Libero

castoreepolluce78

  • Donna
  • 64
  • l\'isola che c\'è
Cancro

Mi trovi anche qui

ultimo accesso: più di un mese fa

Ultime visite

Bacheca

Questa Bacheca è ancora vuota. Invita castoreepolluce78 a scrivere un Post!

Mi descrivo

Sono in mezzo alla tempesta...ma della quiete non so che farmene.

Su di me

Situazione sentimentale

-

Lingue conosciute

-

I miei pregi

sono fuori di testa ,se non hai paura ti dico fino in fondo quello che penso

I miei difetti

non mi si secca mai la lingua, sono autoritaria,sono fuori di testa,non riesco a relazionarmi se devo usare troppa diplomazia

Amo & Odio

Tre cose che amo

  1. la terra che mi ospita
  2. il mare
  3. il sole

Tre cose che odio

  1. il freddo
  2. le persone non sincere
  3. l'indifferenza

I miei interessi

Vacanze Ok!

  • Enogastronomia

Vacanze Ko!

  • Crociera
  • Passioni

    • Cinema
    • Fotografia
    • Lettura

    Musica

    • Rock
    • Pop

    Cucina

    • Piatti italiani

    Libri

    • Psicologia
    • Narrativa

    Film

    • Drammatico
    • Commedia

    Libro preferito

    la vedova scalza(Salvatore Niffoi)

    Meta dei sogni

    capitali europee, Russia

    Film preferito

    le fate ignoranti

    ho messo via

    ....Ho messo via un pò di illusioni
    che prima o poi basta così
    ne ho messe via due o tre cartoni
    comunque so che sono lì.
    Ho messo via un pò di consigli
    dicono è più facile
    li ho messi via perchè a sbagliare
    sono bravissimo da me.
    Mi sto facendo un pò di posto
    e che mi aspetto chi lo sa
    che posto vuoto ce n'è stato ce n'è ce ne sarà.
    Ho messo via un bel pò di cose
    ma non mi spiego mai il perchè
    io non riesca a metter via te...

    Ligabue da "Ho messo via"

    Il focolare spento

    Provo a prenderti tra le mie braccia,
    ti tengo stretta fino a farti male.
    Ti faccio il bagno,
    ti pettino i capelli,
    ti racconto la favola di Alice,
    ti guardo mentre mangi
    e mentre cammini.
    Facciamo a chi ride prima ?

    Solo per un giorno:
    la madre che non hai avuto,
    la madre che non sei mai stata,
    la madre che non sono.

    Ma le braccia sono di pietra
    e fanno male.
    Le mani
    ricoperte di spine.
    Lo sguardo distratto,
    incoerente.

    Ogni cosa
    rimane serrata,
    dall'interno.
    E ti amo così,
    con la nostra distanza.

    Castoreepolluce

    Entrare vorrei

    Entrare vorrei

    Entrare vorrei
    nei tuoi respiri

    Annusare
    le millenarie memorie

    Di mura riarse

    Di madri regine

    Di morbide colline,
    greggi e pietre di latte,
    ombre contorte d'olivastri

    Di ventosi
    schianti d'onda

    Ali di nuvole
    in attesa

    Cieli irrequieti
    d'azzurro accecati

    Senza pace

                 CASTOREEPOLLUCE

    Amo il vento

    Nessuno

    mi pettina bene

    come il vento

    Alda Merini

    Ancora veleggia

    Un essere meraviglioso
    la mia mente ha generato
    che porta per mano
    lungo percorsi immaginari
    a fomentare ancora
    i disordini del cuore.

    E non bastante
    il dolore
    dinnanzi all'innegabile realtà
    ancora veleggia
    e vento ce n'è sempre
    in abbondanza
    e a tratti
    il suo soffiare è così forte
    e l'onda così furiosa
    che a quella meraviglia
    le labbra bacio
    salate.

    Castoreepolluce

    Nel sognare perpetuo

    E se nel sognare perpetuo,
    di questo mio vivere,
    anomalo,
    non avessi mai incontrato la realtà?

    Dove altri,
    invece,
    costruiscono abilmente,
    io non trovo la passione,
    quella di cui,
    non posso
    fare a meno.

    E quel loro cercare,
    il punto,
    dove stare in equilibrio...
    ma su cosa?
    Sempre sulla polvere,
    poggiamo i piedi.

    Invece tiro calci
    e alzo polveroni
    e mi accompagna
    un vento capriccioso.

    Ma io lo amo,
    il vento,
    la forza del disordine,
    il suo canto,
    appassionato.

    E se dal sogno,
    che ora va in frantumi,
    ho tratto insegnamento,
    ebbene,
    la battaglia è persa.

    Ma la guerra,
    mai mi avrà,
    tra i cadaveri,
    nella fossa comune.

    Castoreepolluce

    Diversi...

    Sono convinto che sono                                    
    i comportamenti diversi
    dalla regola comune
    a essere evolutivi.
    Pur esecrati
    dalle maggioranze,
    sono questi che riscattano
    l'intera umanità dal rischio
    di addormentarsi,
    di fermarsi.

    Fabrizio De Andrè

    , , , , , , , , , , , , ,