Libero

perestico

  • Uomo
  • 43
  • Roma
Leone

Mi trovi anche qui

ultimo accesso: più di un mese fa

Ultime visite

Bacheca

Questa Bacheca è ancora vuota. Invita perestico a scrivere un Post!

Mi descrivo

ehehehheh...non più di questo! Moro, alto 1,78, occhi scuri, mani grandi. :-) non cerco l'amore . . . Tu cosa cerchi?

Su di me

Situazione sentimentale

-

Lingue conosciute

Inglese

I miei pregi

preferisco non condividerli

I miei difetti

tutti da scoprire

Amo & Odio

Tre cose che amo

  1. conoscere
  2. scoprire
  3. possedere

Tre cose che odio

  1. i pregiudizi
  2. i ficcanaso
  3. la paura

I miei interessi

Vacanze Ok!

  • Prendo l'auto e parto

Vacanze Ko!

  • Tour organizzato
  • Passioni

    • Arte
    • Fotografia

    Musica

    • Jazz
    • Blues

    Cucina

    • Piatti italiani

    Libri

    • Avventura
    • Saggi

    Sport

    • Arti marziali

    Film

    • Azione
    • Fantasy

    Meta dei sogni

    Sud-Est asiatico, Estremo Oriente

    I talenti

    Avverrà come di un uomo che, partendo per un viaggio, chiamò i suoi servi e consegnò loro i suoi beni.

    A uno diede cinque talenti, a un altro due, a un altro uno, a ciascuno secondo la sua capacità, e partì.

    Colui che aveva ricevuto cinque talenti, andò subito a impiegarli e ne guadagnò altri cinque. Così anche quello che ne aveva ricevuti due, ne guadagnò altri due. Colui invece che aveva ricevuto un solo talento, andò a fare una buca nel terreno e vi nascose il denaro del suo padrone.

    I talenti (II)

    Dopo molto tempo il padrone di quei servi tornò, e volle regolare i conti con loro. Colui che aveva ricevuto cinque talenti, ne presentò altri cinque, dicendo: Signore, mi hai consegnato cinque talenti; ecco, ne ho guadagnati altri cinque. Bene, servo buono e fedele, gli disse il suo padrone, sei stato fedele nel poco, ti darò autorità su molto; prendi parte alla gioia del tuo padrone.

    Presentatosi poi colui che aveva ricevuto due talenti, disse: Signore, mi hai consegnato due talenti; vedi, ne ho guadagnati altri due. Bene, servo buono e fedele, gli rispose il padrone, sei stato fedele nel poco, ti darò autorità su molto; prendi parte alla gioia del tuo padrone.

    I talenti (III)

    Venuto infine colui che aveva ricevuto un solo talento, disse: Signore, so che sei un uomo duro, che mieti dove non hai seminato e raccogli dove non hai sparso; per paura andai a nascondere il tuo talento sotterra; ecco qui il tuo. Il padrone gli rispose: Servo malvagio e infingardo, sapevi che mieto dove non ho seminato e raccolgo dove non ho sparso; avresti dovuto affidare il mio denaro ai banchieri e così, ritornando, avrei ritirato il mio con l'interesse. Toglietegli dunque il talento, e datelo a chi ha i dieci talenti. Perché a chiunque ha sarà dato e sarà nell'abbondanza; ma a chi non ha sarà tolto anche quello che ha. E il servo fannullone gettatelo fuori nelle tenebre; là sarà pianto e stridore di denti.

    Sapevi che...

    Fare piedino (da alcuni definito anche struscio pedestre) è un gesto di approccio e seduzione non verbale che consiste nello sfiorare intenzionalmente col proprio piede (o con la scarpa) il piede o la scarpa della persona da sedurre. Normalmente si effettua da seduti e, poiché il contatto avviene per lo più sotto un tavolo, il seduttore gioca sul dubbio che il contatto possa non essere intenzionale. In generale, è un gesto che avviene di nascosto e che implica un'intesa tra due persone, ma in molti casi esso è utilizzato come prima manifestazione di un'intenzione seduttiva, soprattutto laddove questa è volta all'immediata conquista erotica piuttosto che a un più meditato corteggiamento.

    Sapevi che...

    Piantare in Asso

    Il modo di dire affonda le proprie radici nella mitologia greca: Arianna, dopo aver aiutato con il suo filo l'eroe ateniese Teseo a sconfiggere il Minotauro e ad uscire dal labirinto di Cnosso, fugge insieme agli ateniesi, ma viene abbandonata (piantata) da Teseo sull'isola di Nasso,

    Lascia il Segno

    Scrivimi ed inseriro qui il tuo messaggio. :-)

    Iniziò tutto così

    Allora il Signore Dio fece scendere un torpore sull'uomo, che si addormentò; gli tolse una delle costole e rinchiuse la carne al suo posto. Il Signore Dio plasmò con la costola, che aveva tolta all'uomo, una donna e la condusse all'uomo.

    ...già!

    C'era una volta una coppia con un figlio di 12 anni e un asino.
    Decisero diviaggiare, di lavorare e di conoscere il mondo.
    Così partirono tutti e tre con il loro asino.
    Arrivati nel primo paese, la gente commentava: "guardate quel ragazzo
    quanto è maleducato...lui sull'asino e i poveri genitori, già anziani,che lo tirano"
    Allora la moglie disse a suo marito: "non permettiamo che la gente parli
    male di nostro figlio." Il marito lo fece scendere e salì sull'asino.

    Arrivati al secondo paese, la gente mormorava: "guardate che svergognato quel tipo...lascia che il ragazzo e la povera moglie tirino l'asino,
    mentre lui vi sta comodamente in groppa."
    Allora, presero la decisione di far salire la moglie, mentre padre e figlio
    tenevano le redini per tirare l'asino.
    Arrivati al terzo paese, la gente commentava: "pover'uomo! dopo aver
    lavorato tutto il giorno, lascia che la moglie salga sull'asino. e povero
    figlio. chissà cosa gli spetta, con una madre del genere!

    ...gia!(2° parte)

    Allora si misero d'accordo e decisero di sedersi tutti e tre sull'asino per
    cominciare nuovamente il pellegrinaggio.
    Arrivati al paese successivo, ascoltarono cosa diceva la gente del paese:
    sono delle bestie, più bestie dell'asino che li porta. gli spaccheranno la schiena!
    alla fine, decisero di scendere tutti e camminare insieme all'asino.
    Ma, passando per il paese seguente, non potevano credere a ciò che le voci
    dicevano ridendo: guarda quei tre idioti; camminano, anche se hanno un
    asino che potrebbe portarli!
     

    ...già! (3°parte)

    Ti criticheranno sempre, parleranno male di te e sarà
    difficile che incontri qualcuno al quale tu possa andare bene come sei.
     

    Vivi come credi. fai cosa ti dice il cuore...ciò che vuoi...
    una vita è un'opera di teatro che non ha prove iniziali.
     

    Canta, ridi, balla, ama...e vivi intensamente ogni momento della
    tua vita... prima che cali il sipario e l'opera finisca senza applausi.

    Charlie Chaplin

    , , , , , , , , , , , , ,