare incomincia a cambiare inizia il decennio del pensiero positivo; tutto va bene, la guerra fredda sta per finire, si arriverà alla caduta del muro di Berlino, si incomincia a parlare di borsa, investimenti anche per il piccolo borghese e l'operaio, un senso edonistico attraversa tutte le fasce della popolazione, basti pensare al movimento dei paninari, alle Timberland, ai jeans Armani o Tussardi, al montone ai Moncler alle camice Naja Oleari, assunti a veri status symbol.

Esiste però anche una controcultura il Post-Punk e il Dark in contrapposizione ai primi che però seppur portatori di tematiche anche più impegnate rimangono a loro volta confinati i quelli che sono i loro "giri".

E l'epoca dello Yuppies del giovane brillante e rampante in cui tutti si riconoscono e a nulla servirà il crollo del  19 ottobre 1987 a svegliare questa specie di euforia dilagante il cui apice sarà la cadura del muro di Berlino.

IL 1980 però per me è stato anche un anno che ricordo con piacere, la mia prima ragazza "seria" il mio primo provino in radio, le notti passate a trasmettere musica e a parlare con gli ascoltatori, i quali erano sicuramente più esigenti e acculturati di oggi, oggi sento DJ propinare di quei strafalcioni, che in quei tempi di microfoni sempre aperti alle telefonate, sarebbero significati sicuramente Brutte figure in diretta e macchie orribili sulla tua reputazione. Ma erano altri tempi, dove o sapevi o era meglio stare zitti, le opinioni erano molto ma molto pericolose.

Ed ora la musica, prosegue il periodo di grande creatività e di dischi che ognuno dovrebbe avere nella propria collezione, ma quello che voglio mettere è l'embrione di quella che più avanti sarà la salvezza della musica italiana, la musica di nicchia.

Questo è un gruppo formato da amici,  parolieri e produttori tra i più affermati della musica italiana e della televisione, con alle loro spalle grandissimi successi, ma che a modo loro hanno formato una band sulla cresta dell'onda ormai dagli inizi degli anni 70 che propone in modo satirico a volte volgare (sono dopotutto distinti signori) la rappresentazione della società a loro contempooranea, avvalendosi anche della collaborazione di altrettanti visi noti della scena artistica di quegli anni.

Eccoli a voi:

 

 

Ti piace?
5
amomm 26 settembre

1979

Dopo averne parlato, degli inzizi degli anni di piombo, ho lasciato che rimanessero in un sottofondo impalpabile concentrandomi sulla musica di quegli anni, ma erano nella nostra quotidianità, ricordo ancora il rapimento Moro, io ero a letto con la febbre e amante già della musica ascoltavo la radio, quando le trasmissioni si interruppero e fu data la notizia, ma devo dire che anche dopo questo, dopo il bombardamento mediatico contro quei "cattivi" che avevano osato tanto, non tutta l'opinione pubblica vedeva nelle Brigate rosse dei nemici, anzi, in più di un ambiente seppur si condannasse l'estremo uso della violenza dall'altra parte erano condivise molte delle rivendicazioni, anche perchè l'idea di uno stato quanto meno antiproletario e "fascista" era tutt'altro che lontano dalla realtà.

Ma  se neppure l'omicidio Moro nella mente di molti fece vedere nelle Brigate Rosse dei "nemici" la svolta si ebbe l'anno dopo con l'omicidio di Guido Rossa!

Se ne parla poco di Guido Rossa un sindacalista dell'Italsider che ebbe il coraggio, solo contro tutti i suoi compagni di denunciare il "postino" della Brigate Rosse di Genova nell'Italsider Francesco Berardi.

Le Brigate Rosse decisero un gesto di avvertimento verso il sindacalista con l'intenzione di gambizzarlo, ma purtroppo anche l'organizzazione stava vivendo dopo l'omicidio Moro un processo di deriva politica e la gambizzazione per colpa di Riccardo Dura si trasformo in omicidio!

Le Brigate rosse per la prima volta uccidono un sindacalista militante comunista!!

Al funerale ci fua la partecipazione di più di 250000 persone compreso il presidente della repubblica Sandro Pertini.

Dopo il funerale il presidente ha chiesto di incontrare i camalli del porto di genova ben sapendo che moltissimi di loro sono se non brigatisti, sono simpatizzanti delle brigate rosse, ovviamente tutti lo sconsigliano, ma lui da vecchio partigiano non si scompone!

In un capannone salta su una pedana di carico e arrabbiatissimo urla:

"Non vi parla il Presidente della Repubblica, vi parla il compagno Pertini. Io le Brigate Rosse le ho conosciute: hanno combattuto con me contro i fascisti, non contro i democratici. Vergogna!”!!

Silenzio e poi applauso!!

Da qui in poi tutto cambia, certo non finiscono gli omicidi, non finiscono le stragi, non finiscono le bombe, ma lastrategia ha una sua svolta il vento incomincia a cambiare!

Non significa che inizia un era di giustizia anzi, ma se non altro chi vuole il male del paese o ha pesro la strada del bene incomincia ad essere lasciato solo!

 

 

 

 

Ti piace?
5
amomm 20 settembre

1978

Per la musica italiana un anno di album incredibili, già il 1977 era stato un anno di grandi canzoni, ma il 1978 fu un anno dove la creatività dei cantati italiani ha espresso alcuni dei dischi più belli di sempre, dando vita ad un periodo, dopo quello del Rock alternativo, di nuovo fermento musicale, periodo che sarebbe durato fino alla fine degli anni 80.

