Libero

francescomes28

  • Uomo
  • 54
  • Barletta
Leone

Mi trovi anche qui

ultimo accesso: più di un mese fa

Ultime visite

Visite al Profilo 288

Bacheca

Questa Bacheca è ancora vuota. Invita francescomes28 a scrivere un Post!

Mi descrivo

Amo conoscere la gente e le proprie emozioni solo per il piacere di farlo; mi piace ascoltare e, a volte, dare buoni consigli.

Su di me

Situazione sentimentale

-

Lingue conosciute

Inglese

I miei pregi

-

I miei difetti

-

Amo & Odio

Tre cose che amo

  1. fare jogging
  2. leggere libri
  3. scrivere

Tre cose che odio

  1. la mancanza di rispetto
  2. la superficialità
  3. chi odia

I miei interessi

Passioni

  • Lettura
  • Musica

Libri

  • Saggi

Sport

  • Running
  • Calcio e calcetto

Libro preferito

l\'insostenibile leggerezza dell\'essere

Film preferito

hair

A mia nonna (11 – dicembre - 1998)

Nonna morirà, morirà come tutti, ma per lei è quasi certo: il duemila non ci sarà.

Nonna morirà, il verdetto è giunto stamane, crudele e irrimediabile,

dopo un intervento  tecnicamente mai iniziato.

Sicura in una guarigione che non ci sarà si è affidata alle cure dei medici

che non le potranno rimuovere la plurineoplasia che è dentro di lei.

Nonna morirà, i pensieri vagano alla ricerca dei ricordi e questi non tardano ad arrivare:
“mi accarezzavi dolcemente quando femori rotti, giacevo in un letto d’ospedale, la tua voce non conosceva tregue,
nel tuo dialetto mi incoraggiavi a guarire, perché il peggio sarebbe passato”.

«La morte fa male a qualsiasi età» ha detto mamma, il cuore in lacrime.

Coraggio nonna il peggio passerà.

Mia figlia (dicembre 2002)

Mia figlia corre veloce,

felice!, tre anni a maggio,

percorre la stanza da lato a lato

i suoi lunghi capelli svolazzano

la sua voce intona canti fantastici... incomprensibili,

la osservo pensoso e ... sospiro:

sarà questa la felicità? 

per Lucio (9.9.1998)

  Te ne sei andato in una giornata uggiosa;

 in una di quelle giornate che non hanno sapore,

 perché  non hanno colore,

 perché  non hanno calore.

 Nel pomeriggio, dopo un acquazzone,

 uno splendido arcobaleno ha sovrastato il cielo della mia città:

 forse era terminato il tuo viaggio,

 eri tornato lì, dove eri partito.

, , , , , , , , , , , , ,