Libero

immersionerapida

  • Uomo
  • 17
  • Fondalopoli
Acquario

Mi trovi anche qui

ultimo accesso: più di un mese fa

Ultime visite

Visite al Profilo 208

Bacheca

Questa Bacheca è ancora vuota. Invita immersionerapida a scrivere un Post!

Mi descrivo

CHIAMATEMI " IMMER" . A prescindere, un puntino come tutti, nell'universo. DELLA VITA, mi attraggono, più che gli intrecci, i veli che l'avviluppano, e la fetta di luna, che di notte, quando riemergo, mi tende la mano e m'incanta con il suo specchiarsi

Su di me

Situazione sentimentale

-

Lingue conosciute

-

I miei pregi

-

I miei difetti

-

Amo & Odio

Tre cose che amo

  1. I fondali marini
  2. le sinuose e maliziose sirene
  3. Le murene, quando le incontro

Tre cose che odio

  1. L'oro nero
  2. nessuna
  3. nessuna

FRUSCIO

Eccolo il tuo sorriso
ridente…
come fruscio
di giovani foglie.
Mi accoglie
il tuo fiore
d’inebriante profumo
Mimosa…
sui tuoi fianchi
scivolano le mie carezze
al dolce tatto
delle mie labbra
il mio dolce ardere
come miele ti avvolge
ancorandomi a te
il mio getto
come grano maturo
ti dono
e…insieme…
un sorriso ci coglie!

Immer

CULMINE

Ti cingo la vita
e vita sento…
come in prua
il primo vento
soffia il suo entusiasmo
dalla mia pelle alla tua
intima foglia
Si schiudono i tuoi occhi
come asole ricamate
alla magia del mio incedere.
Luce! Il desiderio  
Il suo sguardo
in faccia mi grida!
La mia saliva
raggiunge i tuoi occhi
assaporo il brivido
delle tue pareti
in fondo, trasportate
le mie perle brillano…
nella tua anima!
Immer
 

STRANEZZA

 

l'uscio del mattino
preme risoluto
sull'anima del mio cuore
come fosse sera
illuminato da stelle...
sorelle leggere
nel buio amico
dell’inquieto vivere.
Spira palpitante
come rivoli di sole
il bisogno di te!
…Amore!

 

TUTTO

Tutto...
in quell'incrociarsi di dita.
Tutto...
nello sguardo che mi doni.
Tutto...
in quell'armonica figura
del nostro insieme.
Tutto...
nelle note dell'attesa.
Tutto...
in me, quando le tue labbra
si fanno mordere
e rispondo al tuo brivido
con il mio.
Tutto!

Immer

SENZ'ALI

Alla musica...commosso
l'irrequieto fermento
si confonde...estasiato
si muove leggero
fra i margini estremi
di un segreto dipanarsi
all'unisono amore
con pieno vigore
senz'ali!
in te capto
lusinghieri desideri
tenue forza che invade
e suprema si allaccia
al sublime pensare
la tua via percorre
fatale finire
io e te...insieme
unico palpito!

Immer

ANIME NUDE

Già la mia mano
percorre il tuo corpo
nudo senza limiti
e senza limiti sfiorato.
Si prestano i miei occhi
al piacere dei tuoi
turgidi capezzoli
mossi...sprigionano
profumo di labbra
Ti tengo a me…
sulla mia anima
ora pacifica
C ‘è musica intorno
frastuono di sensi…
ti avviluppi a me
feline le tue mani
sulla mia pelle
ti apro le labbra...
c’è l’infinito laggiù!

Immer

 

PRESTAMI

Prestami…prestami
I colori della tua pelle
si offre e sublima
il mio pensiero…
vuota…la prigione
in attesa…
come il calice
di un fresco giglio
il suo stelo pretende.
Profumate  di miele
ora…le pareti
cosparse di fremiti
e lo sguardo… cade
nella profondità
del ritmo!
Prestami…AMORE
I colori della tua pelle!
 


Immer

 

METAFORE

A capo chino
senza sorriso
il mio colore
al tuo sguardo
si perde inutile.
A nulla valgono
le ultime albe
prima che si spenga
senza rinnovo,
sulla mia nuca
il tuo calore.
Albeggiano disperati
sprazzi di speranza
nei miei pensieri di ieri
mentre germogli di vita
ancora senza volto
vedo avvicinarsi.

Immer

GIORNI

 

Giorni…inermi
si compiono solitari
con desiderata voce
invocano sentieri
oltre la sensazione
sublimandosi
superando...
ardimentosi
il velo dell'infinito!

