Libero

leggereok

  • Donna
  • 61
  • fidenza
Acquario

Mi trovi anche qui

ultimo accesso: più di un mese fa

Ultime visite

Bacheca

Questa Bacheca è ancora vuota. Invita leggereok a scrivere un Post!

Mi descrivo

felicemente sposata ...per evitare equivoci!!

Su di me

Situazione sentimentale

sposato/a

Lingue conosciute

-

I miei pregi

-

I miei difetti

-

Amo & Odio

Tre cose che amo

  1. pensare
  2. leggere
  3. ascoltare

Tre cose che odio

  1. non odio
  2. nessuna
  3. nessuna

I miei interessi

Vacanze Ok!

  • Prendo l'auto e parto

Vacanze Ko!

  • Villaggio turistico
  • Passioni

    • Lettura
    • Viaggi

    Cucina

    • Piatti italiani

    Libri

    • Narrativa
    • Classici

    Libro preferito

    non amo le classifiche

    Meta dei sogni

    capitali europee, Australia e Nuova Zelanda

    parole

    Nella penombra della scena l'attore prosegue, senza intaccare minimamente l'ordine prestabilito.
    Avrebbe voglia di rovesciare tutto, introdurre un'inversione, uno sfasamento, una confusione, una curvatura.
    Ma anche negli atti più insoliti la sua vita è un meccanismo perfettamente oleato.
    Qualche rara volta sembra che si riesca veramente a romperlo, una specie di magia.
    Per un istante il meccanismo regolato della scena si interrompe. A metà di una frase l'attore di arresta. La sa a memoria questa parte che recita ogni giorno, ma forse questa sera si rifiuta di andare avanti.
    Gli altri personaggi si irrigidiscono col braccio alzato. La misura che l'orchestra aveva cominciato si prolunga indefinitamente.
    Bisognerebbe ora fare qualcosa, dire una parola, una parola qualunque che non sia scritta nel copione.

     

    uno scritto di Giorgio Gaber , che apprezzo particolarmente, in quanto anche per me le ''parole'' sono la forza del pensiero, lo strumento della nostra ''esternazione''!

     

    , , , , , , , , , , , , ,