Libero

salmare1960

  • Donna
  • 60
  • M...
Ariete

Mi trovi anche qui

ultimo accesso: più di un mese fa

Ultime visite

Visite al Profilo 8.501

Bacheca

Questa Bacheca è ancora vuota. Invita salmare1960 a scrivere un Post!

Mi descrivo

Testarda a dir poco, romantica quanto basta e sensuale!! Una volta ... ma che bel quadretto ho fatto di me.

Su di me

Situazione sentimentale

separato/a

Lingue conosciute

-

I miei pregi

sognatrice

I miei difetti

sognatrice

Amo & Odio

Tre cose che amo

  1. animali
  2. amare
  3. essere amata

Tre cose che odio

  1. rancore
  2. ipocriti
  3. ragni ... no loro non li accetto

I miei interessi

Libro preferito

tanti

Meta dei sogni

Estremo Oriente, Atolli del Pacifico

Film preferito

l\'uomo che sussurrava ai cavalli

.

PASSIONE ... ovunque

  

Incontro al buio

E' tutto pronto, sono pronta. Un po’ tesa perchè sto per aprire la porta ad uno sconosciuto, mai visto prima. Squilla il cellulare, rispondo, pigio il pulsante che apre il portone del palazzo…
Apro e accosto la porta dell’appartamento e vado ad adagiarmi sul letto, legandomi la benda attorno agli occhi e attendo. Entra, saluta, si avvicina, mi bacia, riconosco la sua voce.
Almeno questo.
Sento dei movimenti: forse si sta togliendo la giacca, forse tutto, non lo so e rapidamente sento il suo respiro su di me. Immobilizza i miei polsi… Sono in sua balia…
Potrebbe succedere qualunque cosa, ormai non posso vedere, nè scappare.
Mi tocca, mi palpa, esplora tutto il mio corpo, bacia ogni lembo della mia pelle.
Ha un concetto singolare di dominazione: vuole abusare - consensualmente - del mio corpo, sapendomi remissiva, docile, sottomessa ai suoi piaceri. Un corpo a sua completa disposizione. Non usa strumenti punitivi, non fruste, non cinghie, nulla. Solo le mani e la bocca.
… l’adrenalina è ai massimi livelli… è lui a gestire e disporre nei modi e nei tempi. Rallenta, accelera, si ferma.
Sussulto, scalpito, mi mordo il labbro, tremo, vibro.
Ora devo mostrargli gratitudine, omaggiarlo come si conviene, come una ancella serve il suo padrone, un padrone generoso che si fa rispettare non incutendo paura, ma concedendo pezzi di piacere, un piacere gestito e comandato da lui, ma che di sicuro arriva e io lo so, perchè me lo ha dimostrato. Ed ora mi toglie la benda.
Gli sorrido, è un uomo piacente e dall’aspetto rassicurante, sono contenta, sollevata. Non un vero bondage, a mio avviso, ma un gioco di accondiscendenza. Io abusata e lui abusante… tutto qui.

, , , , , , , , , , , , ,