Libero

nonnetto.acido

  • Uomo
  • 82
  • Milano
Ariete

Mi trovi anche qui

ultimo accesso: 23 ore fa

Ultime visite

Visite al Profilo 1.331

Bacheca

Questa Bacheca è ancora vuota. Invita nonnetto.acido a scrivere un Post!

Mi descrivo

Acido e petulante

Su di me

Situazione sentimentale

-

Lingue conosciute

-

I miei pregi

2 much 4 you

I miei difetti

non VENGO bene di profilo

Amo & Odio

Tre cose che amo

  1. Cappuccetto Rosso
  2. quando mi porta
  3. la merenda

Tre cose che odio

  1. Il lupo cattivo
  2. che la vuole mangiare
  3. .... al mio posto

Una televisione locale si reca in una casa di riposo, nota per la longevità dei suoi ospiti, per fare un'intervista. Il cronista entra in un salone, dove c'è un gruppetto di vecchietti molto arzilli. Si avvicina al primo: "Salve nonno, come è in gamba! Posso farle qualche domanda?" "Oh la Madona che può!" "Dunque, lei fumava?" "No, mai fumato!" "E mi dica, beveva?" "No, neanche una goccia!" "Donne?" "Non mi sono mai sposato" "Ah bene, e quanti anni ha?" "93" "Osteria, complimenti!". Il cronista si rivolge ad un altro vecchietto: "Faccio qualche domanda anche a lei. Lei ha mai fumato? Beveva parecchio? Ha avuto tante donne?" "Me no! Ho forse fumato una volta, il vino non mi piace e sono stato fedele a mia moglie per cinquant'anni!" "E quanti anni ha?" "96" "Porca miseria, complimenti!". In fondo al salone il cronista nota un ometto veramente decrepito, di sicuro è il più anziano della compagnia, quindi si precipita a intervistarlo: "Salve nonno, siamo della televisione, posso farle qualche domanda?" "Come no!" "Allora lei fumava?" "Io? Una stecca di nazionali senza filtro al giorno!" "Però! E mi dica, beveva?" "Porca se bevevo! Cinque bottiglioni di rosso e una bottiglia di grappa al giorno!" "E donne?" "Oh bestia, ne facevo su una alla mattina, una a mezzogiorno, una al pomeriggio, una alla sera e di notte mi arrangiavo da solo!". Il cronista è sorpreso: "Complimenti, nonostante tutto lei è arrivato alla sua veneranda età! Ma mi dica, visto che lei mi pare il più anziano, quanti anni ha?" "32!".

Un uomo di novant'anni e' seduto su una panchina del parco e piange a dirotto. Gli si avvicina un giovane che gli offre il suo appoggio. Tra le lacrime il vecchio gli racconta la sua storia. "Sono innamorato di una donna di 25 anni". "Cosa c'e' di male?". Singhiozzando: "Tu non capisci. Ogni mattina, prima che lei vada al lavoro, facciamo l'amore. A mezzogiorno lei torna a casa, facciamo di nuovo sesso, poi mi cucina il pranzo. Al pomeriggio, lei fa un break al lavoro, corre a casa, mi fa un bocchino, il migliore che un uomo possa desiderare...". Il vecchio non ce la fa piu' e comincia a piangere sempre piu' disperato. "Io non capisco", fa il giovane, "mi sembra che abbiate una relazione magnifica. Allora perche' piange?". Tra le lacrime il vecchio: "Ho dimenticato dove abito". 
, , , , , , , , , , , , ,