Libero

raffaellafrese

  • Donna
  • 43
  • limatola
Pesci

Mi trovi anche qui

ultimo accesso: 30 giugno

Ultime visite

Visite al Profilo 550

Bacheca

Questa Bacheca è ancora vuota. Invita raffaellafrese a scrivere un Post!

Mi descrivo

Amo: la sincerità- Odio: la superiorità e l'arroganza

Su di me

Situazione sentimentale

sposato/a

Lingue conosciute

-

I miei pregi

prendere la vita con semplicità

I miei difetti

essere troppo critica

Amo & Odio

Tre cose che amo

  1. nessuna
  2. nessuna
  3. nessuna

Tre cose che odio

  1. nessuna
  2. nessuna
  3. nessuna

I miei interessi

Vacanze Ok!

  • Spiagge incontaminate

Cucina

  • Piatti italiani

Film

  • Commedia

La mia E mail

visita la mia pagina blog

Un pò di me

Ciao sono una persona molto semplice e sono qui no...per illudere, per cercare un amore: "sono già impegna" ma per promuovere le mie poesie e al piu presto il mio libro! Con queto non voglio dire che non apprezzo le vostre critiche oppure i vostri comlimenti..oppure un vostro saluto, anzi!!! Voglio solo che nessuno si faccia idee strane...Mi piace tanto scrivere e partecipare ai concorsi letterari; e ne ho vinti anche qualcuno modestamente "scherzo"! ora ve ne elenco qualcono: alla I Edizione Concorso di Poesia “La Vita in Versi” qualificata al 1° Posto al Premio Letterario “Le Parole di Arianna” qualificata al 1° Posto al Concorso Sulla Pista RocKnroll “Tra Versi e Frasi” qualificata al 2° posto all’Organizzazione internazionale Cultura Sport e Spettacolo “Poesia alla Ribalta” 2° Posto al Concorso Nazionale ass. Culturale Penna d’Autore “Le poesie piu belle del web 4° Posto alla VIII Edizione Premio Nazionale Letterario “Cittadella 2002” qualificata al 5 Posto alla XVIII Premio Letterario Nazionale “ Picena 2002” qualificata al 6° Posto al IX Premio Nazionale di Poesia “Rocco Certo” qualificata al 7° Posto etcc.... Sono a disposizione delle vostre critiche

Io son così

Sono di continuo alla ricerca di me stessa, tra l’oasi di quella voglia d’esserci, desser sempre presente, “silenziosa e dolce”come la corrente nella brezza mattutina,così ogni giorno interrogo le mie emozioni, le mie ferite, i miei affanni apportati dalla vita e le trascrivo sfumandole nella scrittura delle mie poesie; dove qualsiasi momento è un palpito, una scossa , che m’incita a lottare per ogni notte così scura che mi isola al di fuori del nulla. Per me, un Poeta è: l’immortalità di pensiero, che sorvola ogni definizione ed orizzonte. S’esprime nella Poesia mentre raccoglie pezzetti di vita sparsi qua e là , in lui\lei si confidano le ali del tempo mentre l’attimo indefinibile sgorga nel suo animo sensibile. ...Quando scrivo la mia anima si rasserena, toccando quasi il cielo con la sua grandezza, come dicevo prima un poeta è la modalità di comunicazione per raggiungere la fantasia e l’emozioni che sprigiona l’intero universo catturandovi in pochi righi l’essenza della vita! "Voglio presisare che non sono un poeta ma mi piace tanto scrivere."

Al centro di se

Si sa, siamo ridotti in schiavitù da noi stessi in questa assurda sopravvivenza che ci accomoda la vita! Senza difese, tra briciole di disordine e vincoli profondi, qui, a contrarre la malattia della solitudine di fronte all’indifferenza che ci plasma. Si sa, che non ci son peggior nemici di quelli intrecciati e annidati all'interno del proprio ego al centro di se, e l'unico viaggio che vale la pena percorrere tra la polvere di questa vita senza mai voltarsi camminando ininterrottamente è al centro di se stessi, nel nostro io interiore alla ricerca di quella voce impetuosa e delirante, che ognuno di noi custodisce nella profondità del proprio essere. La coscienza, che ci permette di agire nella coerenza della vitù di noi stessi assaporando con audacia e affermazione la realtà che ci conduce nella consapevolezza che amare se stessi è paragonabile a divin certezza dell’amare altrui in ugual modo.

L'angolo delle mie poesie

Al grande uomo che fu (Dedicata a mio padre)

Mi disse fai tesoro di tutto e riponilo dove nulla l’assordi dove luce non batte nei meandri oscuri dell’essere. Nei riflessi nodosi delle tue radici. Mi guardò e fragile come fieno alitato dal vento si chinò donandomi il suo cuore in frantumi e fece di un gemito doloroso un canto armonioso. Al buio ribelle sorrise tornando coi ricordi all’infanzia soppressa, reciso e disperso nel cancro della vita, aspetto e seppe aspettare l’attimo e nel rosso scarlatto della luce d’allegrezza scaturì sincero, e come fenice persa nella distesa di un’amara sconfitta chiese al lacero Dio di veder la luce ed essere redento, mentre benediva la luna stringendosi a me.

E’ un fiume in piena

- E’ un fiume in piena il mio cuore che arrossisce; mentre varca la soglia tra la sponda dell’infinito. Ha un suo corpo e una sua trasparenza, ed è membra pura nella sua materia! Nel ritmo assordante del suo cammino, è di continuo a raccontar le novelle della vita tra il sussurro degli eventi. - E’ un fiume in piena il mio cuore stremato tra le suture apportate alle lacrime, tra i mille profumi del perdono, nel trasformare i silenzi in parole nel raccontar la storia della mia esistenza. - Ha compito di ripetizione continua nel lungo e silenzioso viaggio verso il nulla, mentre pompa il nettare di ingenue fantasie al crepuscolo ozioso dell’animo mio…
, , , , , , , , , , , , ,