Libero

juppiter2007

  • Donna
  • 59
  • milano
Ariete

Mi trovi anche qui

ultimo accesso: più di un mese fa

Ultime visite

Visite al Profilo 8

Bacheca

Questa Bacheca è ancora vuota. Invita juppiter2007 a scrivere un Post!

Mi descrivo

Ho imparato che nessuno è perfetto finché non ti innamori. Ho imparato che la vita è dura ma io di più.Ho imparato che le opportunità non vanno mai perse: quelle che lasci tu le prende qualcun altro. Ho imparato che non posso scegliere come mi sento ma posso sempre farci qualcosa. Ho imparato che è bello vivere in cima alla montagna, ma tutta la crescita avviene mentre la scali. Ho imparato che bisogna godersi il viaggio e non pensare solo alla meta. Ho imparato che meno tempo spreco più cose faccio..

Su di me

Situazione sentimentale

sposato/a

Lingue conosciute

Inglese, Francese

I miei pregi

Indubbiamente testarda, risoluta e decisa. Molto intuitiva. Riflessiva quanto basta. Grande ascoltatrice

I miei difetti

Eccessivamente comprensiva, tendo a giustificare sempre l\'altrui comportamento concedendo talvolta troppe oppurtunità di scuse, ma.... tradisci la mia fiducia e sei morto senza possibilità di resurrezione!

Amo & Odio

Tre cose che amo

  1. la sincerità a qualsiasi prezzo
  2. le grandi cose racchiuse nei piccoli gesti..
  3. la coerenza tra parole e fatti

Tre cose che odio

  1. la falsità spacciata per verità
  2. la presunzione di potersi prendere gioco di me
  3. chi abusa degli indifesi

I miei interessi

Vacanze Ok!

  • Spiagge incontaminate

Vacanze Ko!

  • Spirituale
  • Passioni

    • Tecnologia
    • Lettura

    Musica

    • Disco

    Cucina

    • Piatti italiani

    Libri

    • Gialli
    • Psicologia

    Sport

    • Vela

    Film

    • Thriller
    • Musical

    Libro preferito

    il dizionario della lingua italiana

    Meta dei sogni

    Atolli del Pacifico

    Film preferito

    Le parole che non ti ho detto

    VUOI UN GHIACCIOLO?

    Sono vivamente invitati a non contattarmi coloro che esordirebbero con frasi come queste:
    1) CE L’HO 23 CM. - Ma cosa, l’orlo dei pantaloni??
    2) VOGLIO SCOPARTI – Non siate così vaghi!! Specificare sempre se intendete scoparmi il balcone, il cortile o qualsiasi altra pertinenza dell’edificio abitativo.
    3) VIENI IN MSN HO LA CAM E TI MOSTRO IL MIO UCCELLO – Gli uccelli, così come tutti i documentari sulla natura, li guardo su Wild Geo Nat.. Ovviamente CAM-melli compresi!!
    4) VIENI A GUARDAMI MENTRE MI SEGO - Oggesù.. proprio a me questa richiesta che non sopporto la vista del sangue!
    5) DAI..SUCCHIAMELO – Non sono una pompa idrovora. Ehm.. hai provato col Bidone Aspiratutto?
    6) PORTI PERIZOMA O MUTANDINE? - Per tutte le stagioni..mutandoni di flanella!

    Questo è solo un “assaggio”, a titolo esemplificativo e non esaustivo. Ma potrei anche continuare... Nel frattempo leccatevi il ghiacciolo..

