Libero

lillemor.s

  • Donna
  • 35
  • Stoccolma
Scorpione

Mi trovi anche qui

ultimo accesso: più di un mese fa

Ultime visite

Visite al Profilo 6

Bacheca

Questa Bacheca è ancora vuota. Invita lillemor.s a scrivere un Post!

Mi descrivo

ciao un grosso bacio da me per tutti voi.......... Lillemor........... spero di conoscere tanti di voi scrivetemi

Su di me

Situazione sentimentale

-

Lingue conosciute

-

I miei pregi

-

I miei difetti

-

Amo & Odio

Tre cose che amo

  1. le mie scelte di vita
  2. gli Italiani
  3. fotografia, suonare la batteria, gli animali

Tre cose che odio

  1. falsita', cattiveria
  2. invidia
  3. ipocrisia

Salve, io sono Lillemor, sono una ragazza" Italo Svedese", ho il mio modo di pensare e il mio modo di vivere il sesso, il sesso ha molte sfaccettature e viene interpretato e vissuto secondo il proprio modo di essere e a secondo la propria cultura e mentalita' che puo' essere piu' o meno aperta, ma non per questo se i miei gusti non collimano con lo standard comune e maggioritario tipico della nostra cultura, ancora un pochino chiusa ed arretrata per quello che riguarda il sesso, io mi devo sentire dire che certe cose le persone NORMALI non le fanno, cosa vuole dire essere normali?desidererei una risposta seria....grazie.

Io non vedo il peccato nella sessualità, lo vedo nella falsità, nella cattiveria, nell'invidia e nell'ipocrisia di chi si erge a giudice dimenticando i propri peccati. 
Forse per questo, non sono, NORMALE?

Ora io vorrei comprendere una cosa: perchè nascondersi e da cosa? sono gli orchi cattivi che si devono nascondere, quelli che fanno del male fisico e psicologico,ma gli altri perché? pensate a quanti casi di incesto esistono in questo nostro e complesso mondo? pensate allo sfruttamento della prostituzione, pensate alle violenze fisiche e psicologiche che subiscono molto donne sottomesse al proprio partner?queste sono le cose da condannare,in queste cose c'è il peccato.

          

Io sono cattolica, non vado frequentemente in chiesa ma credo fermamente in Dio e nella Sua misericordia, ciononostante, ritengo che la sessualità esuli dalla fede, dall'educazione, dai valori, e dalla religione. La sessualità è una componente atavica e primordiale del nostro istinto. Non vanno condannati coloro che esternano il loro desiderio di vivere liberamente i propri orientamenti e gusti sessuali ma coloro che li proibiscono e giudicano come se fossero Dio, e sostituendosi a lui, peccano.

                    

                                

Ma perchè, chi pratica liberamente il sesso, viene considerato un peccatore!perchè, ancora oggi, nel 2009, il sesso è un tabù del quale è difficile e imbarazzante parlare?
 
Al giorno d'oggi, le persone che assumono dei comportamenti sessuali libertini e non se ne vergognano, creano disorientamento nella società e vengono additate e condannate per quella che apparentemente è una mancanza di valori, di educazione, di rispetto di sè e di intelligenza.

               

Nella TV pubblica è quasi proibito parlare di sesso ma non è proibito mostrare tette e culi in fasce orarie non protette, fare programmi trash e reality che per l'audiences hanno rubato l'idea voyeuristica al porno,non è nemmeno proibito oscurare la capacità di ragionamento individuale, o di riflessione, con un bombardamento mediatico che offusca opinioni, scelte e ideali, insomma il sesso non è un argomento di discussione televisivo, perché non se ne può parlare liberamente, anche se l'ambiente più pettegolo e dissoluto è proprio quello dello showbiz chi fa televisione sa perfettamente quanto avviene "dietro alle quinte" tra impresari, produttori e belle ragazze disposte a tutto per tentare la scalata al successo.

                                    

                                
, , , , , , , , , , , , ,