Libero

darkstones

  • Uomo
  • 55
  • naples
Gemelli

Mi trovi anche qui

ultimo accesso: più di un mese fa

Bacheca

Questa Bacheca è ancora vuota. Invita darkstones a scrivere un Post!

Mi descrivo

ombre oscure su ali impolverate di un angelo, ombre lucenti su pietre preziose , ombre segrete sulle nostre anime fuggenti, per favore non chiedete amicizia se neanche rispondete poi ad un semplice buongiorno, che senso ha?...io non sono un numero nella vostra lista...io sono Francesco

Su di me

Situazione sentimentale

-

Lingue conosciute

-

I miei pregi

-

I miei difetti

-

Amo & Odio

Tre cose che amo

  1. infinito...senza fine
  2. notti...senza fine
  3. occhi..senza fine

Tre cose che odio

  1. la politica, i saccenti
  2. la viltà, il piangersi addosso
  3. ipocrisia dei conoscenti

Funkycircus



vorrei poter leggere nel tuo futuro
e sapere dove sarò
e forse raggiungerti mentre pensierosa ed assorta
guardi il mio mare
nell'increspare di onde perfette
che mi ricordano i miei eterni difetti
disegnati perchè tu correggessi
quell'eterna ansia di amare
che mai sparirà
forse inconsapevole
che non vuole scivolare via
come quell'acqua salata che mi chiede di te....



Je Ne Regret Rien

kiss with you

dovrò solo prenderti per mano

sapendo che lo vorrai

dovrò solo lasciare andare ogni mio pensiero lontano

per raggiungerti

dovrò solo aspettare un nuovo bacio

perchè niente è impossibile

solo se lo vogliamo...

my book

Il mio libro...
un crimine del cuore



with you

senza respiro, cosi tu sarai per me..nell'infinito dei miei baci di cui, io solo te ne farò scoprire il sapore, senza ritegno nelle bracce che cingerai prima al mio collo per poi lasciarti andare...sapendo che solo la mia pelle potrà darti la giustizia che vuole il tuo desiderio..., principessa, desideria, femmina, dolce ,perfida, regina dei sentimenti, assoluta donna dei sogni e incubi che seguiranno...ho fatto un solo sbaglio, assaggiare il tuo profumo selvaggio che mi ha condotto attraverso te senza saper che il peccato ha un solo nome il ...TUO

Anestetico del puro dolore, fu il mare mio amico, mio amante, mio consigliere, mio unico grande punto di partenza, profondo e cristallino pronto a lavare tutti i peccati commessi...

eppure vedere.... io sono il visibile invece, quelli che gli altri evitano perchè incomprensibile a tanti e complicato ai pochi che si soffermano. Tuono e fulmine di me stesso, pioggia ,sole e luna, mare aperto,scogli infranti da onde, io sono e forse vorrei, ma non trovo la mia ombra e questo mi fa sentire meno Peter Pan, io parlo, alzo la voce perchè la gente non sente quello che succede, divento maestrale, bora, ghibli...si posso essere deserto, posso essere solo sabbia che scorre tra le mani senza che sia lasciato niente, sono i colori di una tela, i pastelli impazziti di un dipinto antico, o solo di un paesaggio dove una donna stesa al sole prende nuda i raggi preziosi custodendoli nell'anima, io sono freddo, ghiaccio, neve,sono fuoco, fiamme, legna che arde che esplode nei camini e sale su per liberarsi nell'aria e diventare fumo...sono uomo, sono animale, dormo, mi sveglio,mi stanco ho forza, sono grandine, sono pioggia di quelle fastidiose che ti entrano nel colletto della giacca e ti fa sobbalzare di scatto, sono vento che spazza via pensieri e funesti presagi, sono terra dove far crescere nuovi fiori, profumati, colorati, che poi

 potrai trapiantare nel tuo giardino, sono fango, dove le tue scarpe si fermano, rallentano i tuoi passi, li bloccano, sono il tuo peggiore incubo quello che ti sveglia la notte e ti tiene la gola arsa, sono il tuo sogno più bello, quello di prati verdi e girasoli che si drogano di ossigeno, sono la luce che apre i tuoi occhi sui mali del mondo, sulla cattiveria degli uomini , sulla loro indole egoista sulla loro modesta presunzione, sono oro che luccica ma pesante da portare , sono argento che diventa un anello, sono una pietra preziosa che adorna le tue mani gentili, affusolate, sono una lettera che non vorresti mai ricevere ,ma che il postino gentilmente ti porge, e dentro trovi una missiva di inchiostro nero a ricordarti di giorni bui e scuri, umidi e gelati, sono una cartolina, con una spiaggia bellissima, mare limpido e cristallino, e due bambini che costruiscono castelli di sabbbia...sono la macchia di pomodoro sulla tua camicetta bianca appena messa, sono il detersivo profumato che la laverà lasciandogli un alone che ti riporterà bambina, sono la sigaretta che ti tossisce in gola, che maledici, sono la caramella a menta che ti darà respiro, quelle con la carta azzurra come il cielo, sono il tuo bicchiere di rhum invecchiato che ti fa sentire le urla del fegato, amplificate, sono il tuo tè mattutino di Ceylon, in tazze di porcellane che raffigurano i giardini di Bombay, sono un disco di Soul, di jazz e bossanova, sono la puntina che lo cavalca, sono le casse stereo che battono il ritmo , sono un biglietto di sola andata, su di un aereo senza benzina sufficiente,con i finestrini che sono pronti ad aprirsi,sono la mongolfiera che dall'alto dà pace al movimento ,come un dondolo preciso di vimini, sono inferno e paradiso, ma senza passare per il purgatorio..io sono io...stanco di guardare negli occhi le persone che invece passano senza neanche sapere il colore dei miei occhi

rain

sensual mood

the perfect sound, in a perfect dance



"Dio è morto"

Nietzsche

"Per ora è morto Nietzsche"

Dio

Il Sommo

Bisogna fare della propria vita

come si fa un'opera d'arte.

Bisogna che la vita d'un uomo d'intelletto

sia opera di lui.

La superiorità vera è tutta qui.

Gabriele D'Annunzio

Baudelaire


 



Tristezze della luna 

Nei suoi sogni la luna è più pigra, stasera:
come una bella donna su guanciali profondi,
che carezzi con mano disattenta e leggera
prima d'addormentarsi i suoi seni rotondi,

lei su un serico dorso di molli aeree nevi
moribonda s'estenua in perduti languori,
con gli occhi seguitando la apparizioni lievi
che sbocciano nel cielo come candidi fiori.

Quando a volte dai torpidi suoi ozi una segreta
lacrima sfugge e cade sulla terra, un poeta
nottambulo raccatta con mistico fervore

nel cavo della mano quella pallida lacrima
iridescente come scheggia d'opale.
e, per sottrarla al sole, se la nasconde in cuore.

 

Baudelaire
 

audace

 

STOP ALLA PEDOFILIA

hit counters
, , , , , , , , , , , , ,