Libero

mimosa_57

  • Donna
  • 63
  • Macondo
Leone

Mi trovi anche qui

ultimo accesso: più di un mese fa

Amici0

mimosa_57 non ha ancora amici. Chiedi l'amicizia prima di tutti!

Ultime visite

Visite al Profilo 16.246

Bacheca

Questa Bacheca è ancora vuota. Invita mimosa_57 a scrivere un Post!

Mi descrivo

l'elogio della normalità

Su di me

Situazione sentimentale

sposato/a

Lingue conosciute

Inglese, Francese

I miei pregi

-

I miei difetti

-

Amo & Odio

Tre cose che amo

  1. i sogni
  2. i bambini
  3. l'onestà

Tre cose che odio

  1. la falsità
  2. la violenza
  3. i preconcetti

I miei interessi

Vacanze Ok!

  • Spiagge incontaminate

Vacanze Ko!

  • Campeggio
  • Passioni

    • Lettura
    • Fiori e piante

    Musica

    • Pop
    • Rock

    Sport

    • Nuoto
    • Sci

    Meta dei sogni

    Atolli del Pacifico, Australia e Nuova Zelanda

    ".......Ricordi quella scultura dove danzavamo? C'era qualcosa di più leggero e vero di noi due? Eravamo due piccoli corpi sospesi sulle note di una bellissima musica: chi ci ha visti dice che siamo un unico corpo vibrante."

      "....C'è sempre qualcosa d'assente che mi tormenta"
                Camille Claudel

    maschere


    Maschere, maschere... un soffio e passano, per dar posto ad altri... Ciascuno si racconcia la maschera come può. La maschera esteriore, perché dentro poi c'è l'altra, che spesso non si accorda con quella di fuori. E niente è vero! Vero il mare, sì, vera la montagna, vero il sasso, vero un filo d'erba; ma l'uomo? Sempre mascherato, senza volerlo, senza saperlo di quella tal cosa che egli in buona fede si figura di essere: bello, buono, grazioso, generoso, infelice, ecc. E questo fa tanto ridere a pensarci.
    (L. Pirandello, 1908)


    Anche sotto la neve il calicantus fa sentire il suo profumo........
    E' quasi primavera......


    Fatata Te Miti - P. Gauguin

    Impressioni di settembre

     












    Quante gocce di rugiada intorno a me
    cerco il sole ma non c'è...
    Dorme ancora la campagna, forse no,
    è sveglia, mi guarda, non so.
    Già l'odore della terra odor di grano,
    sale adagio verso me.
    e la vita nel mio petto batte piano,
    respira la nebbia, penso a te.
    Quanto verde tutto intorno a ancor piú in là,
    sembra quasi un mare l'erba,
    e leggero il mio pensiero vola e va
    ho quasi paura che si perda...
    Un cavallo tende il collo verso il prato
    resta fermo come me:
    faccio un passo, lui mi vede, è già
    fuggito...
    Respiro la nebbia, penso a te.
    No, cosa sono adesso non lo so
    sono come, un uomo in cerca di se stesso
    no, cosa sono adesso non lo so
    sono solo, solo il suono del mio passo...
    Ma intanto il sole tra la nebbia filtra già:
    il giorno come sempre sarà.

    la natura dà spettacolo

    L'UOMO E IL MARE
    Uomo libero, tu amerai sempre il mare!
     Il mare è il tuo specchio; contempli la tua anima
     Nello svolgersi infinito della sua onda,
    E il tuo spirito non è un abisso meno amaro.
    Ti piace tuffarti nel seno della tua immagine;
     L'accarezzi con gli occhi e con le braccia e il tuo cuore
    Si distrae a volte dal suo battito
     Al rumore di questa distesa indomita e selvaggia.
     Siete entrambi tenebrosi e discreti:
    Uomo, nulla ha mai sondato il fondo dei tuoi abissi,
     O mare, nulla conosce le tue intime ricchezze
    Tanto siete gelosi di conservare i vostri segreti!
     E tuttavia ecco che da innumerevoli secoli
     Vi combattete senza pietà né rimorsi,
    Talmente amate la carneficina e la morte,
     O eterni rivali, o fratelli implacabili!
                                                 
                                                  Charles Baudelaire, 1857

    sogno


    Senza offesa...

    Evitatemi dei rifiuti! Ho buoni motivi per non accettare "amicizia" da chi frequento, figuriamoci da chi manco conosco....

    15 agosto 1969

    ...three days of peace love and music


    Nota

    Alcune delle immagini e dei testi di questo profilo provengono dal web. Saranno immediatamente rimossi a semplice richiesta dell'autore.

    Non scordiamoci mai che siamo stati bambini.
    Conoscerli e amarli ci fa ritrovare noi stessi

    "Il bambino - è fatto di cento. - Il bambino ha cento lingue - cento mani - cento pensieri - cento modi di pensare - di giocare e di parlare - cento sempre cento - modi di ascoltare - di stupire di amare - cento allegrie - per cantare e capire - cento mondi - da scoprire - cento mondi - da inventare - cento mondi - da sognare. Il bambino ha cento lingue - (e poi cento cento cento) - ma gliene rubano novantanove. - La scuola e la cultura - gli separano la testa dal corpo. - Gli dicono: - di pensare senza mani - di fare senza testa - di ascoltare e di non parlare - di capire senza allegrie - di amare e di stupirsi - solo a Pasqua e a Natale. - Gli dicono: - di scoprire il mondo che già c'è - e di cento - gliene rubano novantanove. - Gli dicono: - che il gioco e il lavoro - la realtà e la fantasia - la scienza e l'immaginazione - il cielo e la terra - la ragione e il sogno - sono cose - che non stanno insieme. - Gli dicono insomma - che il cento non c'è - . Il bambino dice: - invece il cento c'è."
    Loris Malaguzzi

    la magia di Avalon




    Ci sono momenti
    in cui il tempo
    manca un battito,
    e si sta fermi tra le esistenze,
    sulle soglie fra i mondi....


    corsi e ricorsi storici

    A proposito di Cesare:

    “La moltitudine ignorante se l'era conquistata coi doni, le costruzioni, le elargizioni di viveri e banchetti. I suoi li aveva acquistati con premi, gli avversari con manifestazioni di clemenza, insomma aveva dato ad una città, ch'era stata libera, l'abitudine di servire, in parte per timore, in parte per rassegnazione…”
    Marco Tullio Cicerone

    Sopportava malissimo il difetto della calvizie per la quale spesso fu offeso e deriso. Per questo si era abituato a tirare giù dalla cima del capo i pochi capelli…
    Gaio Svetonio Tranquillo

    De Civitate Dei

    "Remota itaque iustitia quid sunt regna nisi magna latrocinia?"

    (Se togliamo il fondamento della giustizia, che cosa sono gli stati se non delle grandi associazioni a delinquere?)

    Sant'Agostino (De civitate Dei 4,IV - 412 d.C.)

    un giorno di festa per celebrare.....


    ..........gli altri 364

    , , , , , , , , , , , , ,