Immer

 

ROSSO

 

Rosso…
come ferro forgiato
Il tramonto…oggi
un  caldo sospiro…
Si fa sera
meravigliosa pena…
premurose le pareti
si fanno calde … calde
profumate … profumate
Si scioglie…
l‘intenso fuoco
nelle gonfie vene,
sulla tua pelle
che preme…
che preme…

Immer

 

STAGIONI

Ho sognato di te
che mi porgevi
il calice delle tue mani
vuoto…
ma di speranza infinita
di me... che lo colmavo
con nuova giovinezza dell’anima.
Occhi!...
come fertili nubi autunnali
eruttano gocce di gioia
calde e saline…
Ancora tu!...Tu!
Col tuo profumo di mare.

OLTRE

Hanno colmato il mio sonno
fascinosi bagliori
che di te 
avevano luce
luce è rimasta...di piu!
Oltre l’alba…
il sole!

Immer

LUNA NO!

Pettino i miei pensieri di uomo
in una notte che luna non ha.
Non ti ho vicino  su quell’aereo
che sempre più, vela diventa
sola…a cercare vento
perché vita riprenda.

 

Immer

 

Come onda
il mio canto incede
odoroso di schiuma
perso sull'umida sabbia
si lascia prosciugare

 

Immer

 

NOTTE

Si vestirà di te
Notte, la mia anima
l'oscura via di luce
percorrerà... oltre l'apparenza
i suoi vicoli appariranno
sconosciuti…all'alba
di un reiterato risveglio.
Le mie labbra
oltre le quinte
il tuo sapore
hanno vissuto.
Momenti d'inquietudine
e poi via, via da me
fra albeggianti fruscii di luce.

Immer

 

RESPIRO DI PELLE

Respiro di pelle
ancora?
Nell'infinito sguardo
giocando
ai confini dell'amore?
E poi...oltre
oltre il piacere
di un unico sospiro.
Anime!
solitarie e calde
libere
si accompagnano
fra le sue sponde.

Immer

MOMENTI

Vorrei avere il vento
sulle mie labbra
come saliva di mare.
Vorrei dare a te
le stesse carezze
con un gioco di dita
leggere
come fremiti di felci
mentre raggi di sole
liberi fra rami di bosco
sorridono…
ai nostri occhi lontani.

Immer

VICINO AL MARE

Ho il mare accanto, sulla mia sinistra, sono chiuso in macchina, ma il suono imperioso, riflette la sua maestosità, la sua potenza. E' un cuore pazzo! Le sue onde disordinate si accavallano prevaricandosi. Nell'aria il vento si affraterna alla sua spuma, lasciandola, poi, sola, sulla fredda sabbia.

IL PONTILE

...in lontananza le luci sembrano percorrere la lingua di terra, come se fosse un pontile, illuminato da luci tremolanti...e la cornice, un mare rabbioso con le sue onde celeri, a volersi smorzare quasi esplodendo sulla bassa scogliera, abituata a tanto osare. Osservo in silenzio, come se invocassi, nel vuoto, l'imponderabile. Vorrei essere etereo...

IMMAGINO...IMMAGINI

Sulle tue…le mie
frenetiche…
respirano i tuoi intimi pensieri
velatamente espliciti
come guardiani storditi
soffiano alito d’amore.
Cercano sul tuo corpo
le mie labbra arse…
cercano ancora
come fiera assetata
fiutano… e con lenta frenesia
si specchiano
nella tua intima linfa

Immer

ANCORA...PROFUMI

Anfratti… fra nubi formose.
Solchi di donna…segreti odori.
Occhi…caldi colori
di pelle fremente.
Ti offri…fra due petali
profumi di languidi sguardi
mentre ti apri al desiderio.
Ancora…ancora profumi
cerco fra le tue labbra...
ancora…ancora profumi
mi abbandono in una via di luce
ancora…ancora profumi.

Immer

PENSIERO STUPENDO

 

Fra petali vigorosi
di una rosa in fiamme
si muove
il
pensiero dolce e superbo
di un tenero abbraccio
come sorriso di donna
in dono!
Si schiude la rosa
come lo sciogliersi
di un sensuale intreccio
e...splendore mi appare!

Immer

 

FRENESIA

Acerba ti distendi 
mie le labbra...
all’audace tocco
ai fianchi giunto
t'inarchi e gemi.
Percorro… con lucide scie 
l’alabastrina pianura. 
Alle tue vele…approdo
ora fremi …su di me…carica.
Le tue labbra…le sento!
Onde su onde...
alla mia fonte voli
ed io alla tua!

Immer

 

FUSIONI

Le tue lacrime
hanno il sapore di me
la mia bocca
ancora sospira
l’attimo di mille giorni.
Odo ed assaporo
la scia del tuo piacere
ormai domo

dai dolci e prolungati
spasmi d’anima!

Immer

, , , , , , , , , , , , ,