Libero

martinalastrega

  • Donna
  • 33
  • napoli
Scorpione

Mi trovi anche qui

ultimo accesso: più di un mese fa

Bacheca

Questa Bacheca è ancora vuota. Invita martinalastrega a scrivere un Post!

Mi descrivo

Provocatrice. Sfacciata. Insopportabile. Qui, solo un fac-simile.

Su di me

Situazione sentimentale

single

Lingue conosciute

Francese, Inglese

I miei pregi

NERA

I miei difetti

Sarebbe un guaio per Voi scoprirli

Amo & Odio

Tre cose che amo

  1. il Napoli
  2. la Musica
  3. la Cultura

Tre cose che odio

  1. il Razzismo
  2. l'Ignoranza
  3. gli Stronzi

I miei interessi

Vacanze Ok!

  • Spiagge incontaminate

Vacanze Ko!

  • Prendo l'auto e parto
  • Passioni

    • Suonare
    • Sport

    Musica

    • Jazz
    • Blues

    Cucina

    • Piatti italiani

    Libri

    • Saggi
    • Gialli

    Sport

    • Calcio e calcetto
    • Pallavolo
    • Beach volley

    Film

    • Fantascienza

    Libro preferito

    tutti i migliori

    Meta dei sogni

    Sud America, Stati Uniti

    Film preferito

    ancora non è stato prodotto

    LE STREGHE NON SI MARTORIZZANO ..SI AMANO

     

    IL FUOCO CHE ARDE IN NOI

    MA STATE ATTENTI ... NON CONTRASTATECI

    A L T R I M E N T I

    TREMATE .... TREMATE .... LE STREGHE SON TORNATE

    TREMATE .... TREMATE .... LE STREGHE SON TORNATE

    TUTTI IN CORO

    NO ALLA VIOLENZA

    Dal 1257 al 1816 l'Inquisizione torturò e bruciò sul rogo milioni di persone innocenti.  Erano accusate di stregoneria e di eresia contro i dogmi religiosi e giudicate senza processo, in segreto, col terrore della tortura.  Se “confessavano" erano dichiarate colpevoli di stregoneria, se invece "non confessavano" erano considerate eretiche, e poi arse sul rogo.  Non sfuggiva nessuno.  Alcune erano sottoposte alla prova della pietra al collo, la presunta colpevole veniva cioè gettata in acqua legata a una pietra.  Se annegava era innocente, se invece restava a galla era una strega ... in ogni caso moriva!  In tre secoli alcuni storici hanno stimato che furono sterminati nove milioni di streghe, all'80% donne e bambine.  Le donne venivano violentate oltre che torturate; i loro beni erano confiscati fin dal momento dell’accusa, prima del giudizio, poiché nessuno era mai assolto.  La famiglia intera veniva spossessata di ogni bene; si dissotterravano persino i morti per bruciarne le ossa.  Il manuale dell'Inquisizione, il Malleus Maleficarum (il maglio delle streghe) stabiliva che la strega accusata doveva essere "spesso e frequentemente esposta alle torture".  Questo regime di terrore durò cinque secoli, sotto la benedizione del papa.  Le cacce alle streghe erano campagne ben organizzate, intraprese, finanziate ed eseguite dalla Chiesa e dallo Stato.

    ANCORA NO ALLA VIOLENZA

    La violenza sulle donne è un fenomeno diffuso e variegato, sul quale non si può e non si deve gettare un'ombra. Non solo, quindi, è necessario parlarne, ma anche farlo con competenza, tenendo conto di tutte le sfaccettature di questo triste fenomeno.
    Non sempre la violenza sulle donne assume la forma di quella fisica. Ma spesso viene esercitata in modo più astuto, ma non per questo meno avvilente ed umiliante. E' il caso della violenza psicologica o della violenza economica, che privano la donna delle proprie risorse personali e dei mezzi economici indispensabili per sottrarsi alla prevaricazione ed alla sopraffazione della propria persona. La colpevolezza di un uomo sussiste tutte le volte in cui costui abusa di un potere e pertanto l’uomo violento non può avvalersi di alcun diritto. Abbiamo il dovere di cambiare il punto di vista giuridico e sociale. NO ALLA VIOLENZA SULLE DONNE

    NO ALL'ALCOLISMO

     

    un particolare ringraziamento di vero cuore all'amico el pocho 90
    , , , , , , , , , , , , ,