Libero

mconcam

  • Uomo
  • 58
  • montefiore dell'aso
Sagittario

Mi trovi anche qui

ultimo accesso: più di un mese fa

Ultime visite

Visite al Profilo 380

Bacheca

Questa Bacheca è ancora vuota. Invita mconcam a scrivere un Post!

Mi descrivo

ACRONIMO MCONCAM: Maria Chiesa Oh! Nutrice Che Ami Morendo ... a te stessa ...

Su di me

Situazione sentimentale

sposato/a

Lingue conosciute

Danese, Norvegese, Finlandese

I miei pregi

NESSUNO

I miei difetti

TANTI

Amo & Odio

Tre cose che amo

  1. la A
  2. la C
  3. la I

Tre cose che odio

  1. la O
  2. la Z
  3. la Z

I miei interessi

Vacanze Ok!

  • Prendo l'auto e parto

Vacanze Ko!

  • Tour organizzato
  • Passioni

    • Trekking
    • Lettura
    • Musica

    Libri

    • Classici
    • Saggi

    Libro preferito

    LA BIBBIA

    Film preferito

    TUTTI DIMENTICATI

    CONSOLATORE OTTIMO

    AL DIO INCARNATO SENZA RIPARO ...

    Parla bene di Dio dice Bruna con occhi da dove Madre di mia madre queste piogge sul tuo viso nel mio cuore cosa sono perché questo è il tempo come stai là dove sei sorride Parla bene di Dio con la simpatia di romagnoli e sì lo so anch'io il loro duro magone ma non dirne male vedi è lui che ha tenuto Marta nelle mani la mia figlia pensa a vent'anni io non avevo più domani Lui la teneva qui accanto quando l'ho rivista sai come ho riso sai come ho pianto perdona donna di pioggia farò del mio meglio sai c'è da perder la ragione ritrovarla da partorire dentro arrendersi all'amore spaccare le parole c'e da pregare mordendo la luce chiedere pietà fidarsi di chi ti chiede come va dire ti amo come se non morisse da salutare i figli chiedendo dove vai c'è da baciare le bocche senza rubare il respiro da guardare ogni giorno il volto dei santi farò del mio meglio e se ti arriva per sbaglio un dio che gela che bela una strana poesia di un dio ritardato sappi che il tuo piccolo poeta non sapeva più come fare se non morire d'amore in quelle parole niente fiato mi affido a te come quando mi lasciavi il mandarino sbucciato prima di dormire nella casa davanti alla stazione e adesso vedo quel gesto era Dio la sua icona portaglielo tu se vuoi ora che m'abbandona quest'inno sbandato a Gesù
    , , , , , , , , , , , , ,