Libero

blakeigle

  • Uomo
  • 70
  • Perugia
Leone

Mi trovi anche qui

ultimo accesso: più di un mese fa

Ultime visite

Visite al Profilo 7.547

Bacheca

Questa Bacheca è ancora vuota. Invita blakeigle a scrivere un Post!

Mi descrivo

IO NON HO MAI DETTO CHE LA TERRA E' MIA PER FARNE CIO' CHE MI PARE. L'UNICO CHE HA DIRITTO DI DISPORNE E' CHI L' HA CREATA

Su di me

Situazione sentimentale

separato/a

Lingue conosciute

-

I miei pregi

è troppo lo spazio

I miei difetti

è poco lo spazio

Amo & Odio

Tre cose che amo

  1. sincerita
  2. onesta
  3. e Rin Tin Tin

Tre cose che odio

  1. il dover odiare
  2. come sopra
  3. ancora come sopra

I miei interessi

Vacanze Ok!

  • Prendo l'auto e parto

Passioni

  • Cinema
  • Fotografia
  • Tecnologia

Musica

  • Rock

Cucina

  • Piatti italiani

Sport

  • Trekking

Film

  • Azione
  • Thriller

Meta dei sogni

Stati Uniti, Canada

Film preferito

Balla coi lupi

il mio amico grande

                                                        

                                                            

copri capo

Vecchio detto indiano

Conosci una persona solo quando hai camminato un po' di tempo con i suoi mocassini

vecchio detto indiano

Non c'è uomo che resiste al cavallo non c'è cavallo che resite all' uomo

Braccio Storto, Cree

Non parlare di dolore finché non hai visto le lacrime dei guerrieri.

Alce Nero, Sioux Oglala

Non sapevo in quel momento che era la fine di tante cose. Quando guardo indietro, adesso, da questo alto monte della mia vecchiaia, ancora vedo le donne e i bambini massacrati, ammucchiati e sparsi lungo quel burrone a zigzag, chiaramente come li vidi coi miei occhi da giovane. E posso vedere che con loro morì un’altra cosa, lassù, sulla neve insanguinata, e rimase sepolta sotto la tormenta. Lassù morì il sogno di un popolo. Era un bel sogno… il cerchio della nazione è rotto e i suoi frammenti sono sparsi. Il cerchio non ha più centro, e l’albero sacro è morto. 

Delshay, Apache

Non voglio più correre sulle montagne; voglio fare un grande trattato… Manterrò la mia parola fino a quando le pietre si scioglieranno… Dio fece l’uomo bianco e Dio fece l’Apache, e l’Apache ha lo stesso diritto dell’uomo bianco di stare in questo paese. Voglio fare un trattato che duri, cosicché entrambi si possa viaggiare nel paese e non avere guai.

Capo Giuseppe

Lasciatemi essere un uomo libero,
libero di viaggiare,
libero di fermarmi,
libero di lavorare,
libero di commerciare dove io scelgo,
libero di scegliere i miei insegnanti,
libero di seguire la religione dei miei padri,
libero di parlare, pensare e agire per me stesso – e io obbedirò a ogni legge e mi sottometterò alla punizione

 

Cavallo Pazzo, Sioux

"Abbiamo bisogno di una grande visione, e l'uomo che l'avrà deve seguirla come l'aquila segue il profondo blu del cielo. Io ero ostile all'uomo bianco... preferivamo la vita di caccia alla vita di inutilità nelle riserve. Durante quei tempi non avevamo cibo a sufficienza e non potevamo cacciare. Tutto quello che volevamo era la pace ed essere lasciati soli. Arrivarono i soldati e distrussero i nostri villaggi. Poi arrivò Custer... Dissero che noi lo massacrammo, ma egli voleva fare la stessa cosa con noi. Il nostro primo impulso fu di fuggire ma fummo circondati e dovemmo combattere."     

Henry Vecchio Coyote, Crow

 Le ninnananne del mio popolo sono state tramandate di generazione in generazione e le cantiamo ancora oggi. Molte raccontano di animali che si occupano affettuosamente dei loro piccoli, altre descrivono la terra d’origine del mio popolo e quella in cui vivevamo. Attraverso queste canzoni vogliamo insegnare ai nostri figli soprattutto una cosa: profondo rispetto. Profondo rispetto e grande attenzione per tutto il creato. Solo quando avranno imparato a rispettare gli altri, potranno avere rispetto per se stessi. E solo così otterranno il rispetto degli altri. Per il mio popolo il rispetto di sé è una cosa importante e noi lo coltiviamo e lo sosteniamo. Una persona non può vivere senza avere rispetto per se stessa.

