Libero

c.faggi

  • Donna
  • 51
  • Firenze
Gemelli

Mi trovi anche qui

ultimo accesso: 4 ore fa

Ultime visite

Visite al Profilo 57.473

Bacheca

Questa Bacheca è ancora vuota. Invita c.faggi a scrivere un Post!

Mi descrivo

Devo proprio? No, non mi va di descrivermi. Lo faranno gli altri.

Su di me

Situazione sentimentale

single

Lingue conosciute

Inglese, Tedesco

I miei pregi

L'umiltà, la mitezza, la precisione, la puntualità, il rispetto

I miei difetti

Tanti tra cui essere permalosa

Amo & Odio

Tre cose che amo

  1. leggere
  2. andare al cinema
  3. gli animali e in particolare adoro i gatti

Tre cose che odio

  1. falsità, indifferenza verso i sentimenti altrui
  2. invidia
  3. chi odia gli animali

I miei interessi

Passioni

  • Lettura
  • Musica
  • Cinema

Musica

  • Pop
  • Rock

Cucina

  • Piatti italiani

Libri

  • Fantasy
  • Horror
  • Narrativa
  • Fantascienza
  • Classici

Film

  • Fantasy
  • Drammatico
  • Thriller
  • Fantascienza
  • Horror

Libro preferito

Tanti tra cui 'Il Signore degli Anelli'

Meta dei sogni

Irlanda e Scozia, capitali europee

Film preferito

Tanti

Il gatto main coon

Il leggendario gatto procione - I segreti del Main Coon

Vederselo davanti è un’esperienza che non si dimentica. Il Main Coon è davvero un gatto enorme, imponente, regale. A stargli accanto si prova quasi un senso di riverenza, come se si trattasse di un monarca del regno felino. Lui poi ce la mette tutta per dare a chi lo osserva questa idea. Il suo portamento è maestoso, tiene la testa alta, la coda larga e folta a mezza altezza, le larghe zampe poggiate saldamente a terra con fare da antico guerriero. Ma come spesso accade con gli animali, l’apparenza inganna e nonostante l’aspetto che incute un po’ di timore il Main Coon è un vero bonaccione.

A Neda

LIBERTA'  OBBLIGATORIA

 
GLI OCCHI DI NEDA

 

In ricordo di Neda

Iran, in ricordo di Neda. La sorella scrive al mondo

 La sorella di Neda chiede esplicitamente che questa lettera sia diffusa il più possibile da tutti coloro che la leggeranno per ricordare Neda e tutte le vittime della violenza di queste ore a Teheran.

Ieri avevo scritto un breve appunto perchè avevo un'idea fissa: 'domani sarà un grande giorno [alla manifestazione] , ma io potrei essere uccisa...' Invece ora io sono qui, viva, e a essere uccisa è stata mia sorella. Sono qui a piangere mia sorella morta tra le braccia di mio padre. Io sono qui per raccontarvi quanti sogni coltivava mia sorella... Io sono qui per raccontarvi quanto fosse una persona dignitosa e bella, mia sorella...Sono qui per raccontarvi come mi piaceva guardarla quando il vento le agitava i capelli... Quanto [Neda] volesse vivere a lungo, in pace e in eguaglianza di diriiti.... Di quanto fosse orgogliosa di dire a tutti, a testa alta, 'Io sono iraniana'...

Di quanto fosse felice quando sognava di avere un giorno un marito con capelli spettinati, [sognava] di avere una figlia e di poterle fare la treccia ai capelli e cantarle una ninna-nanna mentre dormiva nella culla. Mia sorella è morta per colpa di chi non conosceva la vita, mia sorella è morta per un'ingiustizia senza fine, mia sorella è morta perchè amava troppo la vita... Mia sorella è morta perchè provava amore per tutte le persone...

Chiunque leggerà questa mia lettera, per favore, accenda una candela nera con un piccolo nastro verde alla base e ricordi Neda e tutti i Martiri di queste giornate, ma quando la candela si sarà spenta non dimenticatevi di noi, non lasciateci soli...aduto preda della stessa sindrome del premier che vede trame dove c'e' soltanto libertà di informazione.


 


Teheran, 22 Giugno 2009 (h. 10.08)

DISCRIMINAZIONI

DISCRIMINAZIONI
 


SINDROME DI DOWN

MESSAGGIO IN COMUNE X TUTTI VOI AMICHE ED AMICI MIEI..................LA SINDROME DI DOWN NON E' UNA MALATTIA. LE PERSONE CON LA SINDROME DI DOWN NON CERCANO UNA MEDICINA, VOGLIONO SOLO ESSERE TRATTATE COME GLI ALTRI !!! IL 93% DEI CONTATTI NON COPIERA' QUESTO MESSAGGIO.... SPERO CHE TU CHE STAI LEGGENDO ORA VOGLIA FAR PARTE DEL RESTANTE 7% CHE METTERA' QUESTO MESSAGGIO NELLA SUA BACHECA

ANELLO

« Tre Anelli ai Re degli Elfi sotto il cielo che risplende, Sette ai Principi dei Nani nelle lor rocche di pietra, Nove agli Uomini Mortali che la triste morte attende, Uno per l'Oscuro Sire chiuso nella reggia tetra, Nella Terra di Mordor, dove l'Ombra nera scende. Un Anello per domarli, un Anello per trovarli, Un Anello per ghermirli e nel buio incatenarli. Nella Terra di Mordor, dove l'Ombra cupa scende. »
, , , , , , , , , , , , ,