Libero

stellaluglio610

  • Donna
  • 59
  • Paese
Leone

Mi trovi anche qui

ultimo accesso: 6 minuti fa

Amici

stellaluglio610 non ha ancora amici. Chiedi l'amicizia prima di tutti!

Ultime visite

Visite al Profilo 3.429
Bacheca1 post
stellaluglio610 26 aprile

Mi spiace ma inavvertitamente avevo  messo la spunta su " ricevi i messaggi solo dagli amici". Adesso l'ho tolta. Chiedo scusa a chi ha cercato di mettersi in contatto. 

Ti piace?
12

Su di me

Situazione sentimentale

single

Lingue conosciute

Inglese

I miei pregi

Molti

I miei difetti

Tanti

Amo & Odio

Tre cose che amo

  1. Il mare
  2. Musica
  3. Il sole

Tre cose che odio

  1. Non odio nessuno ma
  2. Ci sono cose che
  3. Mi danno fastidio

I miei interessi

Passioni

  • Viaggi
  • Arte
  • Lettura
  • Sport
  • Moda

Musica

  • Rock
  • Pop
  • Classica
  • Lirica

Cucina

  • Piatti italiani
  • Veggy
  • Pizza

Libri

  • Classici
  • Biografie
  • Diari di viaggio
  • Narrativa

Sport

  • Nuoto

Film

  • Commedia
  • Classici
  • Romantico
  • Musical

Libro preferito

Il prossimo che leggerò.

Meta dei sogni

Quella che devo ancora raggiungere.

Guardo il sole.
Guardo te mio prediletto.
Volgo lo sguardo al mio sole,
rimiro ad uno ad uno i suoi raggi
che a me vengono caldi e generosi. 
Contemplo, lo splendore e l’incanto,
di sguardi che si incontrano 
e sussurrano e gridano amore.
Si invocano e si cercano in continuazione,
 le anime nostre smarrite e ritrovate,
 in un cerchio che mai vede la fine.

 

Da "Canti d'amore e d'oscurità"

 

Percorro sentieri a me noti.

Ogni giorno, ogni notte,

Ogni passo mi riporta sui miei.

Cerco le tracce

Ma mi sono smarrito.

Nessuno oltre me li percorre.

Nessuno vede l’anima esule,

Smarrita tra i fumi densi e acri del passato.

Vaga incerta tra le nebbie sottili e fredde

Che si diradano in un fulgore caldo ed estraneo.

Percorro sentieri noti

Più e più volte

Ma nelle nebbie o nel riverbero più terso

Mi sono smarrito.

Da "Canti di un'anima errante"

 

Un cuore traboccante di poesie.

Belle e malinconiche.

Fanno male.

taglienti come lame, 

fanno a pezzi l'anima ferita 

e tutte quante vogliono uscire, 

tristi, solitarie, importanti. 

Premono impazienti,

evanescenti.

Precarie come foglie d'autunno,

si staccano e volano via 

ad ogni sussulto della mente,

ad ogni preoccupazione,

ad ogni volgersi dello sguardo 

verso altri pensieri e affanni. 

Poesie, parole, 

foglioline che ogni soffio,

ogni alito,  può portar via, 

può far sparire per sempre,

inghiottite dall'oscura dimenticanza.

Poesie, parole, gocce di pioggia non raccolte 

che spariscono nel ventre della terra 

o nel liquido oblio di pozzanghere colorate di cielo. 

Da "Canti dell'oblio"

Scorre tra le dita il tempo,

Inesorabile.

Scorre e va,

Come acqua,

Come sabbia fine.

Scorre

 E come sabbia e acqua scorre.

Scorre via

Lontano da me...

Dai "Canti dell'oblio"

Dolce è il nome,

Azzurra è la luce,

Lo scintillio sagace dello sguardo

Circondato da grano maturo.

Un sorriso

a coronare un’impudenza schiva e riservata.

Dolci sono i momenti,

Impetuosi gli istanti

Lunghe le giornate pigre,

Liete le risate,

Le scoperte.

Lieti i viaggi.

Il futuro veleggia

Lieve e sicuro.

Inconsapevole.

Inconsapevole

come il presente.

Da "Canti d'amore e d'oscurità"

, , , , , , , , , , , , ,