Libero

luxor.77

  • Donna
  • 42
  • Edo
Bilancia

Mi trovi anche qui

ultimo accesso: più di un mese fa

Ultime visite

Visite al Profilo 13.810

Bacheca

Questa Bacheca è ancora vuota. Invita luxor.77 a scrivere un Post!

Mi descrivo

NON MI CERCATE, TANTO NON VI RISPONDO

Su di me

Situazione sentimentale

sposato/a

Lingue conosciute

Inglese, Francese

I miei pregi

-

I miei difetti

-

Amo & Odio

Tre cose che amo

  1. Lo sguardo del mio uomo
  2. La sua voce
  3. Il suo cuore che batteva solo per me

Tre cose che odio

  1. la leucemia
  2. i medici che non ti hanno salvato
  3. le bare

I miei interessi

Vacanze Ok!

  • Spiagge incontaminate

Passioni

  • Lettura
  • Cinema
  • Ballo

Musica

  • Folk
  • Latino-americana

Libri

  • Gialli

Sport

  • Nuoto

Film

  • Storico
  • Thriller

Libro preferito

Shogun, La Torcia, Il Dio Del Fiume

Meta dei sogni

Australia e Nuova Zelanda, Estremo Oriente

Film preferito

Braveheart, Daredevil, Elektra

Gli Dèi Della Terra

Stanco è il mio spirito di tutto quanto esiste.
Non alzerei la mano né per creare un mondo,
né per distruggerlo(Gibran)












Quale fiore è caduto dal cielo,
quale fiamma balzò dall'inferno,
per far sussultare il cuore del silenzio
a questa gioia e paura senza respiro?
Quale sogno sognammo sulla vetta,
quale pensiero affidammo al vento
a risvegliare la valle assonnata
e a far vigilante la notte?
(Gibran - Gli dèi della terra)

The Eagles' Brood



Nella mia vita c'erano quattro grandi tesori, e per nessuno di essi ero stato un buon custode. Il tesoro più grande, la mia adorata Cassandra, forse era al sicuro in Avalon, beatamente ignara del caos che regnava al di fuori del suo minuscolo mondo; non osavo immaginare altrimenti. Il secondo, la spada Excalibur che era la mia sacrosanta promessa, era intatta e in salvo, ma non per merito mio; se l'edificio fosse bruciato, la spada avrebbe potuto andare perduta, essere danneggiata o addirittura rubata. Il terzo era mio padre, Pico Britannico, assassinato nel sonno durante la mia assenza. E il quarto, zia Luceia, era stata quasi uccisa in mia presenza!

Dal Vampiro... Il Signore Della Notte...

Occhi dolci che mi osservano in silenzio,
il tuo corpo che felino si muove su di me,
la mia anima arida ha sete di te che non sei qui,
soltanto il ricordo delle tue labbra placa la mia sete,
tenera voglia in una fredda notte invernale...

(anonimo)

Thanx Iron Angel :)))



Il mio cuore brama ciò che il mio cuore non concepisce,
e verso l'ignoto che non ha memoria
voglio io dirigere il mio spirito.
Oh, non tentarmi con gli allettamenti della gloria,
e non cercare di consolarmi con il tuo sogno o il mio,
poichè tutto quel che io sono e tutto quello che vi è in terra,
e tutto quello che vi sarà, non attrae l'anima mia.
Oh, anima mia,
silente è il tuo volto,
e nei tuoi occhi s'addormentarono le ombre della notte.
Ma terribile è il tuo silenzio,
e tu, tu sei terribile...

(Gli Dèi Della Terra - K. Gibran)

Il Trono E La Stirpe

Qualunque sia la loro età, le donne sono un mistero....
(Jacqueline Carey)

La leggenda della pietra caduta dal cielo...




La longevità è il mio castigo;

la fedeltà alla storia il mio fardello...

(Jack Whyte - The Eagle's Brood)












Dal cielo notturno cadrà una pietra
che cela una fanciulla i cui femminili misteri, nutriti dal fuoco, daranno vita ad una spada scintillante, baluginante.
Una spada fiammeggiante e splendente la cui potenza genera guerrieri. Ma quest'arma conterà anche le asuzie di una donna e traccerà terribili fatti di uomini; darà il nome ad un'epoca; incoronerà un re, che prenderà il nome da un popolo della montagna, che crede di essere stato generato dal seme di un drago; uomini vigorosi e feroci, eroici, prodi e forti, e nelle loro anime vi è grandezza.
Questo re, questo monarca, potente oltre l'immaginabile, forgiato nella gloria, cantando un canto di spade, confondendo i mortali con magica follia, darà vita ad una leggenda, e tuttavia non lascerà nessuno a condurre al trionfo il suo esercito dopo di lui.
Ma la morte non svilirà mai il suo destino che, non morendo, vivrà per sempre, per essere ricordato.
(Jack Whyte - The Singing Sword)

Grazie Lupacchiottolo... :)

 

I CHING

Nella vita di ogni giorno fa attenzione alle cose minute:
accendi il fuoco degli altri con il tuo fuoco,
apri il cuore degli altri
con il tuo cuore.
La vita è splendida, immensa e dove c’è una vita c’è un tesoro.
 

Domina et Dea...

(Marion Zimmer Bradley)

In te regna la confusione, e non sai distinguere l'ieri dal domani.

Ascolta il tuo cuore e troverai una guida.

Pulsa come un tamburo, romba come le rapide d'inverno.

In fondo, suono e silenzio sono inscindibili.

Ascolta.

Ascolta.

Ascolta.

Sangue, non acqua.

Il tuo sangue.

(Suzume-no-kumo - 1860)


The Last Rose



Nube Di Passeri

Le parole possono ferire, il silenzio può guarire.
Sapere quando è opportuno parlare e quando invece tacere è il compito dei saggi.
La conoscenza può ostacolare, l'ignoranza può liberare.
Sapere quando è opportuno conoscere e quando invece ignorare è compito dei profeti.
La lama, indifferente a parole, silenzio, conoscenza o ignoranza, taglia in modo netto.
Questo è il compito dei guerrieri.
(Suzume-no-kumo)








Le Luci Di Atlantide



<<Lungi da questo luogo, perchè qui cade l'ombra dell'Eternità.
Svanite, voi nebbie e vapori;
allontanatevi voi stelle di tenebra;
retrocedete dall'orma dei Suoi passi e dall'ombra del Suo velo.
Qui noi chiediamo asilo, sotto la cortina della notte e nel cerchio delle Sue candide stelle.>>
(M. Z. Bradley)





Autumn...

Gai-jin

Non importa, pensò cupo in quell'ora del tramonto.

Era nel suo rifugio al castello di Edo e dall'alto vedeva tutta la città, il cielo con le striature rosso sangue, qualche fuoco qui e là che illuminava la discesa delle tenebre.

Non importa, gli dèi ci giocano dei brutti tiri, sempre che gli dèi esistano.

Ma dèi o no, le cose non cambiano, è l'imponderabilea rendere la vita ciò che è.

Forse vincerò, forse no.

Questione di karma.

(Gai-jin    J. Clavell)

Proverbio cinese...

Siediti lungo la riva del fiume e aspetta, prima o poi vedrai passare il cadavere del tuo nemico.

Il Diciottesimo Vampiro

Chi va a vampiri è un po' come chi va a funghi: se sbaglia, in un caso e nell'altro, rischia la pelle...
(C. Vergnani)



, , , , , , , , , , , , ,