Libero

pooto

  • Uomo
  • 74
  • Eboli
Vergine

Mi trovi anche qui

ultimo accesso: più di un mese fa

Bacheca

Questa Bacheca è ancora vuota. Invita pooto a scrivere un Post!

Mi descrivo

Pooto un cattivo della saga degli "Scorzamaurielli". Mi potrei paragonare a un fiore, non perché particolarmente bello, anzi... ma perché appena secco riesco, comunque a rinascere.

Su di me

Situazione sentimentale

-

Lingue conosciute

-

I miei pregi

giudica chi mi conosce

I miei difetti

Tantissimi

Amo & Odio

Tre cose che amo

  1. una buona amicizia
  2. apprendere
  3. la sincerità

Tre cose che odio

  1. il sedano
  2. la saccenteria
  3. la superficialità

I miei interessi

Vacanze Ok!

  • Spiagge incontaminate

Vacanze Ko!

  • Villaggio turistico
  • Passioni

    • Cinema

    Musica

    • Jazz
    • Blues

    Cucina

    • Fusion

    Libri

    • Narrativa
    • Fantasy

    Sport

    • Bike

    Film

    • Fantascienza
    • Azione

    Libro preferito

    Don chisciotte della Mancia

    Meta dei sogni

    Australia e Nuova Zelanda, Atolli del Pacifico

    Film preferito

    troppi

    Genema La storia della vita stessa, se non della morte. La sogno edizioni con questo mio libro ha inaugurato la collana "La fredda mano". Il romanzo tratta un tema caro agli amanti del gothic e della storia. Infatti tratta di un viaggio nel tempo al seguito del male. Da richiedere alla Sogno edizioni o, ai maggiori venditori on-line. Genema è anche nella versione e-book. Grazie, Giuseppe Scarpa, o Joe Trent.  

    La Rivolta di Agosto "La rivolta di Agosto". Ogni cosa fatta porta una conseguenza. Non saranno però gli autori del disastro a subirne le conseguenze e benché costoro non sono del tutto responsabili nemmeno sono esenti da colpa. Un monito che spero voglia toccare chi ha tra le mani il destino del paese. Da richiedere a me tramite e-mail, il prezzo e 13 euro compreso spese postali. Grazie Giuseppe scarpa.

    Il Primo Capitolo della saga

    Scorzamaurielli il legislatore

    SCORZAMAURIELLI - Il Legislatore di Scarpa Giuseppe (IO) 

    La storia parla di un giovane che per caso, si trova in una situazione ai limiti del reale: entra in un micromondo abitato da esseri capaci di usare la magia e diventa chi ne regola il comportamento. 
     

    Il Secondo Capitolo

    Il secondo capitolo della saga degli “Scorzamaurielli” s’apre col ritorno del Legislatore, Giovanni Meola, nella mitica Aurumfai, città e micromondo abitato dai folletti dotati di straordinari poteri.
    Giovanni torna ad Aurumfai sposato, con Lidia, dopo la grande battaglia che aveva ricacciato i Polimorfi ed i rivoltosi, eppure da subito il rientro si tinge di mistero: Loto, amico-riodinatore del Legislatore, va a cercare la coppia, per riportarli in città, garantendo loro un rientro “sicuro”…
    I sigilli stanno per rompersi, e la terribile profezia dettata dal mitologico Trestant nel libro “Il ritorno del Buio”, per compiersi: l’epica lotta tra Bene e Male sta per abbattersi su Aurumfai, e nessuno potrà tirarsi indietro! Una nuova e difficile prova per il Legislatore, e tutto il popolo degli Scorzamaurielli…

    Scorzamaurielli trent'anni dopo.

       Scorzamaurielli. Trent'anni dopo

    In quest'ultimo capitolo, il legislatore, farà i conti con se stesso, infatti, dal fato, saranno attaccati gli affetti più cari. Maledirà il dono di Zoolo e imprecherà contro se stesso per averlo accettato. Poi il mondo, per lui, non sarà più lo stesso.

    Eborun Tempora pestis.

    Splendor dei tempi antichi, Eborum mia,
    conserva sempre in te questi ricordi,
    al fine che, nessuno mai si scordi
    la sofferenza di questa gente, e mia.

    In San Lorenzo io li ho visti tutti
    e patito con loro gran tormento
    e ora che sono morti, ancora sento
    i lai ed il terror dei tanti lutti.

    Su questo libro leggo chi son stati,
    nomi di gente conosciuta bene,
    che avrebbero potuto essere amati,

    invece che morire tra le pene.
    Portali a Te e che non sian scordati,
    come questa città, Unico Bene.

    Dal prossimo romanzo, “1656 tempora pestis”,
    ambientato nella Eboli del 1656, durante la pestilenza che colpì la città e da me attribuita al parroco di san Lorenzo, Francesco Antonio de Petrutiis.

    Ci sto

    Post n°17 pubblicato il 16 Febbraio 2009  da  LorryDrivers
    Vi lancio una sfida! Nel mondo dei blog siamo numerosi, pero', possiamo riuscirci a far girare un messaggio a tutti ed è  per una causa buonissima ANTIPEDOFILIA! Perche' episodi su tanti bambini siano solo un brutto ricordo per tutti. Daremo un segnale... CREDIAMOCI INSIEME!! Ricopiate sul vostro blog questo stralcio e vediamo quanti di noi riescono realmente a dar vita a questa campagna e,dopo averlo copiato aggiungete la vostra firma... come dire  IO CI STO!!
    Combattiamo insieme:

    Chiedo a tutte/i i miei carissime/i  AMICHE/I di fare parte di questa causa che ci tocca a tutti noi, penso che tutti noi GENITORI, NONNI, ZII, DONNE UOMINI sani di mente possano permettere a questi sciagurati di fare del male a delle anime innocenti, un grazie di cuore a tutti.
    GIANPAOLO

    Goldrake - Actarus - Neruda74s - Antonio - missfiore  - ladyviolet991 - navyseal2006 - sersir82- lamollysonoio- sto_come_i_pazzi- frankd8-MADE-IN-SICILIA - vorrei_trasgredire3  paolamazzolo - Parsifal, cigno1948 - pooto
     

    STOP: alla pedofilia!

    Link Preferiti

    , , , , , , , , , , , , ,