Libero

jackflash77

  • Uomo
  • 42
  • Milano
Scorpione

Mi trovi anche qui

ultimo accesso: più di un mese fa

Ultime visite

Visite al Profilo 13

Bacheca

Questa Bacheca è ancora vuota. Invita jackflash77 a scrivere un Post!

Mi descrivo

Il palazzo è un simbolo, come lo è l'atto di distruggerlo. Sono gli uomini che conferiscono potere ai simboli. Da solo un simbolo è privo di significato, ma con un bel numero di persone alle spalle fare saltare un palazzo può cambiare il mondo. (V per Vendetta)

Su di me

Situazione sentimentale

single

Lingue conosciute

Inglese, Francese

I miei pregi

-

I miei difetti

-

Amo & Odio

Tre cose che amo

  1. Ridere
  2. Gli Amici
  3. Dolci

Tre cose che odio

  1. Ipocrisia
  2. Disonestà
  3. Ignoranza

I miei interessi

Vacanze Ok!

  • Spiagge incontaminate

Vacanze Ko!

  • Villaggio turistico
  • Passioni

    • Lettura

    Musica

    • Punk
    • Ska

    Sport

    • Calcio e calcetto
    • Basket

    Meta dei sogni

    Sud America, Centro America

    MIO NONNO E' COMUNISTA

    immagine

    Io mi chiamo Pancotti Maurizio, sono un bambino di 9 anni e ho un nonno partigiano.
    Mio nonno è comunista, mio nonno fuma il sigaro, mio nonno guarda la televisione
    Mentre mio nonno comunista sta fumando il sigaro davanti alla televisione casca il governo.
    Il primo che inciampa è D'Alema e appresso gli casca addosso tutta la sinistra. Una valanga.
    Mio nonno comunista mi dice "vammi a prendere la bandiera dei partigiani"
    Ché mio nonno c'ha la bandiera cò le medaglie appese che tira fuori il 25 aprile di ogni anno.
    Anzi, la tira fuori una settimana prima per lavarla, stirarla e lucidare tutte le medaglie.
    Dico:"nonno ma che cosa è successo?"
    Nonno dice:"è successo che certi comunisti hanno votato contro certi altri comunisti e questi altri comunisti hanno votato insieme a certi democristiani ma certi altri democristiani hanno votato insieme ai fascisti e a quei comunisti che avevano votato contro.
    Questo significa che i comunisti stanno contro ai comunisti, che i fascisti stanno contro tutti e che i democristiani stanno da tutte le parti.
    Così i democristiani torneranno al governo cò l'appoggio dei fascisti, mentre i comunisti torneranno ad essere i soliti sfigati di sempre. E prima che succeda stà cosa bisogna scendere in piazza e difendere la repubblica nata dalla lotta partigiana!" Così ha detto mio nonno.

    Gli dico: "Nonno, i fascisti non esistono più e nemmeno i comunisti. Adesso ci stanno solo i democristiani. Ci stanno i democristiani di destra e i democristiani di sinistra, per questo è difficile distinguerli. Bisogna averci la vista buona e tu, nonno sei vecchio. è come il gioco della settimana enigmistica dove ci stanno due disegni cò due personaggi che sembrano uguali e invece tra uno e l'altro ci stanno 7 piccole differenze. Aguzzando la vista vedi che uno c'ha la riga in mezzo e l'altro ce l'ha da una parte.
    Alle volte la differenza tra la destra e la sinistra è solo un fatto di pettinatura. Per esempio quello che ti piace a te, Marco Rizzo. Non è comunista. è un democristiano di sinistra. Poi prendi Berlusconi che non è fascista, è un democristiano di destra. Sembrano uguali perchè sò tutt'e due pelati. E invece Berlusconi c'ha la parrucca.......C'è la differenza!
    Tu dirai stai a guardà il capello, ma il capello ci stà, pure se è sintetico.
    E poi guarda Bossi e Luxuria......democristiano di destra e democristiano di sinistra. A te nonno ti sembrano uguali perchè tutt'e due stanno sempre a parlà di sesso, e invece uno c'ha la cravatta verde e l'altro c'ha il reggicalze rosa. La differenza ci stà!
    E poi guarda Rutelli e Casini che sono tutt'e due democristiani di centro. Però uno è un pochetto di sinistra e l'altro è un pochetto di destra. A te ti sembrano uguali perchè c'hanno il capello sale e pepe e invece ci stà la differenza.......ci stà la differenza........mò non so dirti qual'è, ma sono sicuro che uno bravo a fà stò gioco della settimana enigmistica la troverebbe......."
    Mio nonno è comunista, mio nonno fuma il sigaro e c'ha la bandiera cò le medaglie appese, mio nonno guarda la televisione.

