Libero

l_homme_qui_voit

  • Uomo
  • 91
  • Ad OvEsT di GoDoT
Capricorno

Mi trovi anche qui

ultimo accesso: 28 maggio

Ultime visite

Visite al Profilo 4

Bacheca

Questa Bacheca è ancora vuota. Invita l_homme_qui_voit a scrivere un Post!

Mi descrivo

L_Uomo_Che_Vede....

Su di me

Situazione sentimentale

-

Lingue conosciute

-

I miei pregi

-

I miei difetti

-

Amo & Odio

Tre cose che amo

  1. Poison
  2. Tourner
  3. Cuba Libre

Tre cose che odio

  1. A cor'à vaccinara
  2. A tammurriata nera
  3. o trikki trakk int'à buatt

In un angolo oscuro della mia stanza,da più tempo di quanto mi figuri....Una sfinge bella e silenziosa mi fissa nell'oscurità che cade.

magritte_falsospecchio.jpg image by cubicamente 

Inviolata e immobile non si alza e non si muove....Poichè le lune d'argento sono niente per lei,e niente il RUOTARE DEI SOLI.
Il rosso segue il grigio dell'aria,le onde di luce lunare montano e fluiscono.Ma all'alba essa non và via,ed è li durante la notte.

Le albe si susseguono e le notti invecchiano e frattanto questa curiosa sfinge se ne sta sempre accucciata sulla stuoia cinese con occhi di raso bordati d'oro.

Avvicinati mia bella e languida Sfinge!E posami il capo sul ginocchio!E lasciati accarezzare la gola e vedere il corpo maculato come la Lince!E lasciami toccare quei curvi artigli di giallo avorio...e serrare la coda che come mostruoso Aspide ti s'inanella intorno alla pesanti zampe di velluto!

Mille stanchi secoli sono tuoi...mentre io non ho visto che pochi estati spogliarsi del verde per le vistuose livree dell'autunno. 

Dimmi...sai leggere i  geroglifici sui grandi obelischi di arenaria?....E hai discorso  coi Basilischi e hai contemplato gli Ippogrifi?Eri lì quando Iside a Osiride  s'iginocchiò?

E osservasti la Ciprigna quando baciò il bianco Adone sul suo  catafalco?E seguisti Amenalk il Dio di Eliopoli?E discorresti con Thoth...e sentisti il pianto di Io dalle corna della luna?

Cantami della fanciulla ebrea che vagò col Santo Bambino...e di come li guidasti nel deserto....e di come dormirono alla tua ombra.

Cantami di quella sera verde e odorosa in cui accucciata sulla riva udisti dal dorato battello di Adriano il riso di Antinoo e lambisti le acque e ti dissetasti....e con sguardo caldo e famelico fissasti il corpo eburneo di quello schiavo giovane e raro con la sua bocca di melograno!

Ronfami ai piedi fantastica Sfinge!E cantami tutti i tuoi ricordi!

, , , , , , , , , , , , ,