Libero

ilgrandebluff0

  • Donna
  • 109
  • Roma
Pesci

Mi trovi anche qui

ultimo accesso: più di un mese fa

Amici

ilgrandebluff0 non ha ancora amici. Chiedi l'amicizia prima di tutti!

Bacheca

Questa Bacheca è ancora vuota. Invita ilgrandebluff0 a scrivere un Post!

Mi descrivo

sorridere e ridere....

Su di me

Situazione sentimentale

-

Lingue conosciute

-

I miei pregi

-

I miei difetti

-

Amo & Odio

Tre cose che amo

  1. le
  2. truffe
  3. autorizzate

Tre cose che odio

  1. chi
  2. non sa
  3. sorridere

LEGGEREZZA........

LEGGEREZZA.........

E' molto bello  essere "leggeri" di animo, è una sensazione di benessere che ti invade e ti prende l'anima e il corpo, il tuo viso si illumina e la vita assume  un altro aspetto....una bella sfida la leggerezza e non solo alla legge di gravità ma per chi ha un un alto "peso specifico".C'è chi nasce con questo dono che non è altro che  un "piccolo" distacco dalle cose ; ma la leggerezza non corrisponde a vacuità  e possiede una sua specifica consapevolezza ; essere leggeri significa gioire della vita nel rispetto degli altri (in modo che anche gli altri possano essere "leggeri"), significa avere un animo sensibile (un menefreghista ignobile anche se dice di essere "leggero" è più pesante del ferro) e soprattutto non  bisogna confondere la leggerezza che è un alto concetto,  con il libertinaggio  ......molte persone   confondono la "leggerezza "  con il desiderio di fare sempre il i propri comodi in allegria senza rispetto e amore per gli altri e quindi  per se stessi.

La leggerezza è morbida, si lascia attraversare, ma l'ondate di vento non la spostano mai.

mi rivolgo a chi abusa della leggerezza di animo degli altri....smettetela!!!!

disturbati.....

La dipendenza da Internet

Nel 1995 lo psichiatra americano Ivan Goldberg ha introdotto l’espressione “Internet Addiction Disorder” (I.A.D.) prendendo come modello di riferimento il gioco d’azzardo patologico.
Questi sono i principali sintomi da lui individuati come caratteristici dell’I.A.D.:

  • bisogno di trascorrere un tempo sempre maggiore in rete per ottenere  soddisfazione;
  • marcata riduzione di interesse per altre attività che non siano Internet;
  • sviluppo, dopo la sospensione o diminuzione dell’uso della rete, di agitazione psicomotoria, ansia, depressione e pensieri ossessivi su cosa accade on-line;
  • necessità di accedere alla rete sempre più frequentemente o per periodi più prolungati rispetto all’intenzione iniziale;
  • impossibilità di interrompere o tenere sotto controllo l’uso di Internet;
  • dispendio di grande quantità di tempo in attività correlate alla rete;
  • impossibilità di interrompere l’uso di Internet nonostante la consapevolezza di problemi fisici, sociali, lavorativi o psicologici recati dalla rete stessa.

disturbati 2....

Problemi associati:

Le modificazioni psicologiche prodotte nell'individuo che diviene dipendente dalla rete sono:

  • perdita delle relazioni interpersonali;
  • modificazioni dell'umore;
  • alterazione del vissuto temporale;
  • cognitività completamente orientata all'utilizzo compulsivo del mezzo;
  • tendenza a sostituire il mondo reale con un oggetto artificioso con il quale si cerca di costruire un proprio mondo personale e in questo caso virtuale (feticismo tecnologico);

Oltre ai problemi di tipo psicologico si assiste in molti casi alla presenza di veri e propri sintomi fisici come tunnel carpale, dolori diffusi al collo e alla schiena, problemi alla vista ecc. I sintomi fisici sono una conseguenza del protrarsi di lunghi periodi di attività in rete in situazioni poco ergonomiche.

, , , , , , , , , , , , ,