Ecco un elenco di album di quell'anno solo per citarne alcuni:

Sotto il segno dei pesci, De Gregori, Nun te reggae più, Calabuig stranamore e altri incidenti, Pigro, Tu, Toc toc, La pulce d'acqua ( in realtà disco della fine del 1977 ma praticamente in classifica nel 1978), Zerolandia, Riccardo Cocciante, Rimini, Com'è profondo il mare, Amerigo, Liù, Blitz, Una donna per amico ...... e potrei continuare!

Ma il 1977 è anche l'anno in cui di nuovo la musica Italiana diventa importante a livello internazionale e lo fa in un genere dove fino ad allora la musica italiana era stata solo marginale: la disco music, questo grazie a due fratelli siciliani emigrati a Milano e poi trasferitisi a Monaco di Baviera allora centro della disco europea da dove sia con il loro conome i fratelli La Bionda, sia con lo pseudonimo di D.D. Sound porteranno la disco italiana come pure molte discoteche della riviera adriatica alla ribalta internazionale!

 

 

 

 

E anche qui all'orecchio attento, siamo nel 1978, neinte pc per il campionamento, la bravura si sente!!

Ti piace?
3
amomm 12 settembre

 

1977

L'idea di questo divertimento social era di ricordare anni dal punto di vista musicale mettendo brani magari sconosciuti ma che riflettessero il periodo.

Ma quest'anno è l'anno di una canzone che ha cambiato più di quanto si pensi anche l'ambiente dei produttori, questi erano lanciati verso la ripetizione di cliquè di un certo tipo di musica d'autore, Baglioni oramai si è fatto un nome, oppure riproponendo grandi autori divenuti però oramai un pò asfittici, anche se sempre di successo come ad esempio Lucio Battisti!!

Ma poi irrompe questa canzone a metà strada tra il rock e il melodico di un cantante che già l'anno prima si era fatto conoscere e aveva ottenuto un discreto successo.

La canzone penso la conosciamo tutti .... potremmo definirlo l'inizio dei tormentoni!!

Nel bene questa volta sia chiaro!!

 

P.S. potrebbe sembrare una canzone semplice, ma provate a prestare attenzione alla parte ritmica e corale e scoprirete che non è così banale!!

 

Lo inserisco di nuovo dal post del 1974:

P.S. se passasse di qui qualche ragazzo che ha scoperto il vinile una preghiera: prima di tutto il vinile, pur se delicato, ha una qualità sonora ad ora ancora irrangiungibile nemmeno dalla musica liquida, proprio per il fatto di essere "analogico" quindi analogo alla sorgente, la cosa che più vi si avvicina!!

Ovviamente sempre se registrato in analogico, se registrato in digitale come molti vinili oggi non cambia nulla, meglio un cd che è più facile e comodo o appunto la musica liquida.

Quindi se spendete dei soldi per un supporto con questa fedeltà trattatelo con estrema cura e per favore, per favore, non usate certi aratri che vedo circolare oggi, un vinile non va torturato, quello che vedete è un giradischi Dual d'epoca e i dischi li accarezza. Con pochi soldi esistono giradischi gentili e puntine all'altezza ... comprate qualche disco più tardi e un buon giradischi subito.

I vinili ringraziano!!

Ti piace?
4
amomm 06 settembre

1976

La musica sta cambiando, se da un lato rimane sempre la musica melodica degli interpreti, i discografici e soprattutto la critica guardano alla canzone d'autore, ma al contempo promuovono canzoni dove l'impegno è se non assente sfumato, deve servire più a dare l'impressione che ad essere autentica denuncia, dopotutto la situazione nel paese è sempre tesa ma c'è da parte dei media e del mondo artistico quasi la volonta di restare al di fuori, non prendere posizione.

Gli album italiani più venduti sono:  Lucio Battisti, la batteria il contrabbasso eccetera, non certo uno dei suoi migliori lavori, e MIna canta Lucio / La mina, entrambi gli album nonostante il successo più fonte di operazioni discografiche che di una genuina vena artistica.

E inoltre l'anno di Gianni Bella forse la vera novità, la canzone "Non si può morire dentro" credo sia stata la canzone più trasmessa dalle radio di quel periodo.

Ma il terzo album più venduto è di un autore che se  non è sconosciuto, non è sicuramente accredidato dal grande pubblico e sicuramente rappresenta una sorpresa, è Francesco Guccini con il suo Album Via Paolo Fabbri 43 e soprattutto con una canzone che è entrata prepotentemente nella memoria e nella cultura della musica italiana.

 

 

Ti piace?
7
amomm 30 agosto

1975

L'album più venduto in Italia è una colonna sonora che nasce dall'intuizione di un regista che ha già ottenuto con i suoi thriller credito sia dalla critica che dal pubblico soprattutto oltreoceano, tanto da diventare un maestro del genere e da qui anche del cinema horror.

A comporlo contribuiscono un gruppo di rock progressivo e un jazzman italiano di livello internazionale: i Goblin e Giorgio Gaslini!

L'album è Profondo Rosso dell'ononimo film di Dario Argento, di seguito il brano che da il titolo all'album e quello che lo chiude!

 

 

 

 

L'era del rock progressivo però volge alla fine, i discografici spingono verso la musica di "qualità" che significa cantautori, non importa se impegnati, anzi, meglio possibilmente melodici!

Claudio Baglioni per intenderci ....

Ti piace?
3
, , , , , , , , , , , , ,