Libero

oca.oca

  • Donna
  • 61
  • Zumaglia
Leone

Mi trovi anche qui

ultimo accesso: più di un mese fa

Ultime visite

Visite al Profilo 6

Bacheca

Questa Bacheca è ancora vuota. Invita oca.oca a scrivere un Post!

Mi descrivo

Per i 43 anni ho avuto in regalo un tatuaggio non ben definito,di svariata interpretazione...per i 50 pensavo ad un paio di lifting,o ad un paio di tatuaggi MOLTO estesi.... ...Quindi per i 51 passerei direttamente al burqa. Arrivata alla soglia dei 53 ho scoperto che gli indumenti da alpinismo son perfetti ..in montagna fa freddo anche d'estate. (work in progress)

Su di me

Situazione sentimentale

-

Lingue conosciute

Inglese

I miei pregi

esageratamente creativa; esageratamente oca spontanea; esageratamente antilope leggiadra . A volte lucertola cadente .

I miei difetti

leggermente logorroica; leggermente egocentrica; leggermente maestrina riscaldata.

Amo & Odio

Tre cose che amo

  1. la sfacciataggine sincera
  2. il senso dello humor
  3. i colori addosso

Tre cose che odio

  1. tacchi (cadooo)
  2. arroganza
  3. chi giudica

I miei interessi

Vacanze Ok!

  • Montagna

Vacanze Ko!

  • Tour organizzato
  • Passioni

    • Sport
    • Viaggi
    • Lettura

    Musica

    • Rock
    • Blues

    Cucina

    • Veggy
    • Mediorientale

    Libri

    • Narrativa
    • Storici

    Sport

    • Trekking

    Libro preferito

    \" La porta \" di Magda Szabò e tutti gli altri che,se mi sforzo ,ricordo :)

    Meta dei sogni

    Irlanda e Scozia, Australia e Nuova Zelanda

    Film preferito

    Lezioni di piano ,e tutti gli altri che tento di ricordare :)

    RICORDI..

    Alcune cose saranno sempre piu forti del tempo e della distanza ,piu profonde del linguaggio e delle abitudini : seguire i propri sogni e imparare ad essere se stessi ,condividendo con gli altri la magia di quella scoperta.

    SENSI

    Uomini e donne insieme si radunano,

    bevono dalle labbra l'arte fluida della parola.

    Le mie labbra morbide,la mia bocca così tumida.

    Retore...donna perduta..

    avvolgo nel mio liquido dire ,osservare,amare :

    corpo liquido nel giocare con mente e sensi.

    Erotico il saggio dire , l'amplesso retorico....

    ..COSE

    ..E tu non dire ch'io perdo il senso e il tempo della mia vita

    -se cerco nella sabbia il sole e il pianto dei mondi-

    se getto nelle cose la mia anima più grande

    -e credo ad immense magie...

    Antonia Pozzi

    FRONTIERA

    Accosto la fronte alla tua ,si toccano,dico "E' una frontiera ". Fronte a fronte : frontiera, mio scherzo desolato,ci sorridi.Col naso ci riprovo,tocco il naso ,per una tenerezza da canile : "E questa è una nasiera ",dico per risentire casomai un secondo sorriso,che non c'è. Poi tu metti la mano sulla mia e io resto ...indietro di un respiro. "E questa è una maniera ", mi dici. "Di lasciarsi?", ti chiedo."Sì, così".
    Erri De Luca

    DISSOLVENZE

    " Tutto triste il camaleonte

    si rese conto che ,

    per conoscere il suo vero colore ,

    doveva posarsi sul vuoto."

     

    Alejandro Jodorowsky  ( -Il passo dell'oca - )

    Al passo con gli anni

    " Stanco ed affannato dalla lunga corsa

     il cinghiale

    pensò che doveva smetterla.

    Non aveva più l'età

    per fare il porcastro. "

                   Tell O'Castle (-Memorandum-)

     

    CENERE SENZA RAGIONE

    sandali aperti per il freddo profumo
    di sandalo cenere incenso
    intenso freddo di chi volta pagina sicuro
    e chiude le porte con forza
    e non ascolta la rabbia non importa
       lodevoli piccoli angeli stringono cuccioli
       dolci voci rassicurano
       tutto è come sempre fu
    invece tu non sei più tu
    e questo frantuma gli specchi
    rompe gli occhi fa più male
    delle lacrime e del fuoco
    cenere e cenere senza ragione
        stringono i cherubini strozzano piano
        si scoprono i canini
        i cuccioli crescono
     e con quel che comprano quelli che possono
    cosa hanno preso oltre l’illusione delll’attimo?
    e quello si rivolta morde
    toglie il resto riempie di merda
    teniamo a fondo sottoterra
                    occhi fatali sguardi sicuri abbracci e tramonti
        arcobaleni con le spine il resto falene
                    che bruciano alla luce senza accorgersi
       che vivono l’eterna sera con la pena
                    per la notte che arriva
    angioletti teneri e crudeli che non dicono niente
    mute icone dappertutto e come piovesse tette
    come una pioggia biblica di cavallette
          sorrisi pronti a farsi ringhio
               schiocco di mascelle
    questo orgoglio cresciuto come una bolla
    enorme e livido che fa paura ad esplodere
    a distruggerci tutti
           anche noi che eravamo rimasti nascosti
           anche noi che avevamo tentato ad ogni costo di avere il passo giusto              
    come una vampata questo orgoglio e pregiudizio
    olio combustibile per farci cenere
                          cenere e cenere senza ragione
                  Lorenzo De Paoli -Alter- 2009

    ...PENSIERI

    Fa rumore ,un pensiero,e il piacere di leggere è un retaggio del bisogno di dire .

    Daniel Pennac

    SOLITUDINE

    sensazione del dagherrotipo stanco.

     

    AVIDITA'

    Cenere muta,

    acuisce la brama del fuoco

    mai spenta.

    TEMPO....

    Tra breve io ti scordero' ,mio caro, percio' assapora il tuo piccolo giorno, mese, o semestre, e  godi quanto puoi; sia che ti scordi, o ti lasci, od io muoia, tra di noi finira'; col tempo ,dico, ti dimentichero',comunque ora, se m'incanti con splendide menzogne, ti assicuro la mia miglior promessa. Anch 'io vorrei che gli amori durassero e non fossero inezie i giuramenti, ma tant'è , la natura si è ingegnata fin qui di perpetuarsi senza sosta -  che noi troviamo o no quel che cerchiamo è, biologicamente, irrilevante.
     

    Edna St.Vincent Millay  (Gaia De Beaumont)

    LABIRINTI

    Sono pronta .

    I piedi sono ruvidi,le mani calde.

    Pronta a partire ,

    a camminare a lungo,

    senza patir troppa stanchezza nel cuore.

    Sicura di arrivare alla meta,

     oltremodo certa di godere di ogni passo,

    di ogni bivio,

    di ogni sfumatura ,

    di ogni sasso raccolto e tenuto stretto

     nelle mie ampie tasche già colme.

    , , , , , , , , , , , , ,