Libero

biancocalore

  • Donna
  • 40
  • mindland
Vergine

Mi trovi anche qui

ultimo accesso: 18 ore fa

Amici

biancocalore non ha ancora amici. Chiedi l'amicizia prima di tutti!

Ultime visite

Visite al Profilo 1.531

Bacheca

Questa Bacheca è ancora vuota. Invita biancocalore a scrivere un Post!

Mi descrivo

Viraggi vari, sociopatica, stoicamente grandiosa, iena solo se conviene, politicamente non corretta, cola-dipendente, finta rivoluzionaria, finta acqua cheta. Silenziosamente grandiosa oltre che stoicamente, idea-dipendente. Feticista. Istriona per aspirazione ed eccelenza. Fra l'-oide e il tipico. Intollerante ma fondamentalmente ben educata all'idiozia altrui.

Su di me

Situazione sentimentale

-

Lingue conosciute

-

I miei pregi

In ascesa, ossessioni varie e maniacali

I miei difetti

In divenire tra disintossicazioni e astinenze

Amo & Odio

Tre cose che amo

  1. prima pioggia di settembre
  2. primo cono di stagione
  3. il resto no

Tre cose che odio

  1. Fondamentalmente, forse non me ne frega
  2. nessuna
  3. nessuna

I miei interessi

Vacanze Ko!

  • Tour organizzato
  • Passioni

    • Arte

    Musica

    • Rock
    • Punk

    Libri

    • Classici
    • Narrativa

    Sport

    • Atletica

    Meta dei sogni

    Russia, Medio Oriente

    La bellezza della scoperta casuale, inondami!

    N05AD01

    Ufficio Imposte - Sezione Risarcimenti

     

    E non posso che tributare a voi il mio amore,

     E mi ri-trovo donna fra gli umani,

    necessità erratica per nascita,

    Straziati per millenni dal giogo dell'esclusione

     odierno

    amplesso di voluttà e terrore,

    fluttuanti spirali

    Col prestigio mio più che divino del divenire

     

     

     

    Prometeo - Pandora

    Lode al neoplatonismo

    Meravigliosa animosi,
    specialmente, se tu, fottuto ago, ti ostini a sussistere,
    Assolvila/o Cristo, almeno questo

    Ingessa la mia frattura, esame
    Almeno questo, che è compito tuo
    Dissolvilo Cristo

    Finivo col rosa
    in un cocktail
    ositico
    Finisco col grigio
    Senza papille

    Almeno vibrasse

     Egon Schiele


    Dentro Merilyn


    Lei è qua, falsità come radioattività
    Che mentre c'è da osare
    Uccide lo spettacolo carnale
    E l'anima brucia più di quanto illumini
    Ma è un addestramento mentre attendo
    Che io m'accorga che so respirare
    Che sei il mio sovversivo
    Mio sovversivo amore
    Non c'è torto o ragione
    E' il naturale processo di eliminazione
    Forse se, forse se, porta ad esitare
    Io vengo dall'errore, uno solo
    Del tutto inadatto al volo
    E anche se vedo il buio, così chiaramente
    Io penso la bugia affascinante
    E non mi accorgo che so respirare
    Che sei il mio sovversivo
    Sovversivo amore
    Non c'è torto o ragione
    E' il naturale processo di eliminazione
    Lei è qua, lei è qua come, radioattività
    Che mentre c'è da osare
    Uccide lo spettacolo carnale
    Cinque pianeti, tutti nel tuo segno
    Il fallimento è un grembo e io ti attendo
    Mentre ti scordi che puoi respirare
    Che sono il sovversivo
    Tuo sovversivo amore
    Non c'è torto o ragione
    E' il normale processo di eliminazione

    Afterhours





    Nella noiosa tormentata palude, sovente dimentico il perchè delle mie scelte
    Ma poi, per grazia divina o per disgrazia umana, me ne sovviene il motivo
    Gioia e gaudio nell'alto del mio organo vitale!


