Libero

stradatracciata

  • Uomo
  • 97
  • Nei Campi Elisi
Leone

Mi trovi anche qui

Bacheca14 post
stradatracciata 29 aprile

Studentessa 18enne stuprata dal “branco”

Ricordo con piacere le “feste” private organizzate da chi possedeva un giradischi.

Location improvvisate in cascine dove l’odore della paglia e i rumori della stalla si confondevano con le note gracchianti di una puntina consumata dai solchi dei dischi.

Eppure quante emozioni in quei pomeriggi dove vederla, guardarla e non riuscire a scambiare una parola per quasi tutto il tempo.

A nulla servivano gli incitamenti del migliore amico: dai ti ha guardato, che aspetti idiota.

Ma la grande timidezza aveva il sopravvento e ci sono stati molti sabato pomeriggio pieni di aspettative e con altrettante occasioni perse.

Ho la fortuna di essere stato sempre razionale e di saper trovare la soluzione.

Allora via la timidezza, via il color peperone dal viso e… eccomi educatamente sfacciato nell’approcciarmi.

Oggi le cose sono diverse.

Le feste sono occasione di caccia dove i trofei vanno esibiti sui social.

Nessun rispetto, tanto sono oggetti.

E poi basta girare un video per averla in pugno.

Allora mi viene in mente un verso di una canzone mentre il mio pensiero va alle tante persone vittime della bestialità di una società incurante dei propri figli.

 “Soffiasse davvero quel vento di scirocco
E arrivasse ogni giorno per spingerci a guardare
Dietro alla faccia abusata delle cose
Nei labirinti oscuri delle case
Dietro allo specchio segreto d' ogni viso
Dentro di noi”.

Ti piace?
1

Mi descrivo

Provo a dare un valore speciale al vuoto senza cercare di riempirlo con chi passa. Ho la consapevolezza che difficilmente troverò risposte all'ipocrisia delle "persone" ma la ricerca di ciò che vale vivere continua... Per la legge dei grandi numeri capiterà...

Su di me

Situazione sentimentale

convivenza

Lingue conosciute

il significato delle parole

I miei pregi

Educato quanto basta per non invitare a "viaggiare"

I miei difetti

Ignorante

Amo & Odio

Tre cose che amo

  1. L'età spensierata che vivo senza se e senza ma.
  2. ll significato emozionale della conoscenza
  3. Il decollo mentale per planare nella realtà

Tre cose che odio

  1. Le turbe mentali non curate
  2. L'ipocondria ossessiva compulsiva
  3. L'idiozia umana di chi vuole essere giudice

A buona intenditrice

Solo impegnate che abbiano la discrezionalità e l'intelligenza del confronto.

Saper aspettare

Le cose cambiano, anche se nessuno sa quando, dove, come. Saper aspettare per condividere le poche persone che vogliono vivere nella realtà lasciandosi alle spalle l'eterna illusione del principe azzurro sul cavallo bianco o della Marylin con la gonna svolazzante. Bisogna saper aspettare... sorrido, capiterà prima o poi.

, , , , , , , , , , , , ,