    CLASSE 1962..e dintorni

    Noi che la penitenza era 'dire fare baciare lettera testamento'.
    Noi che ci sentivamo ricchi se avevamo 'Parco DellaVittoria e Viale Dei Giardini'.
    Noi che il Ciao si accendeva pedalando.
    Noi che suonavamo al campanello per chiedere se c'era l'amico in casa.
    Noi che dopo la prima partita c'era la rivincita, e poi la bella, e poi la bella della bella.
    Noi che giocavamo a nomi, cose, animali, città.. o a Strega Comanda color..
    Noi che ci mancavano sempre quattro figurine per finire l'album Panini.
    Noi che avevamo il 'nascondiglio segreto' con il passaggio segreto'.
    Noi che le cassette se le mangiava il mangianastri, e ci toccava riavvolgere il nastro con la bic,
    Noi che sentivamo i 45 giri nel mangiadischi e adesso se ne vedi uno in un negozio di modernariato tuo figlio ti chiede cos'è
    Noi che le barzellette erano Pierino, il fantasmaformaggino o un francese,un tedesco e un italiano
    Noi che ci emozionavamo per un bacio su una guancia.
    Noi che si andava in cabina a telefonare.
    Noi che c'era la Polaroid e aspettavi che si vedesse la foto.
    Noi che andavamo a letto dopo il Carosello
    Noi che se a scuola la maestra ti dava un ceffone, la mamma te ne dava 2.
    Noi che le ricerche le facevamo in biblioteca, mica su Google.
    Noi che sapevamo che ormai era pronta la cena perché c'era Happy Days.
    Noi che il primo novembre era 'Tutti i santi', mica Halloween.
    Noi che guardavamo allucinati il futuro con Spazio 1999 Base Lunare Alpha.
    Noi che le mamme mica ci hanno visti con l'ecografia
    NOI CHE SIAMO ANCORA QUI E CERTE COSE LE ABBIAMO DIMENTICATE E SORRIDIAMO QUANDO CE LE RICORDIAMO.
    QUESTA è LA NOSTRA STORIA...PER NON DIMENTICARE MAI....

     
    Quanto posto mi serve per ogni emozione, per ogni ricordo e delusione..e lacrime..

    CRESCENDO IMPARI

    E crescendo impari che la felicità non e' quella delle grandi cose.
    La felicità non e' quella che si brama in una vincita al superenelotto, o in una ricca eredità.
    La felicità non e' quella delle emozioni forti che fanno il "botto" e che esplodono con effetti pirotecnici.
    La felicità non e' quella delle vette da scalare e delle sfide da vincere ad ogni costo. Crescendo impari che la felicità e' fatta di cose piccole ma preziose....
    E impari che il profumo del caffè al mattino è un piccolo rituale di felicità, che basta il sorriso di un bambino per scaldarti il cuore, che bastano le note di una canzone a darti il buon umore, che basta il muso del tuo gatto per sentire una felicità lieve.
    E impari che la felicità è fatta di emozioni in punta di piedi, di piccole esplosioni che in sordina allargano il cuore.
    E impari che l'amore è fatto di sensazioni delicate, di piccole scintille allo stomaco.
    E impari che basta chiudere gli occhi, accendere i sensi, sfornellare in cucina o guardare una foto per illuminare il tuo volto.
    E impari che sentire una voce al telefono, ricevere un messaggio inaspettato, sono piccolo attimi felici.
    E impari ad avere, nel cassetto e nel cuore, sogni piccoli ma preziosi.
    E impari che i regali più grandi sono quelli che parlano delle persone che ami...
    E impari che c’è felicità anche in quella urgenza di scrivere su un foglio i tuoi pensieri, che c'e' qualcosa di amaramente felice anche nella malinconia.
    E impari quanto sia bella e grandiosa la semplicità
    E impari che la felicità non è fare quello che si vuole, ma volere quello che si ha...

    RIDI..!

    Un ingegnere, un contabile, un chimico, un informatico e un funzionario pubblico si incontrano e ognuno di loro si vanta di avere un cane meraviglioso. Per dimostrarlo l’ingegnere chiama il suo cagnolino: “Radicequadra, facci vedere cosa sai fare!” Il cane trotterella verso la lavagna e disegna un quadrato, un cerchio ed un triangolo. Allora il contabile dice al suo cane: “Attivopassivo, mostraci le tue competenze!” Il cane va in cucina, torna con una dozzina di biscotti e li ordina in tre pile uguali, ciascuna con quattro biscotti. Il chimico dice: “Fialetta, fai il tuo numero!”. Il cane apre il frigo, prende un litro di latte, un bicchiere da 10 cl. e vi versa esattamente 8 cl. di latte senza farne cadere una goccia. L'informatico, ormai sicuro di soppiantarli tutti, chiama il suo cane: "Discofisso, impressionali!”. Il cane si piazza davanti al computer, lo avvia, fa partire un antivirus, spedisce una e-mail ed installa un nuovo gioco. I quattro, tutti soddisfatti, guardano il dipendente pubblico e gli chiedono: “ E il tuo cane cosa sa fare?" Il funzionario pubblico, allora, con un sorriso, dice: "Pausa caffè, facci vedere i tuoi talenti!” Il cane si alza, mangia i biscotti, beve il latte, cancella tutti i files del computer, incula il cane dell’ ingegnere e giura che facendolo si è fatto male alla schiena, compila il formulario di incidente sul lavoro e prende un congedo per malattia di sei mesi… * W GLI STATALI *

    Attenzione ai Falsi d'Autore.. ahhahah

    , , , , , , , , , , , , ,