    SAVE ME

    Senza tanti giri di parole,
    che fra l'altro significherebbe solo
    giro attorno alle palle.
    Mi son rotta il cazzo!
    Beh sì, anatomicamente impossibile.
    Essia

    Ballata per la mia piccola iena

    L'autista che ti guida ha una sola mano,
    ma vede cio che credi invisibile.
    Nel tuo piccolo mondo fra piccole iene
    anche il sole sorge solo se conviene.
    Fra piccole iene, solo se conviene,
    mia piccola iena, solo se conviene.
    L'amore rende soli, ma è ben più doloroso
    se per nemici e amici non sei più pericoloso.
    La testa è così piena che non pensi più.
    Ti si aprono le gambe oppure le hai aperte tu?
    Aiutami a trovare qualcosa di pulito!
    Uccidi ma non vuoi morire,
    uccidi ma non vuoi morire.
    Fra piccole iene, solo se conviene.
    Mia piccola iena, solo se conviene.
    Non puoi scordare dove son state le tue labbra; sai già come sarà, ma non sai più chi sei...
    La testa è così piena, non riesci più a pensare che anche senza te si possa ancora respirare!
    Quello che hai appena fatto ti ha fatto stare meglio!
    Ti uccide poi non vuoi morire, uccidi ma non vuoi morire!
    Fra piccole iene, solo se conviene.
    Fra piccole iene, solo se conviene.
    Mia piccola iena solo se conviene,
    Mia piccola iena
    solo se conviene...

    Afterhours

    Scheherazade, le mille e una notte

    Alphonse Mucha



    Pierre Auguste Cot, Primavera

    "Sic rite Psyche convenit in manum Cupidinis,
    et nascitur illis maturo partu
    filia  quam Voluptatem nominamus"

    Apuleio, La Favola di Amore e Psiche

    IL DEMONE

     

    Mikhail Vrubel, Testa di demone

     

    Il proscritto dal cielo, il triste demone
    Volava sulla terra dei peccati,
    Ed i ricordi dei felici giorni
    Si affollavan nella sua memoria:
    dei giorni in cui nelle celeste plaghe
    Egli luceva puro cherubino
    E la cometa fuggitiva a lui
    Un amico saluto rivolgeva,
    E amabilmente gli parlava. Allora
    Attraversando le eterne nebbie,
    Avido di conoscenza, seguiva
    Le nomadi carovane di stelle
    Nelle plaghe del cielo immense sparse;
    Quando credeva ed amava: felice
    Primogenito di tutto il creato!
    Non conosceva il dubbio e non il male,
    Nè minacciava la sua mente lunga
    Di sterili tempi serie dolente...
    E molte, e molte altre cose, e di tutto,
    Di ricordar la forza non aveva.

     

    Respinto dai remoti tempi, errava,
    Senza asilo nel desero del mondo:
    E i secoli inseguivano i secoli
    Come un minuto dietro l'altro in una
    successione monotona e annoiante;
    Signore di una terra miserabile
    Senza piacere seminava il male.
    In nessun luogo trovava la sua arte
    Una qualche resistenza, e per questo
    Anche il male gli diventò noioso...

     

    ... E il Demone la vide...

     

    MICHAIL JUR'EVIC LERMONTOV

    Il cielo sopra Berlino

    Alphonse Mucha


    Goethe

    IL RE DI TULE


    Fedel sino a l'avello
        egli era in Tule un re:
    morì l'amor suo bello,
        e un nappo d'or gli diè.
    Nulla ebbe caro ei tanto,
        e sempre quel vuotò:
    ma gli sgorgava il pianto
        ognor ch'ei vi trincò.
    Venuto a l'ultim'ore
        contò le sue città:
    diè tutto al successore
        ma il nappo d'or non già.
    Ne l'aula de gli altèri
        suoi padri a banchettar
    sedè tra i cavalieri
        nel suo castello al mar.
    Bevè de la gioconda
        vita l'estremo ardor
    e gittò il nappo all'onda
        il vecchio bevitor.
    Piombar lo vide, lento
        empirsi e sparir giù;
    e giù gli cadde spento
        l'occhio e non bevve più.


    (Da Faust, trad. G. Carducci)

    Pubertà
























    Munch, La Pubertà

    Come una donna, non potè fare a meno di pensare prima di addormentarsi. Ma non era una donna; e molto tempo infelice sarebbe passato prima che lo fosse.

    Adattato da Agostino,Moravia
    , , , , , , , , , , , , ,