Libero

animadannata14

  • Donna
  • 70
  • bari
Pesci

Mi trovi anche qui

ultimo accesso: più di un mese fa

Ultime visite

Visite al Profilo 836

Bacheca

Questa Bacheca è ancora vuota. Invita animadannata14 a scrivere un Post!

Mi descrivo

salve non voglio essere rotta da gente banale..ed aggiungo da ragazzotti che cercano non so cosa da una donna della mia età..aldisotto dei 56 anni ..ARIAAAAAAAAAAAAAAAA

Su di me

Situazione sentimentale

-

Lingue conosciute

-

I miei pregi

-

I miei difetti

-

Amo & Odio

Tre cose che amo

  1. la classe che scorre nelle vene
  2. vivere senza orario
  3. essere viziata

Tre cose che odio

  1. i cafoni
  2. le mani invadenti
  3. essere usata

"la ribelle" parte1

Il ribelle
La gente ha paura
un vero terrore
di coloro che conoscono se stessi.
Essi hanno un potere ben preciso,
un'aura e un magnetismo,
un carisma in grado di estrarre
chi è giovane e vivo
dalla prigione delle tradizioni.
Che sia ricco o povero,
il Ribelle è un vero imperatore
poiché ha spezzato le catene
dei condizionamenti
e delle opinioni della società repressiva.
Ha dato forma a se stesso,
abbracciando tutti i colori dell'arcobaleno,
emergendo dall'oscurità
e dalle radici informi
del suo passato inconsapevole
 e sviluppando ali con cui volare alto nel cielo.
Il suo modo di essere è ribelle
- non perché lotti contro qualcuno o qualcosa,
ma perché ha scoperto
la propria vera natura
ed è determinato a vivere in base a essa.

 

"la ribelle "parte2

L'aquila è il suo spirito animale,
un messaggero tra la terra e il cielo.
Il ribelle ti sfida a essere coraggioso
a sufficienza per assumerti la responsabilità
di ciò che sei e per vivere in funzione della tua verità.
Tutto passa, ma tu rimani.
Tu sei la realtà; tutto il resto
non è altro che un semplice sogno.
Ci sono sogni meravigliosi,
e ci sono incubi terribili…
ma non importa che si tratti di un sogno magnifico
o di un incubo terrificante;
ciò che conta è colui che osserva il sogno.
Colui che vede è l’unica realtà.
Questa è la cosa
più importante da ricordare.
Se inizi a pensare
a come rendere permanenti
i tuoi momenti di estasi,
hai già iniziato a distruggerli.
Quando giungono, sii grato;
quando se ne vanno,ringrazia l’esistenza
.

, , , , , , , , , , , , ,