Libero

gigolocatania

  • Uomo
  • 56
  • Catania
Capricorno

Mi trovi anche qui

ultimo accesso: più di un mese fa

Amici 1

Ultime visite

Visite al Profilo 26

Bacheca

Questa Bacheca è ancora vuota. Invita gigolocatania a scrivere un Post!

Mi descrivo

Per donne(no coppie) desiderose di vivere una serata "strana","diversa". Passeggiare,Parlare,Ridere,Rilassarsi. Una cena, una sigaretta, un selz, un attimo e poi quello che desidera la tua mente. Una fetta di vita da dedicarti

Su di me

Situazione sentimentale

separato/a

Lingue conosciute

Francese, Inglese

I miei pregi

-

I miei difetti

-

Amo & Odio

Tre cose che amo

  1. farti rilassare,farti parlare,farti ridere
  2. veder lievitare i capezzoli della donna
  3. a cui parlo

Tre cose che odio

  1. nessuna
  2. nessuna
  3. nessuna

I miei interessi

Passioni

  • Fotografia

Cucina

  • Mediorientale
  • Fusion

Omaggio al catanese Micio Tempio parte I

Nici, mi vinni un nolitu di futtiri all'inglisa; già sugno infucatissimu: guarda chi minchia tisa! Lu gustu è insuppurtabili, li tasti non discordi: in chistu modu futtinu li nobili milordi. La sorti è già propizia semu suli suliddi; stanotti avemu a futtiri li gigghia e li capiddi. A manu a manu curcati; lu lettu è già cunzatu, non cci haju chiù pacenzia, pri mia sugnu spugghiatu. Veni ccà, figghia! Curcati! Spinciti tanticchiedda; li to labbruzza dunami, dammi nna vasatedda. Nici, fa prestu;dunami sta duci to linguzza; ntra la mia vucca trasila, facemu la sirpuzza. Sti cosci toi,sti natichi sunnu nna vera tuma; li minni su' dui provuli, chiù bianchi di la scuma. Ma senza tanti chiacchiari, futtemu allegramenti; non servi accussì perdiri st'amabili momenti. Mettiti a facci all'aria, chista è la forma arcana; li bianchi cosci gnuttica a modu di nna rana. Supra li mei claviculi posa li toi manuzzi, e a li mei cianchi strinciti, ed iu a li to spadduzzi. Chi vera matematica! Chi calculu profunnu! Oh, comu si combacianu lu cazzu ccu lu cunnu! Ma già serruli serruli la virga s'introduci, e mentri trasi s'eccita lu gustu lu chiù duci. Comu s'abbassa l'utero sinu all'imboccatura, chi brama di sucarisi l'umana rennitura! Dunca futtemu nsemula, iu fricu e tu cazzii; fammi sautari all'aria finu ca ti nichii.

Omaggio al catanese Micio Tempio parte II

Va, veni, Nici; baciami, cazzia... mi veni... è lestu; già mi currumpu, strincimi, abbrazza, futti prestu! Eccu chi cadi sazia la minchia a passuluni; la testa posa languida pri supra li cugghiuni. Sacciu chi è to lu geniu quannu la minchia è muscia! Forsi pirchì rallentasi a guisa d'una truscia? Te', ccu dui jita pigghiala e fanni chi nni voi; a lu to sticchiu adattala, fricala quantu poi. Ma già rinviguriscinu li musculi e rutturi; lu cazzu arreri fulmina di futtiri a fururi. Senza chiù tempu perdiri, mettiti arreri a lenza; te', st'autra vota pigghiati stu restu di simenza. Cazzu! Chi beddu futtiri, chi gustu prelibatu! Chistu è lu veru futtiri: l'Inglisi sia lodatu!
, , , , , , , , , , , , ,