Libero

rosadimaggio62

  • Donna
  • 58
  • provincia
Vergine

Mi trovi anche qui

ultimo accesso: più di un mese fa

Ultime visite

Visite al Profilo 6.801

Bacheca

Questa Bacheca è ancora vuota. Invita rosadimaggio62 a scrivere un Post!

Mi descrivo

Non sapremo mai quanto bene può fare un semplice sorriso. ************************************************************ "Evey: Chi sei? V: Chi?... "Chi" è soltanto la forma conseguente alla funzione, ma ciò che sono è un uomo in maschera. Evey: Ah, questo lo vedo! V: Certo. Non metto in dubbio le tue capacità di osservazione. Sto semplicemente sottolineando il paradosso costituito dal chiedere a un uomo mascherato chi egli sia.

Su di me

Situazione sentimentale

separato/a

Lingue conosciute

Francese

I miei pregi

tanti

I miei difetti

pochi pochi pochi :-))

Amo & Odio

Tre cose che amo

  1. spontaneità
  2. montagna e mare trasparente/cani e gatti
  3. cinema e teatro

Tre cose che odio

  1. falsità
  2. aggressività
  3. ma poi ... è necessario odiare qualcosa?

I miei interessi

Vacanze Ok!

  • Città d'arte

Vacanze Ko!

  • Crociera
  • Passioni

    • Cinema
    • Lettura
    • Arte

    Cucina

    • Piatti italiani

    Libri

    • Gialli
    • Narrativa

    Sport

    • Sci

    Film

    • Azione
    • Thriller

    Libro preferito

    saga di Harry Potter

    Meta dei sogni

    Africa equatoriale, Nepal

    Film preferito

    tanti

    Galvano ed Agata

    Io sono due donne: una desidera sperimentare tutte le gioie, tutte le passioni, tutte le avventure che la vita può darci, l'altra vuole essere schiava della routine, della vita familiare, delle cose che si possono pianificare e raggiungere. L'incontro di una donna con se stessa è un gioco che comporta dei rischi.E' una danza divina. Quando ci incontriamo siamo due energie sovrannaturali, due universi che si scontrano. Se nell'incontro non c'è il rispetto dovuto, allora un universo distrugge l'altro. (“Undici minuti” Paulo Coelho)

    Il viaggio

    Un giorno, finalmente, hai capito quel che dovevi fare e hai cominciato, anche se le voci intorno a te continuavano a gridare i loro cattivi consigli; anche se la casa intera si era messa a tremare e ti sentivi alle calcagna l'antico contrasto.

    “Sistema la mia vita!”, gridava ogni voce. Ma non ti fermasti. Sapevi quel che andava fatto, anche se il vento frugava con le sue dita rigide giù fino alle fondamenta, anche se la loro malinconia era terribile.

    Era già piuttosto tardi, era una notte tempestosa, la strada era piena di sassi e rami spezzati.

    Ma poco a poco, mentre ti lasciavi alle spalle le loro voci, le stelle si sono messe a brillare attraverso gli strati di nubi e poi c'era una nuova voce che pian piano hai riconosciuto come la tua, che ti teneva compagnia mentre t'inoltravi sempre più, di buon passo, nel mondo, determinata a fare l'unica cosa che potevi fare; determinata a salvare l'unica vita che potevi salvare. Mary Oliver, Il Viaggio

    , , , , , , , , , , , , ,