Capo Giuseppe alla sua resa nel 1877

Dite al generale Howard che io conosco il suo cuore. Ciò che mi ha detto prima l’ho dentro al mio cuore. Sono stanco di combattere. I nostri capi sono stati uccisi. Specchio è morto, Tu-hul-hil-sote è morto. I vecchi sono tutti morti. Ora sono i giovani che dicono sì o no. Colui che guidava i giovani [il fratello di Giuseppe, Alikut] è morto. Fa freddo e non abbiamo coperte. I bambini piccoli muoiono di freddo. La mia gente — alcuni di loro sono scappati sulle colline e non hanno né coperte né cibo. Nessuno sa dove si trovino — forse sta morendo di freddo. Voglio avere il tempo di cercare i miei figli per vedere quanti di loro riesco ancora a trovare. Forse li troverò in mezzo ai morti. Ascoltatemi, miei capi, il mio cuore è malato e triste. Dal punto in cui si trova adesso il sole, io non combatterò più.  

 

Lupo Giallo, Nez Perce

I bianchi descrivono solo un aspetto. Dicono solo ciò che fa comodo a loro. Dicono molte cose che non sono vere. L’uomo bianco ha raccontato solo le sue azioni migliori, e solo le peggiori azioni degli indiani.

 

Madre natura

 

Naso Aquilino, Cheyenne

Le donne e i bambini non sono forse più timidi degli uomini? I guerrieri Cheyenne non hanno paura, ma non avete mai sentito parlare di Sand Creek? I vostri soldati assomigliano proprio a quelli che lì hanno massacrato le donne e i bambini.

 

Piccolo Lupo, Cheyenne

Siamo stati al sud ed abbiamo sofferto molto laggiù. Molti sono morti di malattie di cui non conosciamo neanche il nome. I nostri cuori cercavano e desideravano questo paese dove siamo nati. Siamo rimasti in pochi e volevamo solo un po’ di terra dove poter vivere. Abbiamo abbandonato le tende dove si trovavano e siamo fuggiti di notte. I soldati a cavallo ci hanno inseguiti. Sono andato incontro ai soldati e ho detto loro che non volevamo combattere; volevamo solo andare nel nord, e se essi ci avessero lasciati in pace non avremmo ucciso nessuno. L’unica risposta che abbiamo ricevuto è stata una scarica di fucileria. Dopodiché abbiamo dovuto combattere lungo il cammino, ma non abbiamo ucciso nessuno che non ci avesse sparato per primo. Mio fratello, Coltello Spuntato, ha preso metà della banda e si è arreso vicino a Fort Robinson… Hanno consegnato le armi: i bianchi li hanno uccisi tutti.

Cane Stupido, Sioux

Il Grande Padre disse ai Commissari che tutti gli indiani avevano diritto alle Black Hills, e che qualunque fosse la conclusione a cui sarebbero giunti gli indiani, sarebbe stata rispettata… Io sono un indiano e sono considerato dai bianchi come un pazzo; ma deve essere perché io seguo l’avviso dell’uomo bianco.

 

Capo Giuseppe

Fu il protagonista della "lunga marcia dei Nasi Forati"; 2.700 km per più di 4 mesi. Fu costretto ad arrendersi ad un passo dalla libertà. "Oggi, il mio cuore è lontano da qui. Io vorrei essere a casa mia nel paese di Wallowa. E’ passato molto tempo, il padre bianco aveva promesso che potevamo tornare, ma gli uomini bianchi sono dei grandi mentitori. E’ tutto” 

Coltello Spuntato, Cheyenne

Tutto ciò che chiediamo è di poter vivere, e di vivere in pace… Ci siamo piegati alla volontà del Grande Padre e siamo andati nel sud. Giunti lì ci siamo resi conto che un Cheyenne non poteva viverci. Così abbiamo fatto ritorno nel nostro territorio. Abbiamo pensato che era meglio morire in combattimento che morire di malattie… Voi potete uccidermi qui; ma non potete farmi tornare indietro. Non ci andremo. L’unico modo per condurci là è di venire qui con i bastoni, picchiarci sulla testa, trascinarci via e portarci laggiù morti.  

 

Molti Colpi, Crow

Parlavano a voce molto alta quando dicevano che le loro leggi erano fatte per tutti; ma presto capimmo che, sebbene si aspettassero da noi il rispetto della legge, infrangerla per loro era normale. Ci ordinarono di non bere whisky, ma erano essi stessi a fabbricarlo e a vendercelo in cambio di pellicce e pelli, fino a quando non ne rimasero quasi più. I loro Saggi dissero che potevamo adottare la loro religione, ma quando cercammo di comprenderla ci rendemmo conto che i bianchi avevano troppe religioni differenti, e che raramente due di loro erano d’accordo su quale fosse quella giusta da seguire. Questo ci confuse molto finché capimmo che l’uomo bianco non considera la propria religione più seriamente delle leggi, tenendole entrambe dietro di sé, come aiutanti, per usarle quando possono fargli comodo nei rapporti con gli stranieri. Questi non erano i nostri modi. Mantenemmo le leggi che noi avevamo fatto e praticammo la nostra religione.
E posso andare avanti a raccontare di guerre e di furti di cavalli. Ma quando non ci furono più bisonti, il cuore del mio popolo cadde a terra e non si alzò mai più. Dopo, non accadde più niente.
Se una cosa è buona prendetela. Se è cattiva, lasciatela perdere.

, , , , , , , , , , , , ,