Libero

orsoalpino

  • Uomo
  • 52
  • Arco alpino
Vergine

Mi trovi anche qui

ultimo accesso: più di un mese fa

Ultime visite

Visite al Profilo 1.955

Bacheca

Questa Bacheca è ancora vuota. Invita orsoalpino a scrivere un Post!

Mi descrivo

Come tutti gli orsi, grosso, forte, resistente, apparentemente solitario, prediligo frequentare la montagna in compagnia dei miei simili. Sufficientemente onesto, leale e coerente con le proprie idee risulto scomodo e fastidioso

Su di me

Situazione sentimentale

-

Lingue conosciute

-

I miei pregi

-

I miei difetti

-

Amo & Odio

Tre cose che amo

  1. nessuna
  2. nessuna
  3. nessuna

Tre cose che odio

  1. nessuna
  2. nessuna
  3. nessuna

Lentamente muore chi diventa schiavo dell'abitudine,
ripetendo ogni giorno gli stessi percorsi,
chi non cambia la marcia,
chi non rischia e cambia colore dei vestiti,
chi non parla a chi non conosce.
Muore lentamente chi fa della televisione il suo guru.
Muore lentamente chi evita una passione,
chi preferisce il nero su bianco e i puntini sulle 'i'
piuttosto che un insieme di emozioni,
proprio quelle che fanno brillare gli occhi,
quelle che fanno di uno sbadiglio un sorriso,
quelle che fanno battere il cuore davanti all'errore e ai sentimenti.
Lentamente muore chi non capovolge il tavolo,
chi è infelice sul lavoro,
chi non rischia la certezza per l'incertezza, per inseguire un sogno,
chi non si permette almeno una volta nella vita di fuggire ai consigli sensati.
Lentamente muore chi non viaggia,
chi non legge, chi non ascolta musica,
chi non trova grazia in se stesso.
Muore lentamente chi distrugge l'amor proprio,
chi non si lascia aiutare;
chi passa i giorni a lamentarsi della propria sfortuna o della pioggia incessante.
Lentamente muore chi abbandona un progetto prima di iniziarlo,
chi non fa domande sugli argomenti che non conosce,
chi non risponde quando gli si chiede qualcosa che conosce.
Evitiamo la morte a piccole dosi,
ricordando sempre che essere vivo
richiede uno sforzo di gran lunga maggiore del semplice fatto di respirare.
Soltanto l'ardente pazienza porterà al raggiungimento di una splendida felicità.

(P. Neruda)

Chi sogna di giorno conosce molte cose che sfuggono a chi sogna solo di notte.

(E. A. Poe)

IL CODICE DELLA MONTAGNA

  • Abbi massimo rispetto per questo luogo e per tutto ciò che quassù trovi: se tu non l'hai portato, con fatica qualcun altro l'ha fatto.
  • Se tu essere vivente non credi in un essere supremo, guardati attorno e pensa se tu saresti in grado di fare tutto ciò che il tuo occhio vede.
  • Amami e io non ti tradirò!
  • Sii coraggioso e mi salirai!
  • Attento a dove posi il piede: per colpa tua qualcun altro più in basso può lasciarci la vita.
  • A 1000 mt. dimentica chi sei.
  • Con persone di differente età, usa del lei; con persone della tua età, usa del tu.
  • Dopo i 2000 mt. usa del tu: siete tutti uguali.
  • A 2000 mt. dimentica il tuo io, gli affanni, la cultura, la forza fisica: se quassù sei giunto sei in tutto e per tutto uguale agli altri che quassù stanno.
  • Non credere, piccolo uomo, di essere chissà chi: prima che tu esitevi, io già ero; quando non esisterai più, io ancora sarò!

LA MONTAGNA

, , , , , , , , , , , , ,