    Mio nonno dice:" ma da qualche parte al mondo ci devono essere i comunisti, in Cina ce ne stanno ancora un miliardo e mezzo”
    Gli dico:" no nonno. Quelli sò cinesi, non sò comunisti lo sai che i cinesi copiano tutto. Prendono un paio di mutande di Giorgio Armani le copiano e fanno un miliardo e mezzo di mutande uguali sputate a quelle di Giorgio Armani. Se tu vai in Cina trovi un miliardo e mezzo di quelle mutande, ma è tutta una truffa. Hanno fatto così pure col comunismo. Hanno rimediato un comunista di Sassuolo, di reggio Emilia e poi l'hanno copiato. Infatti hai visto che i cinesi sò tutti uguali?. Sò comunisti fatti in serie, è robba dozzinale da catena di montaggio.è un comunismo tarocco....."
    "E la rivoluzione russa?" dice mio nonno.
    "Sò passati 90 anni, nonno. Sò scaduti i diritti d'autore. Mò la rivoluzione russa se l'è comprata Berlusconi e la manda in onda sul digitale terrestre alle 2 di notte. Adesso non si può più nemmeno pronunciare quel nome sennò Berlusconi ti fa pagare i diritti siae come le canzoni dei Beatles che s'era comprato Michael Jackson e Paul Mc Cartney doveva pagare pure per cantarsele sotto la doccia. Infatti hai visto che Berlusconi è rimasto l'unico a parlare di comunismo. Perchè s'è comprato i diritti".
    E mio nonno mi dice:" E i compagni comunisti che hanno fatto la lotta partigiana insieme a me? Che fine hanno fatto i comunisti italiani del grande Partito Comunista?" "Nonno.....ci sono state le privatizzazioni di Bersani. I comunisti se li sono venduti. Se l'è comprati una multinazionale svizzera che fa gli omogeneizzati. Una volta erano i comunisti che mangiavano i bambini e mò saranno i bambini che si mangiano i comunisti".

    Mio nonno è comunista, mio nonno fuma il sigaro e c'ha la bandiera nell'armadio. Mio nonno ha visto in televisione il governo che cascava in diretta.
    Mio nonno ha preso la bandiera e l'ha lavata, l'ha fatta asciugare, l'ha stirata per bene. Poi ha lucidato tutte le medaglie. Ci ha messo una settimana intera, ma poi si è infilato il sigaro in bocca e il fazzoletto rosso al collo e ha detto: "vado a fare la rivoluzione. Ci vado pure da solo"
    E noi abbiamo acceso la televisione.
    Prodi aveva portato il governo al pronto soccorso, gli aveva messo dodici punti e l'aveva rimesso in piedi.
    Ormai in televisione si parlava d'altro, ci stava Sanremo, si parlava di Cogne. Gli abbiamo detto:" Nonno hai visto che la Franzoni ha licenziato Taormina?" E il nonno si è levato il fazzoletto rosso, si è acceso il sigaro e si è rimesso seduto in poltrona.
    Ha detto:" guardo solo 5 minuti la televisione poi vado a cambiare il mondo". Appena si è distratto ho rimesso la bandiera nell'armadio cò la naftalina.
    A casa nostra col nonno partigiano Cogne funziona sempre, ma da solo non basta. Ci vuole pure il polpettone di mamma. L'abbiamo scongelato e ci siamo messi a tavola. Nonno si mangiava il polpettone e noi si faceva lo zapping. Un po ci guardavamo i fiori di Sanremo e un pò gli schizzi di sangue di Cogne.
    Poi nonno si è addormentato e a casa nostra è tornata la tranquillità. Anche i vicini stavano tranquilli. Era tranquilla tutta l'Italia.
    Perchè noi italiani siamo fatti così, un pò partigiani e un pò rincoglioniti, come mio nonno.

