Libero

dioneca

  • Donna
  • 40
  • Vicenza
Cancro

Mi trovi anche qui

ultimo accesso: più di un mese fa

Ultime visite

Visite al Profilo 51.016

Bacheca

Questa Bacheca è ancora vuota. Invita dioneca a scrivere un Post!

Mi descrivo

Così continuiamo a remare, barche contro corrente, risospinti senza posa nel passato.

Su di me

Situazione sentimentale

-

Lingue conosciute

Inglese, Francese, Spagnolo

I miei pregi

Questi non credo spetti a me dirli. Semplicemente ciò che amo... I miei gatti. Le persone che valgono. Chi mi sa insegnare qualcosa. Essere infantile. Fumare guardando la pioggia. Chi sa farmi ridere. La birra. Gli sms della buonanotte.

I miei difetti

Permalosa, testarda, impulsiva, ribelle, piuttosto impertinente. Ciò che odio... Guardare un film al cinema senza pop corn. Restare senza sigarette, soprattutto se piove. Chi mi fa perdere tempo. Le persone ambigue. I maleducati. Le aspettative.

Amo & Odio

Tre cose che amo

  1. chi sa farmi ridere
  2. gli scambi di opinioni
  3. essere corteggiata

Tre cose che odio

  1. l'incoerenza
  2. le persone indecise
  3. annoiarmi

I miei interessi

Vacanze Ok!

  • Prendo l'auto e parto

Vacanze Ko!

  • Tour organizzato
  • Passioni

    • Fotografia
    • Musica

    Musica

    • Metal
    • Rock

    Cucina

    • Giappo
    • Fusion

    Libri

    • Classici
    • Fantasy

    Sport

    • Pallavolo

    Film

    • Fantasy
    • Fantascienza

    Libro preferito

    Tolkien | Asimov | Herbert | Dick | Clavell | Baudelaire | Neruda | Baricco | Eco | Sepulveda | Hemingway | Murakami

    Meta dei sogni

    Estremo Oriente, Australia e Nuova Zelanda

    Film preferito

    Metropolis | Blade Runner | Fight Club | Memento | American History X | Schindler's List | Il Padrino | Lolita

    My MuSiC




    NeLlA mIa FiNe E' iL mIo PrInCiPiO

    Questa sera la luna sogna più languidamente; come una
    bella donna che su tanti cuscini con mano distratta e leggera
    prima d'addormirsi carezza il contorno dei seni,
    e sul dorso lucido di molli valanghe morente, si abbandona
    a lunghi smarrimenti, girando gli occhi sulle visioni
    bianche che salgono nell'azzurro come fiori in boccio.

    Quando, nel suo languore ozioso, ella lascia cadere su questa
    terra una lagrima furtiva, un pio poeta, odiatore del sonno,

    accoglie nel cavo della mano questa pallida lagrima
    dai riflessi iridati come un frammento d'opale, e la nasconde
    nel suo cuore agli sguardi del sole.

    C. Baudelaire

    , , , , , , , , , , , , ,