Libero

cinciallegra8

  • Donna
  • 113
  • nel verde
Gemelli

Mi trovi anche qui

ultimo accesso: più di un mese fa

Ultime visite

Bacheca

Questa Bacheca è ancora vuota. Invita cinciallegra8 a scrivere un Post!

Mi descrivo

-cult

Su di me

Situazione sentimentale

sposato/a

Lingue conosciute

-

I miei pregi

-

I miei difetti

-

Amo & Odio

Tre cose che amo

  1. ridere
  2. chiacchierare
  3. passeggiare sotto la pioggia

Tre cose che odio

  1. arroganza
  2. pregiudizio
  3. ipocrisia

I miei interessi

Passioni

  • Ballo
  • Viaggi
  • Lettura

Musica

  • Latino-americana
  • Rock

Cucina

  • Piatti italiani

Libri

  • Narrativa
  • Romanzi rosa

Sport

  • Nuoto

Film

  • Commedia
  • Classici

Libro preferito

annie che amava il vento

Meta dei sogni

Islanda, Spagna e Portogallo

Film preferito

orgoglio e pregiudizio

a Laura

Sei giunta:

hai fatto bene:

io ti bramavo.

All'animo mio, che brucia di passione,

hai dato refrigerio.

Saffo


Squassa Eros,


come il vento sui monti

che investe le querce.

Saffo

Tramontata è la luna e le Pleiadi:
a mezzo è la notte:
il tempo trascorre;
e io dormo sola.

Saffo

Slegami le mani

Slegami le mani amore

Apri le chiuse del cuore

Ho un fiume rosso

che mi scorre dentro

Graziella Bertante

Madrigale

 Sotto le Babeli

Sono uscita fuori dalle mura
correndo dietro alle parole in fuga
Sui sogni inciampo
e resto un po' acquattata
sotto gli spari delle sentinelle
Poi mi rialzo e riprendo la strada
parola per parola

Maria De Lorenzo

 Diario d'utopia

Paradiso perduto
forse un vago ricordo
di un inganno più grande
o il sogno ricorrente
di un futuro improbabile

O non piuttosto il volto impenetrabile
del compagno di un attimo?

Maria De Lorenzo

Se muoio sopravvivimi con tanta forza pura
da svegliare la furia del pallido e del freddo,
da sud a sud alza i tuoi occhi indelebili,
dall'alba al tramonto suoni la tua bocca di chitarra.

Non voglio che vacillino il tuo riso e i tuoi passi,
non voglio che muoia la mia eredità di gioia,
non bussare al mio petto, non ci sono.
Vivi nella mia assenza come in una casa.

E' una casa così grande l'assenza
che ci entrerai passando attraverso i muri
e appenderai quadri all'aria.

E' una casa così trasparente l'assenza
che io senza vita ti vedrò vivere
e se soffri, amore mio, morirò daccapo.

Pablo Neruda

Il tuo sorriso

Toglimi il pane, se vuoi,
toglimi l'aria, ma
non togliermi il tuo sorriso.

Non togliermi la rosa,
la lancia che sgrani,
l'acqua che d'improvviso
scoppia nella tua gioia,
la repentina onda
d'argento che ti nasce.

Dura è la mia lotta e torno
con gli occhi stanchi,
a volte, d'aver visto
la terra che non cambia,
ma entrando il tuo sorriso
sale al cielo cercandomi
ed apre per me tutte
le porte della vita.

Amor mio, nell'ora
più oscura sgrana
il tuo sorriso, e se d'improvviso
vedi che il mio sangue macchia
le pietre della strada,
ridi, perché il tuo riso
sarà per le mie mani
come una spada fresca.

Vicino al mare, d'autunno,
il tuo riso deve innalzare
la sua cascata di spuma,
e in primavera, amore,
voglio il tuo riso come
il fiore che attendevo,
il fiore azzurro, la rosa
della mia patria sonora.

Riditela della notte,
del giorno, della luna,
riditela delle strade
contorte dell'isola,
riditela di questo rozzo
ragazzo che ti ama,
ma quando apro gli occhi
e quando li richiudo,
quando i miei passi vanno,
quando tornano i miei passi,
negami il pane, l'aria,
la luce, la primavera,
ma il tuo sorriso mai,
perché io ne morrei.
Pablo Neruda
, , , , , , , , , , , , ,