Libero

solsimi

  • Uomo
  • 57
  • Tor San Lorenzo
Acquario

Mi trovi anche qui

ultimo accesso: più di un mese fa

Ultime visite

Visite al Profilo 8

Bacheca

Questa Bacheca è ancora vuota. Invita solsimi a scrivere un Post!

Mi descrivo

50 anni...(sigh), di aspetto estremamente giovanile....o almeno continuo a crederlo (anche se la pancetta.....) 173 cm. moro dall'abbronzatura facile, sposato. Il mio lato positivo è anche quello negativo: sono un libro aperto, ma anche se ciò mi ha esposto a sofferenze, continuo a ritenere che l'approccio al prossimo debba avvenire nella massima sincerità, infatti....sopra l'ho scritto della pancetta ^_^

Su di me

Situazione sentimentale

sposato/a

Lingue conosciute

-

I miei pregi

solare,sincero,discretamente autoironico

I miei difetti

presuntuoso, dispersivo, forse narcisista? (non dite che lo avevate capito!)

Amo & Odio

Tre cose che amo

  1. amicizia
  2. musica
  3. mare

Tre cose che odio

  1. razzismo
  2. ipocrisia
  3. falsità

I miei interessi

Vacanze Ok!

  • Spiagge incontaminate

Vacanze Ko!

  • Villaggio turistico
  • Passioni

    • Suonare
    • Musica
    • Lettura

    Musica

    • Blues
    • Rock

    Cucina

    • Piatti italiani
    • Cinese

    Libri

    • Psicologia
    • Fantascienza

    Sport

    • Vela
    • Surf

    Film

    • Azione

    Libro preferito

    sono tanti

    Meta dei sogni

    Australia e Nuova Zelanda, Isole dell'Oceano Indiano

    Film preferito

    sono tanti

    Premessa: la voglia di comunicare mi ha condotto su queste strade elettroniche, dato che su quelle asfaltate, la frenesia di tutti, nega l'essere.
    P.S. ma la descrizione di me, non sarà mica da......piacione? Se così fosse, .........chiamate lo psicologo!!!

    RIASSUNTO.....parte 1

    E' UNA SERA COME TANTE! LA TV DIALOGA AD UNA BOTTIGLIA SEMIVUOTA ED IL LIQUIDO DEL BICCHIERE SCENDE IN ME, SENSAZIONI CALDE MI AVVOLGONO ED ORA VOGLIO TENTARE DI DARE UN ORDINE A TUTTI I MIEI PENSIERI E TUTTE LE IMMAGINI CHE VAGANO NELLA MIA MENTE :
    In strada il pallone rotolava e dietro si correva gioiosi; quaderni da inchiostrare e libri per conoscere attendevano sul tavolo della cucina; mi affacciavo su quel mondo in bianco e nero e volavo dalla savana allo zecchino d'oro.
    Le prime domande si ergevano, gli impulsi di libertà nascevano, cominciavo a sovrapporre mattoni per costruire la mia persona.............fine parte 1

    RIASSUNTO.....parte 3

    .....Tante esperienze, tante meraviglie, tante tristezze erano con me:
    Storie ho conosciuto nei 18 mesi con i ragazzi d'italia, storie ho incontrato, con le quali ho cercato di integrare la mia, nella mia strada è passata PAOLA, ho tentato di dialogare con ALESSANDRA, ho vissuto l'illusione di MARINA e quel sogno divenuto poi Gandissima Amicizia di MARZIA.
    E sempre, questo sentimento fondamentale nella vita, mi è stato compagno:
    Amicizia è ciò che mi ha fornito equilibrio, nel ricevere e nel donare, quando lacrime mi han bagnato per una storia non mia, quando il sorriso mi ha avvolto per la felicità altrui.....fine parte 3

    RIASSUNTO.....parte 2

    .....Una fame mi attanagliava, la fame di rapporti interpersonali, di socialità, di conoscenza dell'uomo. Aiuto cercavo per capire me ed altro.
    L'esperienza di comitiva iniziò e assaporavo il piacere del gruppo, il raffronto con pensieri diversi, stimolante il proporre idee, costruttivo ascoltarne.
    L'incostanza era dell'età, venne il buio tempo dell'apatia, del sognare quotidianamente, del camminare soli nel proprio mondo. le paure avevano la meglio.
    E fù il tempo dell'altra metà della vita: la conobbi con ANNAMARIA.
    Cosa accadeva al mio essere fisico? Cosa accadeva al mio essere mentale?
    Le risposte si presentavano un giorno dopo l'altro, le paure si riaffacciavano.Che vasta gamma di sensazioni portava la conoscenza
    .....fine parte 2

    RIASSUNTO.....e.....conclusione

    .....Tutto ciò trascritto nelle parti precedenti, appartiene a quanto lasciato su un foglio una sera di vari anni fà, in uno di quei momenti in cui il vissuto si manifesta davanti agli occhi e per compagna c'è solo la calda vibrazione di una chitarra, anche se bussano alla porta ed il telefono squilla.
    Fortuna che lo spazio di un viaggio della mente non si è dilatato, quel viaggio non conduceva in nessun luogo , se non nel luogo dei non.
    Ma i piedi erano ben ancorati in terra, e nei momenti di moto, conducevano per strade che mi permettevano di dialogare a voci diverse e di guardare gli occhi del mondo, e così ora son giunto su questi sentieri elettronici, per me ancora impervi, ma con la voglia di esplorare io vado; e se per
    TE il dialogo è sinonimo di piacere, del gusto di sapori nuovi, allora sediamo assieme, commensali in una tavola imbandita di possibilità espressive. COMUNICHEREMO CHE........................... 
    , , , , , , , , , , , , ,