    Ascanio Celestini

    LEGALIZATION!!!

    immagine

    Coltivare erba non è legale? Se è Dio che ce l'ha data allora vuoi dire che anche Dio non è legale?

    Bob Marley

    INDIANI METROPOLITANI

    immagine

    Abbiamo danzato a lungo intorno al totem della nostra Lucida Follia…Abbiamo danzato e giocato intorno al fuoco della nostra Umanità. Abbiamo dipinto i nostri volti con i colori della Guerra e della Festa, della Fantasia e dell’Amore, della Gioia e della Natura. Abbiamo scaldato i nostri corpi con il fuoco delle nostre  Vibrazioni, con la tristezza e il sorriso, con le lacrime e la felicità dei nostri sguardi. Abbiamo danzato e lottato con il volto bagnato dalla pioggia, con i capelli sferzati dal vento… La stagione delle grandi piogge è finita…10,100,1000 mani ovunque, si sono strette per innalzare l’ascia di guerra!!! La stagione del sole e dei mille colori è arrivata!!!

    Segue l’elenco semi-serio, più semi che serio, delle rivendicazioni politiche: abolizione delle carceri minorili (come tappa per l’abolizione di tutte le prigioni); abolizione del foglio di via; requisizione di tutti gli edifici sfitti per la loro utilizzazione come centri di aggregazione e socializzazione dei giovani per offrire un modello alternativo rispetto alla famiglia; finanziamento pubblico dei centri alternativi di disintossicazione dall’eroina e di tutte le iniziative culturali autogestite; riduzione generale dei prezzi del cinema, dei teatri e di tutte le iniziative culturali alla cifra fissata dal movimento giovanile; liberalizzazione totale di marijuana, hashish, lsd, peyote, del loro uso, abuso,circolazione e coltivazione, con monopolio di tutto ciò esercitato dal movimento; retribuzione dell’ozio giovanile; chilometri quadrati di verde per ogni essere umano o animale; liberazione immediata di tutti gli animali prigionieri nelle case o nelle gabbie; demolizione del giardino zoologico e diritto per tutti gli animali prigionieri di tornare nel loro Paese di origine; demolizione dell’Altare della Patria e sostituzione di esso con tutte le forme di vegetazione, con animali che aderiscono spontaneamente all’iniziativa, con il laghetto per le anatre, cigni, rane, e altra fauna ittica; uso alternativo degli aerei Hercules per servizi di trasporto gratuiti dei giovani a Machu Picchù (Perù) per la festa del sole.

    L’assemblea del popolo degli uomini propone da subito la pratica a livello territoriale di ronde antifamiglia militanti, per strappare i giovani e specialmente le giovani alla tirrania patriarcale e poter vivere collettivamente il giorno, il pomeriggio e le mille notti che verranno!
    E’ tempo che il popolo degli Uomini scenda nelle verdi vallate per riprendersi tutto.

    FREE PALESTINE

    immagine

    Ma tutta la violenza non può far dimenticare che vittima è una sola e uno solo l'oppressore, la sola strada aperta resta abbattere quel muro, lasciare i territori per riprendersi il futuro!

    Questa è la storia - Punkreas

    , , , , , , , , , , , , ,