Libero

indiana_63_883

  • Uomo
  • 57
  • Napoli
Cancro

Mi trovi anche qui

ultimo accesso: più di un mese fa

Ultime visite

Visite al Profilo 1.739

Bacheca

Questa Bacheca è ancora vuota. Invita indiana_63_883 a scrivere un Post!

Mi descrivo

Solare, ma spesso solitario e riflessivo nei viaggi interiori o sulla moto. Non mi fermo alle apparenze, cerco sempre l'origine delle cose, voglio capire non smetto mai di cercare...

Su di me

Situazione sentimentale

convivenza

Lingue conosciute

Inglese, Francese

I miei pregi

Sempre pronto ad aiutare chi ha bisogno.

I miei difetti

Lunatico

Amo & Odio

Tre cose che amo

  1. La mia Harley e le moto
  2. Il rock anni 70 e tutta la musica good vibrations
  3. I viaggi e le nuove esperienze

Tre cose che odio

  1. I finti cortesi e falsi gentili, e i lecchini
  2. Gli idioti e i conformisti
  3. Quelli che sparlano alle spalle senza sapere nulla

I miei interessi

Vacanze Ok!

  • Avventura

Vacanze Ko!

  • Villaggio turistico
  • Passioni

    • Motori
    • Musica
    • Lettura

    Musica

    • Rock
    • Jazz

    Cucina

    • Piatti italiani
    • Fusion

    Libri

    • Avventura
    • Diari di viaggio

    Sport

    • Trekking
    • Vela

    Film

    • Fantascienza

    Libro preferito

    Il Gabbiano Jhonatan Livingston e letteratura di viaggio

    Meta dei sogni

    Canada, Nepal

    Film preferito

    Blade Runner e Matrix e tantissimi altri

    La Libertà...

    Tutti vogliono la libertà, almeno a parole, ma nessuno è veramente libero.

    E nessuno vuole veramente essere libero, perché la libertà comporta responsabilità.

    La libertà non arriva da sola.

    Osho.

    Per chi non sa apprezzare...

    Mosca, 1962

    Ti sei stancata di portare il mio peso

    ti sei stancata delle mie mani

    dei miei occhi della mia ombra 

    le mie parole erano incendi

    le mie parole eran pozzi profondi 

    verrà un giorno un giorno improvvisamente

    sentirai dentro di te

    le orme dei miei passi

    che si allontanano 

    e quel peso sarà il più grave

    Nazim Hikmet

    Elogio Alla Fuga

    "Quando non può più lottare contro il vento e il mare per seguire la sua rotta, il veliero ha due possibilità: l'andatura di cappa (il fiocco a collo e la barra sottovento) che lo fa andare alla deriva, o la fuga davanti alla tempesta con il mare in poppa e un minimo di tela.

    La fuga è spesso, quando si è lontani dalla costa, il solo modo di salvare barca ed equipaggio. E in più permette di scoprire rive sconosciute che spuntano all'orizzonte delle acque tornate calme.

    Rive sconosciute che saranno per sempre ignorate da coloro che hanno l'illusoria fortuna di poter seguire la rotta dei carghi e delle petroliere, la rotta senza imprevisti imposta dalle compagnie di navigazione.

    Forse conoscete quella barca che si chiama Desiderio".

    (tratto da: Henri Laborit ELOGIO DELLA FUGA)

    Cambiare vita

    C'è sempre la possibilità di vivere in modo diverso. E' la paura del giudizio degli altri che impedisce di decidere con la propria testa. (Sergio Bambaren)

    L'inizio del Viaggio

    - Dobbiamo andare e non fermarci finché non siamo arrivati.

    - Dove andiamo?

    - Non lo so, ma dobbiamo andare.

    Jack Kerouac (Sulla Strada)

    Ho imparato che...

    Ho imparato che bisognerebbe sempre usare buone parole, perchè domani forse si dovranno rimangiare.
    Ho imparato che un sorriso è un modo economico per migliorare il tuo aspetto.
    Ho imparato che non posso scegliere come mi sento, ma posso farci qualcosa.
    Ho imparato che quando tuo figlio appena nato tiene il tuo dito nel suo piccolo pugno, ti ha agganciato per la vita.
    Ho imparato che tutti vogliono vivere in cima alla montagna, ma tutta la felicità e la crescita avvengono mentre la scali.
    Ho imparato che bisogna godersi il viaggio e non pensare solo alla meta.
    Ho imparato che è meglio dare consigli in due circostanze: quando sono richiesti e quando ne dipende la vita.
    Ho imparato che meno tempo spreco, più cose faccio.

    Opposti

    È un'anima espansa quella che può fare musica.

    E le anime vengono espanse, stirate, dalla trazione esercitata dagli opposti: punti, gusti, desideri, lealtà opposte.

    Dove non esistono polarità, dove le energie fluiscono senza problemi in una sola direzione, si faranno molte cose, ma non musica, si farà molto rumore, ma non musica.

    La musica è creata dall'incontro del suono e del silenzio, la musica è creata dagli opposti.

    Osho

    , , , , , , , , , , , , ,