Libero

ilcavalieresolitar0

  • Uomo
  • 41
  • Non accetto inviti.
Acquario

Mi trovi anche qui

Profilo BACHECA 5

Avviso importante chiunque mi invia un invito viene segnalato e messo in blocco.

E ora cerco il personaggio di Prato che usa immagini di modelli e attori,che unito ad altri iscritti usa molti profili offerti da libero per molestia!

Ora stop. tra chi usa -ARTE-oppure missi missi micio micio,magari si riconosce vero A? vUOLE VEDERE LA MIA DI MOTO?Ora basta se bloccarvi vi offre il modo di attaccare chi usa il tasto blocco- tutti i responsabili che asseriscono di essere stati offesi -oltre a far leggere -LE LORO OFFESE SUI  MESSAGGI DI RISPOSTA -ne pagheranno lo scotto con la Giustizia.

 

 

 

 

Rene Magritte L'arte di vivere, 1967, 54×65 cm: Descrizione dell'opera |  Arthive

 

Ti piace?
1
ilcavalieresolitar0 più di un mese fa

Pubblicità saltanti vediamo cosa dice la legge,su chi con un semplice nick fa girare indicazioni pubblicitarie,coraggio insistete a urlare libertà invadendo profili di iscritti su una comuny di blog e chat per usarli a vostro piacimento,quando la pubblicità va scelta non imposta!!!

 

 

 

web

undefined

Ti piace?
1
ilcavalieresolitar0 più di un mese fa

Fantastico visto che fate gli ignorri se vi si chiede di non invaderci i profili con i vostri mercatini da almeno su di me oltre 12 anni, aPPENA CONSEGNATO UNA RICHIESTA verso i 6 nick ben conosciuti sul mio profilo,dopo di che mi riservo di presentare una denuncia verso ignoti per molestie insistenti da anni dimostrerete nelle Sedi preposte il vostro uso delle iscrizioni sul web,dopo di che pagherete civilmente il malumore che causate e gli  illeciti vari sulle informazioni a cui attingete per saltarvi tutti i profili iscritti sullo stesso indirizzo mail!!!

 

 

 

L'arricchimento da fatto illecito - Studio Legale Pirani

Ti piace?
1
ilcavalieresolitar0 più di un mese fa

Insistere significa dare addosso,e visto che cosa fate in questa comuni siete penalmente a rischio reato contro chi vi avvisa di voler usare il proprio profilo senza che venditori vari di messaggi pubblicitari lo invadono,la pubblicità deve per legge essere accettata e non usata impropriamente.

 

 

 

 

//www.carabinieri.it/crossbrowser

 

A tutela della libertà morale nonché dell’onore e della reputazione di chi scrive su questo Blog,
si avvisa che sarà cancellato ogni messaggio contenente frasi ed/od espressioni offensive e nell’ immediato
sarà richiesta bannatura dell’autore delle stesse, con espressa riserva di rivolgersi alle Forze dell’Ordine
e querelare chiunque incorra nei reati di ingiuria, diffamazione, minacce, molestie e altro,
ai sensi del Codice Penale al fine di far punire tutti i responsabili.

Al tal fine si rammenta che :

– a norma dell’art. 594 C.P. (INGIURIA)
Chiunque offende l’onore o il decoro di una persona presente…
anche con scritti o disegni, diretti alla persona offesa (2’ comma)…
è punito con la reclusione fino a sei mesi o con la multa fino a euro 516.

– a norma dell’art. 595 C.P. (DIFFAMAZIONE)
Chiunque, comunicando con più persone, offende l’altrui reputazione,
è punito con la reclusione fino a un anno o con la multa fino a euro 1.032.
Se l’offesa consiste nell’attribuzione di un fatto determinato,
la pena è della reclusione fino a due anni, ovvero della multa fino a euro 2.065.
Se l’offesa è recata col mezzo della stampa o con qualsiasi altro mezzo di pubblicità
(tale è considerato internet nella percezione normativa consolidatasi), ovvero in atto pubblico,
la pena è della reclusione da sei mesi a tre anni o della multa non inferiore a euro 516.

Blogging e diffamazione, responsabilità dell’ammi-nistratore del sito per i commenti dei lettori, in Archivio penale, n. 3, 2013.

Onore e reputazione: necessità di un ritorno alla tipicità dell’oggetto di tutela nell’ingiuria e nella diffamazione, in Cass. Pen., 1994, pag. 2552

Diffamazione a mezzo stampa, satira e internet: profili di responsabilità, in Danno e responsabilità, n. 10, 2005, pag. 1010 ss

 

 

– a norma dell’art. 612 C.P. (MINACCIA)
Chiunque minaccia ad altri un ingiusto danno è punito,
a querela della persona offesa con la multa fino a euro 51.
Se la minaccia è grave, o è fatta in uno dei modi indicati nell’articolo 339,
la pena è della reclusione fino a un anno e si procede d’ufficio.

– a norma dell’art. 660 C.P. (MOLESTIA O DISTURBO ALLE PERSONE)
Chiunque, in un luogo pubblico o aperto al pubblico, ovvero col mezzo del telefono,
per petulanza o per altro biasimevole motivo, reca a taluno molestia o disturbo
è punito con l’arresto fino a sei mesi o con l’ammenda fino a euro 516.

 

Ti piace?
, , , , , , , , , , , , ,